Gallo e Spurs da favola, Heat e Knicks K.O!

Il Gallo batte Dallas, Bynum gli Heat, “Tri Amigos” per 84 punti, Charlotte 17 K.O mentre i Clippers sono a 16 W, Kings sulla sirena con NY!

 

 

Washington Wizards – Orlando Magic 105-97
WAS: Nene 23 (11 rimb), Okafor 2 (11 rimb), Beal 11, Seraphin 17, Temple 13, Crawford 27
ORL: Afflalo 26, Vucevic 8 (11 rimb), Nelson 16, Redick 23

Con 27 punti uscendo dalla panchina Jordan Crawford trascina i Wizards contro i Magic per la 4^ vittoria stagionale; Washington chiude sotto di 6 il 1° quarto (25-31) dopo esser stata sotto anche di 17 durante i primi 12′ minuti, negli ultimi 5′ del 2° quarto con un 14-4 i capitolini trovano il vantaggio sul 54-51 e non si gireranno più.

Indiana Pacers – Phoenix Suns 97-91
IND: George 15, West 14, Hibbert 8 (14 rimb), Stephenson 10, Hill 22, Hansbrough 12
PHX: Dudley 11, Scola 12, Gorta 15 (10 rimb), Brown 12, Telfair 19

Vittoria in volata per i Pacers sui Suns (senza Dragic) con George Hill mattatore del match; dopo che gli ospiti hanno preso il comando sull’81-83 a 5’19” dalla conclusione, David West è salito in cattedra realizzando 8 dei 10 punti di break che hanno portato Indiana sul 93-88 a 57″ dalla sirena finale.

Brooklyn Nets – Charlotte Bobcats 97-81
BKN: Lopez 26 (11 rimb), Johnson 16, Williams 19, Evans 5 (13 rimb)
CHA: Warrick 13, Sessions 12, Gordon 10

P.J Carlesimo vince la sua prima con i Nets contro i disastrati Bobcats, al loto K.O consecutivo n° 17; basta il 1° quarto ai bianco-neri per archiviare il match, 15-33 con 12 punti di Brook Lopez e 9 di Deron Williams.

Detroit Pistons – Miami Heat 109-99
DET: Prince 11, Singler 12, Daye 11, Drummond 10 (10 rimb), Bynum 25 (10 ass), Villanueva 18
MIA: James 35, Bosh 28

Senza Dwyane Wade Miami cade a Detroit sotto i colpi di uno scatenato Will Bynum (25+10 dalla panchina); Heat che vengono presi a schiaffi dalla riserve Pistons nel 2° quarto (41-20) dopo averli dominati nel 1° (17-32), il match viene ucciso dai padroni di casa ad inizio ultima frazione, sul -4 Heat (81-77), 9-0 di break Detroit per il +13 (90-77) che ha mandato i titoli di coda.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=_UJpwCR_eGc]

Cleveland Cavaliers – Atlanta Hawks 94-102
CLE: Gee 10, Zeller 12, Waiters 18, Irving 28, Miles 10
ATL: Korver 11, Horfod 14 (11 rimb), Williams 16, Teague 27, Tolliver 13

Kyrie Irving chiude a referto con 28 punti ma perde lo scontro diretto con Jeff Teague, che vince da solo a Cleveland; a 2’53” Irving segna il layup del +1 Cavs (94-93), peccato che sarà l’ultimo canestro dal campo dei Cavaliers. Atlanta chiuderà il match con un 9-0 partito con canestro e assist di Teague, seguiti dalla tripla spezza-gambe di Kyle Korver.

