NCAA Night Report (5/1/13)

Nottata di sorprese, Ohio State crolla con Illinois, Marquette ha la meglio su Georgetown, nessun problema per Duke e Creighton

 
 

Duke(#1) – Wake Forest 80-62
DUKE: Curry 22, Kelly 22, Plumlee 13(12 rimb.), Sulaimon 12 Cook 0(14ass.)
WAKE: McKie 22(11 rimb.), Harris 19, McIntyre 8, Moto 4, Thomas 0(12 rimb.)

Dopo 14 partite ancora percorso netto per Duke che anche contro Wake Forest non incontra particolari problemi, la partenza sprint di Ryan Kelly da subito un chiaro segnale, a vantaggio ormai acquisito nel secondo tempo i BluDevils allentano un po’ ma per Wake Forest non c’ niente da fare.

Arizona(#3) – Utah 60-57
ARIZ: Hill 19, Lyons 12, Ashley 11, Johnson 7, Parrom 7
UTAH: Loveridge 17, Washburn 17(11rimb.), DuBois 12, Dean 5

Vittoria sudata per Arizona che contro Utah fatica più del previsto in una partita che si è giocata punto a punto per quasi tutto il secondo tempo dopo che i Wildcats avevano dilapidato un vantaggio di 9 punti. A 7” dalla fine DuBois ha la palla del sorpasso ma il tiro da 3 si spegne fuori.

Illinois(#11) – Ohio State(#8) 74-54
OSU: Thomas 24, Craft 11, Smith 8, Ravenel
ILL: Paul 19, Egwu 16, Abrams 13, Bertrand 12

Italian Job: Della Valle 2 pt (1/1 da 2), 1 rubata

Brutta confitta per i Buckeyes che cadono pesantemente contro Illinois in una partita che non li vede mai in grado di resistere ai colpi dei Fighting Illini, i 24 di Thomas non bastano e il 30% al tiro fa il resto, Per Illinois da segnalare l’ottima prova del sophomore Nnanna Egwu con 16 punti e 8 rimbalzi.

Santa Clara –Gonzaga(#10) 81-74
SCU: Foster 29, Trasolini 19, Roguemore 11, Cowels III 7
GONZ: Olynyk 33(10 rimb.) Harris 14, Bell 12, Dower 8

Gonzaga sempre più in forma in questa parte di stagione supera anche Santa Clara nella seconda partita della WCC, assoluto padrone della serata è Kelly Olynyk che realizza 33 punti con soli 3 errori al tiro raccogliendo anche 10 rimbalzi, Foster prova a guidare l’attacco dei Broncos, ma il 2 su 12 da 3 punti ne limita l’impatto sulla partita nonostante segni 29 punti.

Missouri(#12) – Bucknell 66-64
MIZZ: Pressey 26, Bowers 16, Oriakhi 9, Ross 5
BUCK: Muscala 25(14 rimb.), Ayesr 13, Johnson 11, Wilman 8

Alla fine arriva la vittoria per Missouri che solo nel finale riesce ad avere la meglio su una Bucknell in serata ma che a 5 minuti dalla fine con alcune scelte di tiro rivedibili butta via i 4 punti di vantaggio arrivando a 3 minuti e mezzo dalla fine sul 57-57, Pressey mette la tripla del + 3 per il 60-57, il finale punto a punto premia i Tigers che mantengono inviolato il parquet di casa.

Cincinnati(#14) – St. John’s 52-53
CIN: Wright 23, Rubles 14, Kilpatrick 7
SJU: Sampson 16, Harrison 15, Garrett 8, Obekpa 6

Un jumper a 31” dalla fine regala la vittoria a St. John’s dopo una partita che rischiava di sfuggire di mano con i Red Storm che a 5’ dalla fine erano sotto di 10 sul 38-48 e passati avanti sul 52-51 a 56” dalla sirena. Wright sbaglia il tiro da 3 allo scadere.

Marquette – Georgetown(#15) 49-48
MARQ: Blue 12, Gardner 12, Lockett 9(10 rimb.), Wilson 8
GTWN: Starks 18, Porter 13, Whittington 13

Marquette tiene a solo 48 punti GTown e mette in tasca uno dei tanti Upset di questa serata, Dopo una partita tiratissima dal primo all’ ultimo minuto, Lockett a 1” secondo dalla fine ha i liberi della vittoria ma clamorosamente fa 0su2(76% in stagione) fallendo anche il punto del pareggio.

