Anthony chiama Amar’e: “C’è bisogno di lui!”

La stella di New York chiama pubblicamente il tanto atteso compagno  che tornerà in campo con l’anno novo.

I New York Knicks hanno affrontato le ultime due partite senza Carmelo Anthony (28 anni) causa infortunio natalizio al ginocchio contro i Lakers, a Phoenix J.R Smith (27 anni) ha salvato la banda di Woodson sulla sirena ma il giorno dopo proprio sulla sirena i blu-arancio sono stati castigati, l’anno nuovo è alle porte e a NY c’è grande attesa per il ritorno di Amar’e Stoudemire (30 anni).

L’ex Phoenix Suns non ha giocato neanche 1″ in questa stagione, il clima nella Grane Mela non è proprio euforico, il timore è che il suo ritorno possa rovinare la super chimica che sta trascinando questi Knicks fino ad adesso ma Melo è il primo ad andare incontro il compagno: “Abbiamo bisogno di lui! Stiamo giocando bene e un giocatore in più col suo talento può solo esserci comodo, specie in questo momento in cui siamo prieni di infortuni” oltre all’ex Syracuse sono fuori anche Raymond Felton (28 anni), Iman Shumpert (22 anni) e Rasheed Wallace (28 anni).

Anthony ha infine concluso: “Per quel che mi riguarda sono sulla via del ritorno, mi sento pronto come la squadra lo è ad accogliere Amar’e”.

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Marrimba

    ci rivorrebbe Lin…..

  • davide85

    Da tifoso knicks Sono da sempre un sostenitore che Stat deve essere ceduto per nn rompere quel minimo di equilibrio creato quest anno, pero un minimo di tentativo almeno inizialmente lo farei, da 6 uomo per spezzare le partite o in alcuni momenti facendolo giocare da 5 con Melo che continuerebbe a fare il 4, lo so e complicato ma lui dovra accettare certi compromessi, senno fuori dalle balle, poi vediamo Woodson cosa risce a inventarsi! Dopo aver contribuito a “normalizzare” in positivo JR e Melo vediamo se fa un altro miracolo

  • Ammiraglio

    Davide

    Posso comprendere lo scetticismo, ma io aspetterei a vederlo in campo quando sarà al suo massimo.

    Ogni volta che si parla di Stoudemire, sembra che si parla di un deficiente che dovunque è andato ha distrutto chimica e spogliatoio.
    Non è quello di Phoenix, ok, ma non stiamo parlando neanche dell’ultimo pippone del pianeta.

  • Slevin1985

    Spero che faccia fare un ulteriore salto di qualità alla squadra, magari da &° uomo sperando che lo accetti senza troppi problemi, altrimenti cederlo è dura visto il super contratto. Io ho fiducia

  • makahuna

    Io sono convinto che alla fine la chimica la troveranno…ma il punto non è se partite In quintetto o sa sesto uomo…il punto è quale saranno i 5 closer nellenpartite che contano..perché anche jr parte dalla panca, ma le chiude lui…nei finali potresti tener fuori stat? ?? Non credo proprio

  • davide85

    Ammiraglio

    Hai perfettamente ragione, ma io amar’e nn lo reputo un deficiente anzi, un grande giocatore, ma sai da tifoso viste le problematiche emerse dopo le ultime 2 stagioni, metto davanti il bel lavoro che sta facendo la mia squadra a costo di rinunciare a un grande giocatore che potrebbe compromettere gli equilibri, e poi ho cmq detto che un minimo di tentivo lo farei, ma se ci dovesse essere un involuazione nel gioco e nei risultati, cessione immediata! Se poi ripeto Woodie trova una soluzione, ben venga eccome!!!

  • gasp

    Se STAT riuscirà a convivere con Anthony sono cazzi amari per tutti…

  • Ammiraglio

    davide

    La questione è questa: NY può ambire al titolo allo stato attuale delle cose? Direi di no. Può farlo nel caso che Stoudemire torni e si inserisca? Già più possibile.
    Quindi io vedrei la cosa come un’opportunità in più, non come un disastro imminente.
    NY è difficile che riesca a battere Miami, ma se a questa squadra ci aggiungi uno che comunque produce almeno un 15+8 allora le cose potrebbero cambiare.

    Per me, l’unica preoccupazione che deve avere NY sono gli infortuni; se tutti i vari veterani arrivano alla fine sani, allora vedremo una splendida finale ad Est, oltre che ad Ovest.