New Orleans Hornets – Toronto Raptors 97-104 OT
NOH: Davis 25, Rivers 11, Vasquez 20 (14 rib), Anderson 17 (12 rimb), Roberts 10
TOR: Davis 13, DeRozan 30, Anderson 16, Johnson 12, Lowry 17

Italian Job: Bargnani DNP

I Toronto Raptors tornano subito a vincere e lo fanno dopo un extra-time in quel di New Orleans; overtime raggiunto a 8″ dal termine da una tripla del solito Ryan Anderson, con DeRozan stoppato sulla sirena da Thomas. Hornets che però spariscono dal campo nei primi 4′ del supplementare subendo 9-2 per il +7 (93-100) a 1’10” dal termine.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=tE1LbKE2q1w]

Dallas Mavericks – Denver Nuggets 85-106
DAL: Kaman 12, Mayo 15, Collison 10, Carter 10, Wright 10
DEN: Gallinari 39, Faried 11 (19 rimb), Iguodala 20, Lawson 11, Miller 11

Italian Job: Gallinari 39 pt (7/12, 7/11, 4/4), 8 rimb (2 off), 3 ass, 1 persa

Pazzesca notte di Danilo Gallinari che da solo si carica sulle spalle l’attacco dei Nuggets e vince a Dallas; l’ex Milano realizza 10 dei 17 punti nel 17-6 con cui Denver chiude il 3° quarto entrano nell’ultimo avanti di 17 (70-87), mettendo in ghiaccio il successo.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=RgXoaqalBFk]

San Antonio Spurs – Houston Rockets 122-116
SAS: Duncan 30, Green 17, Parker 31 (10 ass), Ginobili 23
HOU: Parson 24, Harden 33, Lin 21, Douglas 21

James Hardene Jeremy Lin ci provano am sono impotenti davatri agli 84 punti dei “Tri Amigos” di San Antonio, che vince il 3° derby consecutivo sui Rockets; svolta del match dopo 2′ dell’ultima frazione, sul -4 Rockets (101-97) 11-0 di break Spurs aperto con la boma di Mills e chiuso da un layup di Jackson per il +15 (112-97).

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=4BB5KmwlH84]

Utah Jazz – Los Angeles Clippers 114-116
UTA: Millsap 12, Jefferson 22, Foye 28, Hayward 17, Burks 11
LAC: Butler 14, Griffin 22 (13 rimb), Jordan 16 810 rimb), Green 10, Paul 29, Crawford 12

Neanche dei super Utah jazz sono riusciti a fermare l’inarrestabile corsa dei Clippers, al loro 16° successo consecutivo; vittoria in rimonta (-19!) e di misura e arrivata proprio negli ultimi 3″ grazie alla freddezza dalla lunetta di CP3, il PG fa 2/2 per il 114-116, ultima chance per i Jazz che non trovano la tripla della vittoria con Foye.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=TbAXWDZXuAw]

Sacramento Kings – New York Knicks 106-105
SAC: Cousins 15 (10 rimb), Thornton 18, Thomas 11, Johnson 17, Brooks 10, Fredette 15
NYK: Chandler 21 (18 rimb), Kidd 16, Smith 28, Copeland 23, Nvak 11

Stavolta i New York Knicks periscono sulla sirena contro i Sacramento Kings con DeMarcus Cousins protagonista in positivo; il centro infatti scippa la palla a Tyson Chandler a 15″, Thomas sbaglia il jumper, rimbalzo di Johnson che sbaglia il layup ma Thomas gli prende il rimbalzo, apre per lo stesso Johnson che sulla sirena uccide i Knicks!

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=ig7ycXYj7jM]

Los Angeles Lakers – Portland Trail Blazers 104-87
LAL: Bryant 27, Gasol 15, Howard 21 (14 rimb)
POR: Batum 10, Aldridge 26, Lillard 11 Jeffries 11

Buona vittoria dei Lakers sui Blazers con un Dwight Howard incoraggiante; match mai messo in discussione, al riposo lungo giallo-viola comodamente e saldamente al comando sul 62-48 con Kobe a quota 15 punti e Howard a quota 17!

