Chicago vince a NY con rissa, Clips per 12!

I Bulls sorprendono tra le polemiche i Knicks al MSG, Celtics K.O in casa contro Milwaukee, OK  Spurs, Clippers 12 di fila!

 

 

 

Toronto Raptors – Orlando Magic 93-90
TOR: Davis 10, DeRozan 17, Calderon 13, Jhnson 10, Anderson 10, Ross 13
ORL: Vucevic 16 (12 rimb), Afflalo 26, Ayon 12 (13 rimb), Moore 12

Italian job: Bargnani DNP

Senza ancora il nostro Andrea Bargnani, i Toronto Raptors infilano la quinta vittoria consecutiva, contro degli Orlando Magic privi per la prima volta di Glenn Davis; per la franchigia canadese sono andati in doppia cifra ben sei uomini. Nonostante il match si è chiuso con un solo possesso di di distacco, il match è girato a 6:16 dalla sirena finale grazie a Ross dove piazza prima una tripla e subito dopo ruba la palla e in contropiede schiaccia, regalando il +11 (87-76), vantaggio poi gestito sino alla fine.

Philadelphia 76ers – Atlanta Hawks 99-80
PHI: Turner 21, Young 18 (11 rimb), Richardson 17, Holiday 11, Hawes 12
ATL: Smith 17, Korver 11, Williams 13

Al Wells Fargo Center di Philadelphia, i 76ers strapazzano letteralmente gli Atlanta Hawks grazie alla coppia Turner-Young (21+18); per gli Hawks prova sottotono di Al Horford (7 punti ma con 2/10 dal campo). A fine terzo periodo i Sixers sono avanti di 9, ma dopo 2′ dall’inizio dell’ultmo periodo sul 78-69, Young inizia insieme a Turner un parziale di 10-0 che indirizza definitavamente il match.

Boston Celtics – Milwaukee Bucks 94-99 OT
BOS: Pierce 35 (12 rimb), Garnett 12, Green 14, Lee 11
MIL: Mbah a Moute 20, Sanders 17 (20 rimb), Ellis 27, Jennings 12

Pesante e sanguinosa sconfitta casalinga per i Boston Celtics i quali dopo un over-time hanno la peggio dei Milwaukee Bucks di un Monta Ellis da 27 punti e un Sanders da 17 punti e 20 rimbalzi; per i Celtics non bastano i 35 punti del solito Pierce. A 33″ dalla sirena finale i Bucks sono avanti di 7 lunghezze (81-88), due liberi di Pierce e una schiacciata al volo di Green riportano ad un possesso pieno di distanza i Celtics; sul possesso successivo Rondo scippa Jennigs, così da regalare la palla della parità a Terry che fallisce, ma il rimbalzo lo cattura Green il quale serve la palla nelle mani di Pierce che lui da tre non sbaglia e manda tutti all’overtime. Nel supplementare la situazione è di completa parità a quota 94 a 36″ dalla fine: un libero di Ellis e due di Jennigs portano i Bucks sul +3, subito dopo Pierce non si ripete come nel quarto periodo e fallisce dalla lunga distanza e sul ribaltamento di fronte Sanders inchioda la schiacciata e congela il match sul 94-99.

Pierce porta tutti all’OT
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=Q3O66W-amfs]

New York Knicks – Chicago Bulls 106-110
NYK: Anthony 29, Felton 21, Smith 26 (10 rimb), Copeland 10
CHI: Deng 29 (13 rimb), Noah 15 (12 rimb), Belinelli 22, Hinrich 16, Robinson 11

Italian Job: Belinelli 22 punti (4/9, 1/3, 11/12), 7 rimb, 1 ass, 2 rec, 4 perse

Sconfitta casalinga decisamente inaspettata dei New York Knicks, battuti dai Chicago Bulls del nostro Belinelli (22 punti) sempre più decisivo e più importante. I Bulls dominano sotto ogni aspetto i Knicks, il punteggio finale è bugiardo; a fine terzo periodo il tabellone recita +22 Bulls (61-83), il quarto periodo viene gestito senza troppi patemi, e negli ultimi minuti a risultato acquisito Felton e Copeland rendono meno pesante la sconfitta. Sul finale di partita è da segnalare la rissa tra Noah e Chandler che è costata l’espulsione a Noah per un doppio tecnico, in precedenza espulsi sempre per doppio tecnico anche Anthony e coach Woodson, viste le decisione arbitrali. sfavorevoli.

