Brooklyn lo chiama, ma Jackson dice no!

È partita la caccia al vice Johnson in quel di Brooklyn ma il grande sogno non verrà realizzato, e D-Will è sorpreso dall’esonero di Johnson.

I Brooklyn Nets stanno cercando un nuovo l’allenatore dopo che ieri Avery Johnson è stato esonerato dopo 28 partite (14-14), i bianco-neri non ci hanno messo molto ad individuare il loro grande obiettivo ma quest’ultimo, ed era scontato, ha preferito restarsene in pensione…per ora

Stiamo parlando logicamente di Phil Jackson che dopo lo smacco che gli hanno rifilato i Lakers era stato chiaro: “O i Lakers o niente” infatti i Nets si sono visti chiudere la porta in faccia dallo Zen; coach ad interim sarà l’assistente di Johnson ossia P.J Carlesimo ma la franchigia è ancora a caccia. Oltre a Jackson anche coach Stan Van Gundy ha espresso il suo “no,grazie” tramite un sms ad un giornalista di Orlando, Nate McMillan invece non è presente nella lista del GM Billy King che continua comunque a sperare in un ripensamento di Jackson, dietro di lui c’è l’opzione Larry Brown.

Intanto Deron Williams (28 anni) ha parlato dell’esonero del suo ex coach rimanendo al quanto sorpreso: “Non credo che le nostre sconfitte fossero colpa del coach, per quel che mi riguarda sono rimasto sorpreso da questa decisione, non ho mai avuto modo di parlare con il GM riguardo il coach”.

Da Twitter coach Avery Johnson ha ricevuto la solidarietà da parte di LeBron James (@KingJames) il quale ha scritto:

 

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B