Bryant batte Anthony in un match-thriller!

Bellissima partita allo Staples Center vinta dai Los Angeles Lakers con un grande Bryant e un Howard decisivo nel finale.

 

 

 

Los Angeles Lakers – New York Knicks 100-94
(25-23; 51-49; 77-78)

Lakers: Bryant 34, Gasol 13, Howard 14 (12 rimb), Morris, Nash 16 (11 ass), World Peace 20, Meeks 3, Hill, Duhon, Clark ne, Ebanks ne, Jamison ne, Sacre ne.
All.D’Antoni

Knicks: Thomas 6, Anthony 34, Chandler 6, Felton 10, Kidd 6, Brewer, Smith 25, Novak 3, Camby 4, Prigioni, Copeland ne, Wallace ne, White ne
All.Woodson

Top performance:
Rimbalzi: Howard 12 (2 off, LAL) / Chandler 9 (4 off, NYK)
Assist: Nash 11 (LAL) / Kidd 7 (NYK)
Recuperi: Howard 2 (LAL) / Felton 2 (NYK)
Palle perse: Nash 3 (LAL) / Anthony 3 (NYK)
Stoppate: Howard 2 (LAL) / Chandler 1 (NYK)

MVP: Kobe Bryant (LAL) 34 punti (13/19, 1/5, 5/7), 5 rimbalzi (1 off), 1 assist, 1 persa, 1 stop

Recap

La partita inizia nel segno di Steve Nash che segna e fa segnare ma New York c’è, ritmo alto, punteggio alto e notevoli percentuali dal campo, dopo i primi 12’ Lakers avanti di 2 grazie ad un 2+1 di Kobe Bryant (13 pt) a 5” dalla fine.
Knicks puliti ed efficienti in attacco malgrado un Melo non stratosferico (2/7) con i giallo-viola che continuano il loro calvario con gli aiuti in difesa.

Nel 2° quarto i giallo-viola iniziano a litigare col ferro, specie dalla lunga distanza, e le seconde linee arancioni tengono davanti NY, a metà frazione però momento delicato per Anthony; Camby entra, cade e nel cadere frana sulla gamba sinistra di Melo (ginocchio) ma l’ex Syracuse stringe i denti!
La partita resta punto-a-punto, J.R Smith spina nel fianco dei Lakers (14 punti in 14’) ma quest’ultimi sempre in scia con fiammate di un posseduto Metta World Peace (16 punti in 16’), proprio a 30” dall’intervallo i due sono protagonisti di una classica di testosterone con 3° fallo del fu Ron Artest.

Al riposo lungo ci vanno i Lakers davanti sul 51-49 grazie ad un jumper di Nash, Bryant 2 punti nel 2° quarto, New York meglio in generale e Anthony sta bene dopo il brivido.

Si torna in campo e i Knicks sono già caldi, dopo il layup da “cameriere” di Nash per il +2 (53-51) gli ospiti sparano un 10-0 con gli ultimi 5 realizzati da Anthony, +8 Knicks (53-61) dopo 3’ di gioco!
Ospiti che mantengono gli 8 di vantaggio (56-64) dopo uno splendido assist di Kidd per Melo ma Raimondo Felton si fa male al mignolo della mano sinistra dopo un contrasto nel rubare il pallone, panchina e ghiaccio ma niente di grave.
Attacco statico per i Lakers, Bryant dietro da segnali incoraggianti cercando di tirarsi dietro i compagni ma J.R Smith è incontenibile, suo il jumper del +9 (62-71) a 4’35”. Anthony (17 nella frazione) e Bryant (11 nella frazione) salgono in cattedra con canestri stupendi, World Peace ci mette ancora testosterone con Chandler guadagnando una palla contesa (con lacerazione sul bicipite destro) e alla sirena del 3° Knicks avanti 77-78 con Kobe cha fa 0/2 dalla lunetta per pareggiare e sorpassare sulla sirena.

Ultimo periodo entusiasmante malgrado un Melo dolorante, partita sempre sul botta/risposta, a 8’ Kobe taglia il traguardo dei 378 punti nel “Christmas Day” dalla lunetta dando via ad un 8-0 chiuso sempre dal #24 per il +5 (87-82) a 7’ dalla conclusione.
L.A adesso attacca bene sotto le direttive di Nash che tira Howard in mezzo, l’ex Magic ha la palla per dare il +6 ma le gambe non lo assistono nella rovesciata, successivamente Melo si compra un fallo e dalla lunetta riporta sul -2 i suoi (92-90) a 3’19”.

Kobe cerca una tripla impossibile dall’angolo ma Felton sbaglia da un passo l’appoggio (disturbo di Howard) del pareggio e sul capovolgimento Tyson Chandler esce per falli…ma anche World Peace lo seguirà con l’ennesimo fallo conquistato da Melo a 1’58”.
Steve Nash segna il suo fadeaway per il +5 (96-91) a 1’47”, Anthony sbaglia un altro appoggio da un passo, Nash non la uccide e J.R spara la bomba del -2 (96-94) a 60”.
Va in lunetta Gasol dopo un fallo conquistato con furbizia ma fa 1/2 (97-94) a 40”, J.R ci riprova con una tripla forzatissima ma stavolta niente fondo della retina, Bryant stoppato da Camby a 14” e Pau Gasol schiaccia in entrata e chiude il match!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B