Golden State Warriors – Philadelphia 76ers 96-89
GSW: Barnes 10, Lee 25 (12 rimb), Thompson 14, Curry 11, Jack 16, Landry 15
PHI: T.Young 19 (10 rimb), Allen 11, Turner 10, Holiday 21 (10 ass), N.Young 13

Ultima partita della notte il successo casalingo dei Warriors sui Sixers con il solito David Lee da doppia-doppia; proprio il lungo bianco si scatena a 6’39” dalla conclusione realizzando 8 dei 10 punti nel 10-2 Warriors che ha dato il +10 (90-80) a 2’53”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • shaq4ever

    Più che Pistoia intendevo pistons.. Poi magari anche in Toscana giocano un gran basket

  • 8gld

    “bynum, evidentemente sotto gli influssi positivi di FMB e non ancora battezzato da stoppani, sembrava MJ”… aahhaahh

    tra i bynum sponda Det. e i Crawford sponda Wiz. metterei, un’occhiatina la darei con tutte le incognite del caso,
    L. Sanders da Milwaukee….non ancora battezzato da @fabiostoppani.

  • gasp

    @shaq4ever
    Quali Celtics intendi?

  • fabiostoppani

    Sanders non so ancora se battezzarlo o meno. So solo che non vede l’ora di rincontrare Pekovic per alzare la sua media nelle stoppate…
    D’ora in poi chiamatemi Don Stoppani. Come battezzo io i giocatori non lo fa nessuno…

  • 8gld

    Beh, da quando hai battezzato Felton ha sparacchiato tre partite e in più si è infortunato….non è tanto lo sparacchiamento quanto la velocità dell’accaduto dopo le parole…aahh

    Don Stoppani su L.Sanders attenderei…per adesso ha fatto vedere cose interessante non solo con Pek, si perde in falli.
    Ovviamente “grezzo”.

    Cmq Lin o non Lin questi Houston sono 6°. Per adesso una personale sorpresa.
    Non li seguo molto….McHale, da quando ha svestito l’abito da GM, non mi sembra uno “sprovveduto”.

  • shaq4ever

    Gasp
    L’ideale sarebbero stati quelli del primo anno pierce-Allen-garnett con il rondo di adesso.. Diciamo quelli al 3º anno allora, in cui rondo era ormai già un fenomeno e gli altri stavano si un po’ declinando ma non troppo

    Quando stoppani si metterà anche a fare esorcismi ci sarà veramente da tremare

  • gasp

    Ecco,nel 2010 i Celtics erano talentuosi e con una panchina profonda,prima Rondo era ancora acerbo e dopo i Big Three in declino.
    Stoppani che ne pensi di Asik? 🙂

  • shaq4ever

    Don, daje! Bastonami il turco!

  • gasp

    Scommetto che starà scrivendo un post lungo come il Nilo per dire cosa pensa di Asik 🙂

  • 8gld

    “Scommetto che starà scrivendo un post lungo come il Nilo per dire cosa pensa di Asik :)”….aaahhh

  • Il Nichilista

    @F.M.B.
    Non so che dire di Bynum, se non che lo abbiamo scoperto noi due 😉

  • cuni

    alert

    hai ragione su rivers, certamente! Io però personalmente credo che non riesca a mettere vicino cifre piuttosto buone a causa della sua mentalità da guardia (ergo: non sono il play e non devo necessariamente far girare la squadra) situata in un corpo di un play (perché altezza/peso sono analoghi a quelli di Rose per dire, ma lungi da me il voler fare un paragone tecnico)… Cioè la tecnica più ne hai meglio è ovviamente, e infatti non discuto che sarebbe stato opportuno almeno un altro anno a duke per arrivare più “skillato”, ma di crescere in altezza per diventare un prototipo di guardia NBA ormai non ha possibilità dato che ha 20 anni (oalmeno non credo, ma penso che la crescita fisica sia terminata).. secondo me se si mette in testa di fare il play diventa moooooooooolto buono

  • DW3

    cuni

    può divenatare la classica comboguard alla lowry.. però deve mettere su o le gambe di AI o più chili se no non diventerà mai uno che sposta…

  • Michael Philips

    Fabiostoppani

    Quando parli delle differenza tra james e durant, pare quasi che james sia un buon passatore, ma anni luce lontano da durant. Così come durant non si avvicina a james come passatore. Il problema è che james anche come realizzatore non ha nulla da invidiare a durant, segnano in modi differenti, ma il 6 ha medie in carriera in pts e assist superiori a quelle di durant. Quindi non facciamo passare l’idea che lebron è solo un buon realizzatore(27.6 in carriera, terzo dopo jordan e the stilt, che erano due cannibali).