Creighton(#16) – Indiana State 79-66
CREI: McDermott 25, Echenique 16(4 stop.), Chatman, Wragge 9
INST: Arop 13, Odum 13, Gant 12, Brown 9

Nonostante McDermott abbia disputato la solita grande partita, il vero ago della bilancia della partita è stato Gregory Echenique che con 16 punti, 9 rimbalzi e 4 stoppate è pressoché immarcabile per I centri delle Missouri Valley Conference, la partita vede I BlueJays soffrire nella prima frazione ma poi nel secondo tempo mette a segno ben 52 punti mostrandosi ancora una volta uno dei miglior attacchi della nazione.

Butler(#17) – New Orleans 57-44
BUT: Dunham 15, Marshall 13, Jones 11, Smith 9
UNO: Cook 11, McPhearson 10, Dixon 9, Nelson 5

Tutto facile per I Bulldogs che battono con facilità New Orleans che in questa stagione non è mai riuscita a vincere lontano dal campo di casa, Dunham dalla panchina realizza 15 punti per Butler in una partita dalle basse percentuali al tiro.

Michigan (#18) – Purdue 84-61
MSU: Harris 22, Dawson 14(11 rimb.), Trice 12, Valentina 11, Nix 10
PUR: Hammons 20, Byrd 14, Johnson 11, Johnson 8

Tutto facile per gli Spartans che vincono la loro prima partite nella Big Ten Conference, la partita viene chiusa nel secondo tempo dove i Boilermakers prendono un passivo di 17 punti dopo i 6 di differenza nel primo tempo. Ottima partita per il freshman Gary Harris

Notre Dame(#21) – Seton Hall 93-74
ND: Martin 22, Cooley 19, Atkins 17, Grant 13
HALL: Edwin 21, Cosby 21, Teague 17

Tutto facile per Notre Dame che contro la difesa ballerina dei Pirates ha vita facile riuscendo a tirare con oltre il 55% dal campo e 66% da 3, Martin e Atkins uccidono la partita con il complessivo 9 su 10 dalla lunga distanza .

Oklahoma State(#22) – Kansas State(#25) 67-73
KSU: McGruder 28, Williams 17, Gipson 9, Southwell 5
OKST: Smart 25, Brown 19, Forte 8, Nash 6

Kansas State decide di poggiare l’attacco su McGruder e Williams e la cosa funziona, i due combinano per 45 punti, per i Cowboys Marcus Smart non è abbastanza e paga le scarse percentuali dei suoi compagni, uno su tutti LeByan Nash che ultimamente è un po’ sceso di livello.

Boston College – North Carolina State(#23) 73-78
BC: Anderson 22(13 rimb.), Rahon 18, Jackson 11, Hanlan 10
NCST: Purvis 19, Brown 14, Wood 12, Howell 12(11 rimb.), Warren 11

Dopo essere stata in vantaggio per lunghi tratti della partita Boston College non riesce a completare l’opera cedendo ai Wolfpack di North Carolina State che vincono la loro prima partita stagione per la ACC, la svolta arriva a 3’47” dalla sirena con la tripla di Wood per il +3 NCST, il solito finale dei tiri liberi premia proprio gli ospiti che beneficiano dell’ errore da 3 punti di Rahon a 5” dalla fine.

Rutgers – Pittsburgh(#24) 67-62
RUTG: Carter 23, Mack 11, Miller 9, Judge 8
PITT: Moore 14, Woodall 11, Zanna 9, Adams 8

Rutgers parte subito forte con una difesa da ben più alto livello lasciando agli avversari tiri difficili che non vanno a buon esito, il primo tempo è tutto dalla parte dei Knights che dominano in lungo e largo anche grazie ai punti del solito Eli Carter che non delude mai dalla panchina, nel secondo te tempo il gioco però si fa più macchinoso, ma il vantaggio accumulato fino a quel punto non consente a Pittsburgh di vincere la partita.

S.Bei

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno! Nickname: Ste