Colpo Bulls a Miami, L.A è dei Clippers!

Miami perde in casa dai Bulls, OKC domina i 76ers, Irving batte Charlotte, Boston supera Indiana e i Clippers si aggiudicano il Derby.

 

 

 

Toronto Raptors – Sacramento Kings 96-105
TOR: Davis 11 (13 rimb), DeRozan 14, Calderon 13, Anderson 20, Lowry 24
SAC: Salmons 20, Thompson 14, Cousins 31 (20 rimb), Thomas 11

The Italian Job: Bargnani DNP

Una prestazione prorompente di DeMarcus Cousins da 31 punti e 20 rimbalzi spacca l’Air Canada Centre, e regala un’inaspettata vittoria ai suoi Sacramento Kings. Il match è stato deciso nel terzo quarto, quando i Kings piazzano un parziale di 20-4 e chiudono all’ultimo intervallo avanti 63-82; nel’ultimo periodo controllano senza grossi problemi il vantaggio.

Washington Wizards – Brooklyn Nets 113-115 2OT
WAS: Webster 14, Nene 20, Okafor 13, Beal 24, Crawford 23
BKN: Lopez 27 (13 rimb), Johnson 18, Williams 24 (10 ass), Blatche 13 (12 rimb)

Servono ben due overtime ai Brooklyn Nets di un Lopez da 27 punti e 13 rimbalzi ad avere la meglio dei Whashington Wizards. A 8 decimi dalla sirena finale, ci pensa Nene a mandare tutti al supplementare, quando 3″ prima  Lopez sembrava aver chiuso i giochi. Nel primo overtime la franchigia della capitale scappa sul 101-93 con un paio di liberi di Webster, ma un parziale di 11-0 propiziato da una tripla di Bogans e perfezionato dai liberi di Williams cambia completamente le carte della partita (101-104), ma Beal ad 1″ dalla fine, da tre punti segna e regala un’altra vita a Whashington. L’ultimo e decisivo supplementare è più equilibrato e si arriva a 9″ dalla sirena finale inperfetta parità a quota 113, Johnson quasi sulla sirena segna da 2, lasciando solo 4 decimi a Crawford che da dietro l’arco fallisce il tiro della vittoria.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=SD94ZEkyF8g]

Charlotte Bobcats – Cleveland Cavs 104-106
CHA: Taylor 11, Henderson 17, Walker 11, Sessions 20, Gordon 27
CLE: Thompson 19 (11 rimb), Miles 18, Irwing 33

Finale con palpitazione anche in quel di Charlotte, dove i Cleveland Cavs vengono trascinati completamente da Irwing (33 punti), mentre ai Bobcats non bastano i 27 dalla panchina di Gordon. A 36″ dalla fine due liberi di Thompson danno il +2 ai Cavs (102-104), dall’altra parte Henderson pareggia i conti, Irwing ad 1″ dalla fine dalla media porta in vantaggio i suoi, Henederson non riuscirà segnare da tre subito dopo.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=8diMmdH-8Ws]

Detroit Pistons – Atlanta HAwks 85-84
DET: Maxiell 10 (10 rimb), Monroe 18, Stuckey 10, Daye 20
ATL: Korver 10, Smith 20, Horford 18 (15 rimb), Williams 17

Si fermano a sorpresa gli Atlanta HAwks sul campo dei Detroit Pistons, anche qua con un punteggio molto tirato, oltre ai 18 di Monroe arrivano anche i 20 punti dalla panchina di Daye. Dopo aver dominato il secondo quarto, Detroit chiude avanti di 12 lunghezze all’ultimo riposo, ma gli Hawks tornano prepotentemente in partita e a 5″ Horford manda a -1 i suoi, Prince dall’altra parte perde una palla sanguinosa, ma gli Hawks non sfruttano l’occasione perchè Williams sulla sirena viene cancellato da Drummond.

Miami Heat – Chicago Bulls 89-96
MIA: James 30, Bosh 14, Wade 22,
CHI: Boozer 27 (12 rimb), Noah 13 (12 rimb), Hinrich 10, Robinson 13

The Italian Job: Belinelli 7 punti (2/5, 1/3, 0/0), 1 persa

Un’altra sorpresa arriva dall’American Arlines Arena, dove i Miami Heat vengono battuti dai Chicago Bulls del nostro Marco Belinelli (7 punti), grazie ad una super prestazione di Carlos Boozer (27 punti e 12 rimbalzi); agli Heat a parte i 30 di James e i 22 di Wade, non c’è stato nient’altro. Il match prende una piega decisamente favorevole ai Bulls quando Robinson piazza la tripla del +10 a metà ultimo periodo, vantaggio poi controllato fino alla fine.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=N2tZ_WzsihI]

Boston Celtics – Indiana Pacers 94-75
BOS: Pierce 13, Garnett 18, Rondo 18, Lee 13
IND: West 10 (10 rimb), Hansbrough 19

Vittoria convincente da parte dei Boston Celtics, che battono gli Indiana Pacers una delle squadre più calde del momento e tornano a respirare un po’ di ossigeno grazie alla coppia Garnett-Rondo. Il match all’intervallo è gia ben indirizzato, il secondo parziale dice 32-19 Celtics, la seconda parte di gara serve solo ad aumentare il vantaggio.