  • Lemmy

    Ormai per il titolo giocano in 4-5 al massimo in tutta la lega…le altre non hanno neanche la possibilità di ambire alle semifinali di conference, e quando dico altre intendo buone squadre attrezzate bene per disputare i Playoffs; si è creata una tale concentrazione di talento, vuoi per scelte della dirigenza (OKC ad esempio), vuoi per scelte fatte dai vari attori (Heat su tutte), tale per cui alle altre sono rimaste le briciole, in termini di talento non solo degli uomini di punta, ma anche per quanto concerne i comprimari e panchinari. Ora, la domanda è questa: è ciò che vogliono per l’NBA? Non sarebbe meglio diminuire il numero di squadre (già 25, cioè “soltanto” 5 in meno, sarebbe mooolto meglio)ed avere una regular e dei playoffs più avvincenti dove almeno la metà delle squadre potesse dire la sua per quanto riguarda la corsa al titolo?

  • Lemmy

    Perdonate il piccolo OT, però mi sembrava un buon spunto di riflessione… 🙂

  • Ammiraglio

    Lemmy

    Io dubito che troverai al mondo qualcuno, escludendo i proprietari e i familiari delle 5 cinque squadre da eliminare, che pensi il contrario di quello che hai detto.

  • gasp

    Scusami lemmy ma hai scoperto l’acqua calda

  • michele

    “si è creata una tale concentrazione di talento, vuoi per scelte della dirigenza (OKC ad esempio),”

    certo, Durant è stato il più grande steal of the draft del più grande dirigente sportivo di tutti i tempi, Sam Presti…..

  • 8gld

    Giuste parole…in fatti si tramutano in coesistenza. Proprio Anthony sarà l’ago della bilancia. Con Stat a 4 torna a fare il 3, con Stat a 5 si mette a 4. E’ stata proprio l’assenza di Stat che gli ha offerto una dimensione più “consona”….per arrivare in fondo la dovrà, all’evenienza, metter da parte.
    Stat verso L.A. non conviene, meglio per Wood provare.

    Interessante sarebbe vedere a disposizione l’intero roster con volontà di intenti.

  • 8gld

    In questo momento ci sono più talenti in entrata che in uscita.
    Dal prossimo anno o nei prossimi, tolto i Lakers, dovrebbero esser veramente poche le franchigie che sforano di molto il salari. Si dovrebbe arrivare con più facilità a far “girare” contratti e atleti rendendo i primi più “oculati e snelli”.
    Questo potrebbe portare a creare più di 4 squadre a competere o combattere per il titolo, l’approdo in finale o nelle rispettive conference.
    Si dovrebbero creare due tipi di franchigie: una con più “stelle” e meno roster, l’altra con una “stella” e più roster.
    Il discorso del numero delle franchigie è giusto ma poco “praticabile”….diciamo i mercati con passione, i soldi il “mezzo”.

  • mik

    Non correi fare il pignolo ma Rasheed ha una decade in più!

  • LA DOLOROSA VERITA’

    Il problema non è se Stat rientra, ma è in che maniera rientra…. Mi spiego: se Amarone torna in squadra con la voglia di ” occhio di bue ” ( nel senso delle luci puntate su di lui ) allora sono guai…. Se ( e non penso sia coerente col suo modus-vivendi ) decidesse di sacrificarsi in nome della chimica di squadra accettando un ruolo di panchinaro di super-lusso ( e parliamo di 20 milioni di verdoni a stagione ) allora forse si potrebbe addirittura auspicare un suo rientro…. In realtà a NY farebbero volentieri a meno di lui e del suo contratto capestro, ma vallo a piazzare un mostro salariale del genere ( dai Cuban, falla questa mattata…. tanto peggio di così… ). I proclami di Carmelo sono falsi in termini di reale bisogno di lui in squadra….. Shumpert ma soprattutto Rasheed saranno le vere addizioni da svolta….

  • Lemmy

    Michele, Durant forse no…ma aver selezionato anche Westbrook (nessuno si aspettava fosse un giocatore di tale livello), Ibaka e Harden (che poi ha comunque portato ad ottenre K. Martin), puntato su Sefolosha, ecc… non mi sembrano mosse fatte da un GM qualsiasi…tutti sarebbero stati bravi a selezionare Durant (soprattutto dopo che Oden era già stato preso), molti di meno a creare un team giovane e competitivo nel giro di 3 stagioni…

  • Accio

    Il vero punto l’ha centrato makahuna ovvero: STAT può anche partire dalla panca a patto che poi accetti un minutaggio di 20-25 minuti.

    Purtroppo in quest’ottica Amare non l’accetterà mai in quanto è pur sempre una all star con un enorme ego.

    Perché sappiamo tutti che nei finali di partita NY deve avere Melo + Chandler come 4 e 5. Soprattutto se gioca contro Miami.