Noah Vs Chandler
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=1QbTuoEquCs]

Detroit Pistons – Washington Wizards 100-68
DET: Monroe 15, Singler 10, Knight 15, Stuckey 11, Drummond 11 (14 rimb)
WAS: Webster 10, Seraphin 10, Crawford 20

A Detroit i Pistons vincono una partita senza storia contro la cenerentola dell’NBA ovvero i Whashington Wizards. A fine primo quarto il punteggio era già abbastanza eloquente 29-14, il resto della gara è stato di completa gestione.

Cleveland Cavaliers – Indiana Pacers 89-99
CLE: Gee 11, Thompson 12 (13 rimb), Zeller 12, Walters 11, Irving 17, Miles 10
IND: George 10, West 15 (10 rimb), Hibbert 18, Stephenson 16, Hill 13, Green 14

Vittoria in trasferta da parte degli Indiana Pacers contro i Cleveland Cavs, grazie ad una prova più che sufficiente ma nulla di più; per i Pacers sei uomini in doppia cifra. Dopo un primo tempo equilibrato, il terzo parziale è stato quello decisivo (22-33), il minimo indispensabile per gestire l’ultimo quarto tranquillamente.

Memphis Grizzlies – Dallas Mavericks 92-82
MEM: Gay 26, Randolph 17, Gasol 11, Allen 10
DAL: Marion 14, Mayo 10, Wright 12, Carter 14, Jones 13

Quarta vittoria consecutiva da parte dei Memphis Grizzlies sui Dallas Mavericks, i quali si sono rimessi in carreggiata dopo un periodo di calo più che comprensibile. I Grizzlies sono sempre stati avanti ma solamente negli ultmi due minuti hanno avuto la meglio dei Mavericks, dopo una tripla di Mayo che sembrava aver messo in discussione il risultato (88-82 a 1.42 dalla sirena), Gasol chiude definitivamente i giochi grazie ad un rimbalzo offensivo e l’appoggio al vetro, negli ultimi secondi sistema fissa il risultato con due liberi.

San Antonio Spurs – New Orleans Hornets 99-94
SAS: Duncan 15 (10 rimb), Parker 25, Diaw 12, Ginobili 13
NOH: Davis 18 (11 rimb), Lopez 10, Vasquez 14, Mason Jr. 10, Anderson 12, Roberts

Un Parker da 25 punti trascina alla vittoria dei San antonio Spurs piuttosto sornioni contro i New Orlenas Hornets di un Anthony Davis da 15 punti e 10 rimbalzi. E’ bastato il primo tempo chiuso avanti di 12 lunghezze (54-42), per riuscire a domare gli Hornets e a gestire per il resto della gara senza troppi problemi.

Los Angeles Clippers – Sacramento Kings 97-85
LAC: Griffin 21, Paul 24, Barnes 13
SAC: Thompson 10, Thornton 11, Thomas 12, Fredette 16, Johnson 10

Basta la coppia Paul-Griffin (24+21 punti) ai Los Angeles Clippers per avere la meglio dei Sacramento Kings e piazzare la dodicesima vittoria consecutiva. Un primo tempo giocato decisamente sopra le righe da parte dei Clippers (53-39) basta e avanza per mettere a posto la pratica Kings, il vantaggio acquisito è stato gestito senza preuccupazioni per il resto della gara.

Golden State Warriors – Charlotte Bobcats 115-100
GSW: Lee 23, Thompson 20, Curry 27, Green 11, Landry 11
CHA: Kidd-Gilchirt 12, Byombo 12 (10 rimb), Handerson 23, Walker 16, Sessions 17

Stephen Curry con i suoi 27 punti e le sue 8 bombe guida Golden State alla vittoria infliggendo la quattordicesima sconfitta ai Charlotte Bobcats ai quali non bastano i 23 punti di Handerson. Il match è girato a 3′ dalla fine della prima metà di gara, quando i Warriors piazzano un parziale di 9-2 col quale vanno sul +9 (58-49) e i Bobcats non riusciranno più a scendere sotto quella cifra di svantaggio.

Boom Boom Steph
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=w-eTY3s4Li4]

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P