Memphis Grizzlies – Portland Trail Blazers 84-86
MEM: Gay 19, Speights 22 (13 rimb), Gasol 12, Arthur 10
POR: Batum 11, Aldridge 15 (12 rimb), Hickson 19 (11 rimb), Matthews 21

Il Tandem Hickson-Aldridge trascina Portland al Ford Center di Memphis, in un finale al cardiopalma; per i Grizzlies non basta la doppia doppia da 22 e 13 di Speights. A 1′ dalla fine Speights fa 2/2 ai liberi e da il -1 ai suoi (84-85), i Grizzlies dopo un paio di errori da parte di Batum e Hickson, sciupano più volte il canestro del vantaggio, e a 2″ dalla sirena Aldridge fa 1/2 ai liberi dando il +2 a Portland; sulla sirena Gay non riesce a portare tutti al supplementare.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=O9pCWInoyoU]

Oklahoma City Thunder – Philadelphia 76ers 109-85
OKC: Durant 26, Ibaka 15 (10), Westbrook 27, Martin 16
PHI: Young 10, Holiday 15, Wright 11, Young 21

Ci mettono più del solito gli Oklahoma City Thunder a chiudere la pratica 76ers, Durant (25 punti) e Westbrook (27 punti) dominano comunque la gara. Il primo tempo è piuttosto equilibrato,  invece nella seconda parte di gioco i Thunder si scatenano e senza chissà quale problema chiudono i giochi anzi tempo.

Milwaukee Bucks – Houston Rockets 101-115
MIL: Udoh 10, Ellis 12, Jennings 16, Henson 11 (15 rimb), Udrih 11, Dunleavy 12
HOU: Asik 13, Harden 29, Douglas 18, Patterson, Delfino 22

A Milwaukee arriva un’altra vittoria in trasferta, ed è quella degli Houston Rockets di un James Harden da 29 punti, ma oltre a questi arrivano ben 50 punti dalla panchina che hanno fatto decisamente la differenza; per i Bucks prestazione deludente da parte di Monta Ellis (11 punti con 5/19 dal campo). Un terzo periodo da 30-14 sposta completamente l’inerzia dalla parte di Houston, dopo che i Bucks avevano chiuso all’intervallo lungo avanti di 11 lunghezze; nell’ultimo periodo viene confermato il trand positivo messo in atto in quello precedente da Harden e compagni.

Phoenix Suns – Utah Jazz 80-87
PHO: Scola 15, Gortat 18 (11 rimb), Dudley 16, Dragic 17, Telfair 10
UTA: Millsap 19 (10 rimb), Jefferson 21, Foye 13, Favors 10, Hayward 14

In Arizona arriva la settima vittoria in trasferta della serata, a metterla a segno sono gli Utah Jazz, grazie ad una prova solida sotto le plance da parte di Jefferson e Millsap (21+19). Un parziale di 17-9 nel secondo periodo sposta l’inerzia a favore dei Jazz, ma il terzo è quello decisivo dove i Jazz appunto mettono tra se e i Suns un buon margine di vantaggio, controllato poi senza problemi nell’ultimo periodo.

Los Angeles Clippers – Los Angeles Lakers 107-102
LAC: Paul 30 (13 ass), Griffin 24, Green 10,
LAL: Howard 21 (15 rimb), Bryant 38, Nash 12, Meeks 14, Hill 13

Un superbo Chris Paul da 30 punti e 13 assist si prende letteralmente di forza il Derby di Los Angeles, in un match che è stato in bilico fino alla fine; per i Lakers non basta un Kobe Bryant strabiliante da 38 punti ma soprattutto che difende con 5 palle recuperate. I Clippers controllano per tutta la gara il match e a metà ultimo periodo sembrano averlo chiuso senza soffrire troppo, ma Bryant non si da per vinto e trascina con l’aiuto di Nash e Howard i Lakers fino al -2 con 1:29 da giocare. A far tornare tutto nella norma non ci può pensare nient’altro che Paul, il quale in una situazione parecchio complicata si guadagna i due liberi del +4 (101-97), subito dopo Bryant sbaglia da tre e Paul sul ribaltamento di fronte in 1vs1 contro lo stesso Kobe segna il jumper che spezza le gambe gialloviola; nel finale Paul è glaciale dalla lunetta e regala la vittoria ai suoi Clippers.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=b2pR_d-f1uw]

 

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P