    In difesa durant non ha ancora fatto il salto di qualità che tutti si aspettano, e questo ragazzo ha un potenziale che in pochi hanno avuto nella storia. Potrebbe difendere su ogni ruolo, ma per ora non sembra essere portato. Ma la storia NBA è piena di leggende con lacune difensive: vedi magic e bird, con The Legend più abile ma sempre privo di una vera doppia dimensione(vedi jordan, duncan e tanti altri).

    Detto questo quando vedo durant che sta per tirare penso: ora entra sicuro. Quando vedo james che sta per tirare invece ho mille dubbi.

    Ad oggi il mio MVP è Durant, ma c’è ancora più di metà stagione da giocare. Will bynum è dietro l’angolo…

  • D-Matt

    Ma senza wade gli heat non erano addirittura più forti?

  • lilin

    d-matt

    ahahah chi è stato il folle che ha detto ciò??

  • gasp

    No dai michael non spararmi michiate,MJ e Duncan erano e sono dei difensori eccellenti…

  • Heat Fan Since 07

    ieri lebron ne ha messi 35 ma ha me ha dato l’impressione di non impegnarsi più di tanto…avrebbe dovuto attaccare di più. e ne ha messi cmq 35. fa paura. letteralmente. eh si d.matt. miami senza wade è meglio,wade va ceduto LOL. scherzi a parte,quelli che dicono ciò non hanno mai visto il VERO Wade.

  • Michael Philips

    Gasp

    “Ma la storia NBA è piena di leggende con lacune difensive: vedi magic e bird, con The Legend più abile ma sempre privo di una vera doppia dimensione(vedi jordan, duncan e tanti altri).”

    Mi sono spiegato male. Intendevo che sia mj che duncan hanno sempre avuto una doppia dimensione attacco/difesa rispetto ad un magic o bird, due leggende assolute, ma che in difesa non spostavano.

  • shaq4ever

    Il problema semmai è che ormai il VERO wade è un po’ che non si fa vedere… È più costante gallinari…

  • gasp

    Ah,si hai ragione Magic e Bird erano scarsi in difesa,ma a quell’epoca era comune non essere super in difesa;gli attacchi erano incredibili ma le difese lasciavano a desiderare

  • è meglio che wade torni, lebron anche se gioca da solo non li fa 25 tiri,comunque altra partita monstre con la chicca delle 6 steals.ps gasp ma stavi scherzando quando dicevi che all’epoca di magic e bird non difendevano vero? mi vengono in mente così al primo colpo dennis johnson, rodman dumars ecc ecc

  • lo stesso mj pippen akeem (altro grandissimo difensore)starks,payton mourning e potrei continuare, allora si difendeva sul serio altro che stoppate

  • michele

    macchè scarsi in difesa bird e magic….semplicemente era un basket diverso, con un numero di possessi offensivi maggiore e risaltavano di meno le qualità difensive. poi arrivarono i bad boys e cambiarono la storia del gioco.

  • michele

    se andate a vedervi le fasi cruciali delle finali tra lakers e celtics le difese diventavano comunque tostissime. nell’azione del famoso canestro clutch di larry in gara 4 delle finals 1984 i lakers ad esempio difesero in maniera perfetta, bird fu costretto a estrarre dal cilindro uno dei suoi numeri ma era davvero al limite.

  • fabiostoppani

    Torno a casa e trovo tanta carne al fuoco!

    #Sanders Onestamente l’ho visto troppo poco per poter dare un giudizioso giudizio. Certo, le cifre colpiscono.

