Nash torna e L.A vince, o Harden e Miami

Atlanta e Houston asfaltano Chicago e Memphis, torna Nas e i Lakers espugnano Golden State, bene Portland, Miami e il Gallo.

 

 

 

Washington Wizards – Detroit Pistons 87-96
WAS: Nene 10, Okafor 14 (14 rimb), Beal 14, Crawford 21, Martin 10
DET: Maxiell 12, Monroe 13, Knight 10, Stuckey 18, Drummond 4 (11 rimb), Villanueva 19

Partita mai esistita nella capitale con i Pistons che battono i Wizards grazie ai 18 di Rodney Stuckey; nei primi 7′ di partita Washington sbaglia 14 dei 15 tiri presi dal campo finendo sotto 2-12, Detroit comanderà per tutto il match senza mai doversi preoccupare.

Atlanta Hawks – Chicago Bulls 92-75
ATL: Korver 13, Smith 12, Horford 20 (10 rimb), Williams 16, Teague 11
CHI: Deng 11, Noah 10

Italian Job: Belinelli 4 pt (2/4, 0/1 da 3), 1 rimb, 2 perse

Marco Belinelli stecca la prima da quando è titolare, i Bulls pagano la fatica della notte precedente e vengono schiantati dagli Hawks; dopo un 1° quarto chiuso sotto di 4 (17-21) i padroni di casa hanno giocato una seconda frazione superlativa, 36-16 recita il parziale dei 12′ con 15/23 dal campo più 7 palle perse degli ospiti, all’intervallo Atlanta avanti 53-37 grazie pure alla bomba di Kyle Korver sulla sirena!

Miami Heat – Utah Jazz 105-89
MIA: James 30, Battier 15, Wade 21, Allen 13
UTA: Ma.Williams 16, Millsap 11, Jefferson 6 (11 rimb), Favors 10, Hayward 15

LeBron James sfiora la tripla-doppia (30+9+7) e guida i suoi al successo contro i Jazz; Heat che vanno al riposo lungo avanti solo di 4 (47-43) me nei primi 90″ del 3° quarto prima LBJ col jumper e poi Shane Battier con 2 triple consecutive lanciano sul +12 (55-43) i campioni che non si gireranno più.

New Orleans Hornets – Indiana Pacers 75-81
NOH: Davis 10, Lopez 24 (11 rimb), Vasquez 14
IND: George 17 (12 rimb), West 25, Stphenson 10, Hill 12

Grande rimonta dei Pacers o grande suicidio degli Hornets, sta di fatto che New Orleans spreca 22 punti di vantaggio e perde in casa contro Indiana; il momento chiave arriva a metà del 4° periodo, Hornets sul +2 (59-57), Austin Rivers sporca una palla in difesa ma questa finisce nelle mani di Paul George che la mette in quelle di George Hill per la tripla del sorpasso (59-60) a 7’23” dalla conclusione. Il finale è punto-su-punto ma i Pacers hanno un David West indemoniato (20 dei suoi 25 nel 2° tempo), suo il jumper a 16″ per il +4 (75-79) che manda in ghiaccio il match.

Houston Rockets – Memphis Grizzlies 121-96
HOU: Morris 16, Asik 14 (12 rimb), Harden 31, Lin 15 (11 ass), Smith 10, Douglas 11
MEM: Randolph 10 (10 rimb), Gasol 11, Allen 11, Conley 16, Pondexter 14

James Harden e gli Houston Rockets bombardano i Memphis Grizzlies vincendo di autorità; Memphis finisce sotto di 13 ma riesce a tornare in partita sul -6 (70-64) dopo 4′ del 3° quarto, i Rockets non stanno a guardare e con 3 ottime difese prima fermano l’attacco ospite e poi davanti “Il Barba” ne segna 7 di fila per il nuovo +13 (77-64).

Milwaukee Bucks – Cleveland Cavaliers 82-94
MIL: Ellis 37, Sanders 2 (12 rimb)
CLE: Gee 10, Thompson 14 (14 rimb), Zeller 11, Waiters 18, Irving 15, Miles 16

Monta Ellis chiude con 37 punti (15/27 dal campo) ma non basta a Milwaukee per evitare il K.O interno contro Cleveland; Cavaliers perfetti tanto che volano sul +20 (47-67) ma alzano le mani dal manubrio troppo presto facendosi rimontare fino a tenere solo 6 punti di vantaggio (63-69) sul finire del 3°, l’inerzia sembra per i padroni di casa ma Kyrie Irving sulla sirena segna il canestro del +8, successivamente Thompson e Miles segneranno subito ad inizio 4° quarto per il +12 Cavs (63-75) chiudendo i giochi.

Denver Nuggets – Charlotte Bobcats 110-88
DEN: Gallinari 12, Faried 15, Koufos 16, Iguodala 15, Brewer 10, McGee 14, Hamilton 11
CHA: Kidd-Gilchrist 11, Mullens 16 (14 rimb), Sessions 23, Williams 10

Italian Job: Gallinari 12 pt (1/5, 3/6, 1/2), 3 rimb (1 off), 1 ass, 2 rec, 1 stop

Il tassametro delle sconfitte consecutive dei Bobcats continua a correre senza sosta, 15 ° K.O filato colto al Pepsi Center contro i Nuggets; dopo i primi 24′ Charlotte è già sotto di 18 (64-46) grazie alla bomba del Gallo ad 1″ dalla sirena dell’intervallo lungo.

Portland Trail Blazers – Phoenix Suns 96-93
POR: Batum 13, Aldridge 17, Hickson 19 (15 rimb), Lillard 25
PHX: Gortat 18, Brown 15, Dragic 10, Morris 11, O’Neal 13

Invece continua la marcia dei Trail Blazers che nella notte hanno firmato la 5^ W consecutiva battendo di misura Phoenix; momento decisivo a 4’31” dalla fine quando Pavlovic e Lillard sparano in 29″ 2 triple consecutive per il +7 Portland (92-85), vantaggio gestito fino alla fine.

Golden State Warriors – Los Angeles Lakers 115-118 OT
GSW: Barnes 13, Lee 20 (11 rimb), Thompson 18, Curry 20, Jack 29 (11 ass), Landry 12
LAL: Howard 11, Gasol 9 (10 rimb), Bryant 34 (10 rimb), Nash 12, Meeks 12, World Peace 20, Hill 14

Kobe Bryant segna 34 punti (con 16/41 dal campo!) ma la notizia sono i 12+9 assist del rientrante Steve Nash nel successo al supplementare contro i Warriors; a portare tutti all’overtime ci pensa Jarrett Jack a 14″ col jumper del 108-108, sulla sirena ci proverà Kobe ma senza fortuna. Nell’exra-time Curry spara la boma del -1 (115-116) ma sarà proprio Nash a chiudere i giochi con il fadeaway del +3 (115-118). Sul finale Curry ci riproverà ma non troverà il canestro del pareggio.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B