    #McHale Qui non riesco a capire se dietro a questi Rockets ci sia un po’ anche la sua mano oppure sia merito di questo branco di mezzi giocatori che sanno fare bene tutto ma non eccellono in nulla (ovviamente escludendo Harden). I Rockets hanno schemi molto semplici. O la butti in area o la spari. Non sembra esserci un lavoro tattico di livello dietro. Però trovo che McHale abbia saputo valorizzare tutti i giocatori che possiede, dando i giusti spazi e facendo uscir loro le proprie peculiarità. Finora ottimo lavoro. Ma serve ancora del tempo per capire la situazione come potrà sfociare. Resta il fatto che hanno stupito tantissimo anche il sottoscritto. Forse li sottovaluto troppo. In fondo è una squadra che il qualsiasi condizione ha sempre navigato per entrare ai PO.

    #Asik Onestamente il discorso è simile a Lin. Siamo vicino a OTTOMANO INFAME VATTENE DA HOUSTON ma sempre per un semplice motivo. Questo ora prende 5M e per quello che fa sono più che meritati. Alla fine difendicchia, qualche punto lo mette e prende pure rimbalzi (ma chi li dovrebbe prendere se non lui? Morris?). Bene. Il problema è che tra 2 anni prenderà 15M… Scherziamo…. No dico, scherziamo??
    Quindi stesso discorso di Lin. OTTOMANO INFAME VATTENE DA HOUSTON! Ma su questo sono abbastanza fiducioso, non ci sono i cinesi che pagano profumatamente… Poi tanto arriva Cousins….

    @MichaelPhilips Il mio ragionamento è questo. Durant è un ottimo passatore ma Lebron è un fenomeno per quel ruolo e quel fisico. Lebron è un ottimo realizzatore ma Durant è un fenomeno. Entrambi seguono l’istinto di valorizzare quello per cui rendono meglio. Poi certo, possiamo parlare di cifre. Ma quello che fa Durant al tiro non può esser descritto dalle statistiche. Cosi come i passaggi e come ti mette sotto canestro Lebron non possono esser letti dalle statistiche. Lebron è un ottimo realizzatore ma è inevitabilmente destinato ad esser superato da Durant anche alla voce statistiche. Durant ha avuto solo 4 anni (questo è il quinto) per mettere in regola i suoi 20 e passa da rookie. Durant non ha MAI tirato sopra i 20 tentativi (per tanti motivi ma basterebbe citare solo Westbrook) e quando l’ha fatto (20.3) ha superato i 30 a stagione. E’ uno che potrebbe metterne tranquillamente 40 a sera se solo volesse. Lebron ha 20.3 tentativi ma di media in carriera considerati gli anni a Cleveland dove tirava e tanto. Ma oltre a questo è l’assoluta qualità e difficoltà dei canestri che fa la differenza. Durant tira praticamente col 50% da 2 anni canestri fuori ritmo, allucinanti, di puro talento, da qualsiasi range. Difficoltà allo stato puro. Senza contare che l’anno scorso praticamente si metteva sempre in ritmo da solo perché nessuno l’aiutava, quest’anno è molto più assistito e si vede. Ma basterebbe questo ragionamento. Chi faccio tirare i liberi? Durant. Chi faccio tirare dalla media? Durant. Chi faccio tirare da 3? Durant. A chi i tiri dell’ultimo quarto? Durant. Ma in fondo segue proprio il tuo ragionamento. Se devo dare un tiro a chi lo do’? A Durant. Poi magari non entra perché non è che tira con l’80%… Ma una volta si e una volta no, in QUALSIASI condizione, il tiro brucia la retina. Questo è un fenomeno allo stato puro in fase offensiva. James ha tanto da insegnargli in altri aspetti. Apprezzo però il fatto che ultimamente abbia riscoperto il jumper. L’anno scorso l’aveva quasi abbandonato. Non si poteva vedere, nonostante sia stata una mossa stravincente.

  • jamikitt

    Fabio
    Ma possibile non riesci ad apprezzare quel tipo di contratto, ti intasa solo un anno, lasciandoti abbondantemente sotto il cap negli altri 2 con possibilita di prendere buoni FA.

    Poi il terzo anno si va di luxury, ma tanto hai il muso giallo che aiuta a pagare.

    Asik prende 8 mln a stagione, non un gran furto.

  • fabiostoppani

    Jami non l’apprezzo perché sarebbe come comprare una Porsche con un 1200 di motore pagandola 400 € al mese per 2 anni con maxi rate finali da 4000€. Eh, però ho una Porsche… Benissimo ma con un 1200 sotto al cofano! Ovvero sempre 15 pippi dovrò pagare al terzo anno e stiamo sempre parlando di Asik e Lin, non Griffin e Curry per cui posso considerare di aver fatto l’affarone. E quella squadra che andrò a costruire, il terzo anno subirà pesantemente il peso di quei due contratti. Perché se intanto prendo Cousins ed Evans, tra 2 anni mi ritroverò questi due, se va bene ma proprio extralusso, a 20 milioni, Harden altri 18, Lin e Asik altri 30… Solo questi cinque sono 70M non considerando le riserve. E mi ritrovo Lin e Asik, non Curry e Griffin. Scherziamo? Perché dovrei apprezzarli? Perché oggi pago 5 e domani fra contratti di lusso a giocatori mediocri, sforamenti del cap mi ritrovo ne le mer?

  • Accio

    Ragazzi posso farvi una piccola precisazione su Asik e Lin? Ormai so settimane che scrivete dei loro ingaggi e puntualmente sbagliate. Chi al 100% e jami al 50%.

    I due sopracitati hanno entrambi un contratto da 25M garantiti da Houston e spalmati in aniera perfetta nei 3 anni (quindi una media di 8.3M annui).

    Per Asik non sono certo al 100% ma per Lin il contratto 5+5+15 era l’unico che avrebbe potuto offrire NY in quanto, non possedendo i Bird Rights su JEremy avrebbe potuto pareggiare l’offerta offrendogli solo la MLE ovvero 5M all’anno. Vien da se che per equilibrare i 25 in 3 anni di Houston il 3° anno a NY sarebbe stato di 15M.

    Per quanto riguarda Asik penso che i Bulls avrebbero potuto offrirgli lo stesso contratto che prende ora ai Rockets avendo loro i Bird rights sul giocatore.

    Purtroppo Asik è stato accomunato alla situazione Lin per tempistiche più che altro.

    Dopo questo chiudo ribadendo: entrambi prendono 8.3M di dollari l’anno. Ora potete continuare le vostre discussioni.

  • fabiostoppani

    Ok Accio ma è quello che diciamo noi. Il terzo anno da salary prendi (sia Asik che Lin) 15M. Cosa inventi il terzo anno? Prendono 8 e passa di media l’anno ma di salary, tra 2 anni, ne prendono 30M in due. Asik e Lin. Parliamone.

  • fabiostoppani

    Il semplice ragionamento che hanno fatto sia NY che Chicago è stato il seguente: che sono pirla a pareggiare l’offerta per quei due giocatori?? Via il muso giallo da NY e via l’ottomano da Chicago. Andate a Houston. Grazie..

  • gasp

    Magic e Bird non è che difendevano chissà quanto,solo che tipi come Cooper,Johnson e altri pochi sapevano difendere bene,poi i punteggi alti dell’epoca oltre alle difese scarse erano fatti anche grazie al talento maggiore che c’era allora rispetto a oggi

  • alert70

    Vai che ci siamo…….

    http://espn.go.com/nba/dailydime/_/page/dime-121228-29/year-numbers

    Si parla del quasi ex Raptors Bargnani. Pronto per essere impacchettato verso qualche squadraccia da niente. Ancora non sanno se impacchettarlo con Lowry o con Calderon.

    Provo a parlare con Messina per farlo venire a Mosca.

  • alert70

    Un bell’articolo su Marco. Si parla di cosa riserverà il futuro con Hamilton e Rose.

    http://sports.yahoo.com/news/making-case-marco-belinelli-161600417–nba.html

  • Accio

    Ma sono stato poco chiaro mi sa. Lin e Asik hanno un contratto triennale per 8.3M l’anno.

    Il 5+5+15 valeva solo nel caso in cui Lin fosse rimasto ai Knicks.

    Per chi vuole sapere i contratti eccovi il link giusto: http://www.storytellerscontracts.com/