Rondo tripla-doppia, Anthony 40, Gallinari c’è!

Rondo guida i Celtis ad Atlanta, Anthony ad Orlando e Gordon batte Dallas all’overtime, bene Gallinari, Spurs e Clippers sui Warriors.

 

 

 

Atlanta Hawks – Boston Celtics 81-89
ATL: Smith 12 (10 rimb), Williams 28, Teague 17
BOS: Pierce 26, Bass 10, Garnett 14, Rondo 14 (11 rimb, 10 ass)

Con un favoloso 3° quarto e un Rajon Rondo da tripla-doppia Boston espugna Atlanta; Celtics che faticano nei primi 24′ tanto da andare al riposo lungo sotto di 15 (53-38), ma nella terza frazione “la nascondono” ai falchi registrando un 33-9 che li porta sul +9 (62-71) sulla sirena del 3° quarto, vantaggio pois amministrato bel finale.

La Tripla-Doppia di Rajon
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=U8Gl_U6Urfg]

Orlando Magic – New York Knicks 106-114
ORL: Nicholson 11, Cucevic 11 (18 rimb), Afflalo 29, Nelson 29, McRoberts 2 (10 rimb)
NYK: Anthony 40, Chandler 14 (12 rimb), Kidd 15, Smith 18, Stoudemire 11

È servito un grande Carmelo Anthony da 40 punti (14/29 dal campo) a New York per battere a domicilio i Magic in un match ad elastico; padroni di casa che chiudono il 3° quarti avanti 89-81, Stoudemire spara la tripla dopo 15″ del 4° periodo e darà via ad un break di 14-6 che varrà il 95-95 a 6’45” dal termine. Melo si carica sulle spalle l’attacco segnando 9 punti negli ultimi 4′ ma ad uccidere il match sarà una tripla di Jason Kidd per il +7 (102-109) a 1’45”.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=ChJFF2iByls]

Indiana Pacers – Milwaukee Bucks 95-80
IND: West 10, Hibbert 20 (15 rimb), Stephenson 10, Hill 14
MIL: Sanders 12 (12 rimb), Ellis 21, Jennings 12, Henson 6 (13 rimb)

Roy Hibbert e gli Indiana Pacers battono senza difficoltà i Milwaukee Bucks; anche qui partita che vede la sua svolta ad inizio ripresa, ospiti che trovano il sorpasso sul 52-53 dopo un 6-0 iniziale, ma i padroni di casa rispondono immediatamente con un 8-0 andando avantii 60-53 e non si gireranno più indietro. Pacers che hanno spazzato via i Bucks sotto i tabelloni 59-39!

Brooklyn Nets – Sacramento Kings 113-93
BKN: Lopez 18, Evans 7 (12 rimb), Johnson 15, Williams 15, Blatche 15 (11 rimb), Brooks 15, Teletovic 14
SAC: Salmons 13, Thompson 15, Cousins 28 (11 rimb), Thomas 11, Brooks 13

Continua lil buon momento dei Nets sotto la guida di P.J Carlesimo e stanotte Mirza Teletovic è stato l’uomo decisivo; Brooklyn ha giocato un primo tempo super tirando col 67% e andando al riposo sul 65-47, nel break di 11-0 che ha dato il via alla volata 7 punti portano la firma del bosniaco!

Cleveland Cavaliers – Houston Rockets 104-112
CLE: Gee 18, Thompson 14 (16 rimb), Zeller 12, Irving 30, Waiters 13
HOU: Morris 11, Harden 29, Lin 20, Smith 11 (11 rimb), Patterson 15

Nessun problema per James Harden e i suoi Rockets contro i Cavs del solito e solo Kyrie Irving; proprio “Il barba” è stato protagonista della giocata che ha ucciso il match, a 5’52” dalla fine in maniera quasi miracolosa Harden spara una bomba da lontanissimo sulla sirena dei 24″ che varrà il +6 (88-94) proprio nel momento della rimonta Cavs.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=pr1YhEWd64c]

Minnesota Timberwolves – Portland Trail Blazers 97-102
MIN: Kirilenko 15, Cunningham 10 (12 rimb), Pekovic 21 (15 rimb), Ridnour 15, Barea 14, Williams 18
POR: Batum 26, Aldridge 14, Matthews 26, Hickson 2 (11 rimb), Lillard 20

Colpo esterno dei Portland Trail Blazers che bombardano con Batum e Matthews (5/6 e 5/7 da 3) i T-Wolves; Blazer che scappano nel 3° andando a toccare il +22 (51-73) dopo due triple consecutive di Batum, sembra chiusa ma Minnesota prova la rimonta, arriveranno fino al -4 (87-91) a 5’15” dalla conclusione ma la fatica della rimonta si farà sentire e sbaglieranno 8 tiri consecutivi facendo ri-scappare gli ospiti sul +9 (87-96).

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=alxYunHIg90]

Dallas Mavericks – New Orleans Hornets 96-99 OT
DAL: Nowitzki 20, Mayo 14, Collison 12, Carter 17, Brand 12
NOH: Aminu 10 (13 rimb), Gordon 14, Vasquez 25, Anderson 16, Smith 12

Altro colpo in trasferta lo mettono a segno i New Orleans Hornets di Greivis Vasquez che superano anche la prima vera prestazione di Dirk Nowiztki; il tedesco ha avuto la clamorosa chance dalla lunetta per vincere il match a 14″ ma il suo 1/2 ha dato solo il pareggio e l’ultima occasione a Vasquez sulla sirena, poi mancata.
Nell’overtime Eric Gordon decide l’incontro con un grande gioco da 3 punti messo a segno a 4″ per il +3 (96-99), sulla sirena ci ha provato Vince Carter la la sua tripla non ha trovato fortuna.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=RLOmwK9OEss]

San Antonio Spurs – Philadelphia 76ers 109-86
SAS: Duncan 16, Splitter 12 (10 rimb), Green 13, Parker 20, Ginobili 19, Neal 12
PHI: T.Young 11, Turner 12, Richardson 11, Holiday 11, N.Young 10, Hawes 22

Partita di ordinaria amministrazione per gli Spurs contro i Sixers; match mai messo in dubbio dai padroni di casa che hanno comandato dall’inizio alla fine, sul finire del 3° quarto Ginobili segna 5 punti consecutivi che danno il +18 (81-63).

Denver Nuggets – Utah Jazz 110-91
DEN: Gallinari 26, Faried 15 (10 rimb), Koufos 8 (13 rimb), Iguodala 18, Lawson 14, Miller 11
UTA: Ma.Williams 13, Millsap 15, Hayward 14

Italian Job: Gallinari 26 pt (6/9, 1/2, 11/12), 5 rimb (1 off), 3 ass, 1 rec, 4 perse

Comoda vittoria anche per i Nuggets trascinati da un ottimo Danilo Gallinari; Denver che chiude la pratica ad inizio 3° quarto con un 11-2 di break che vale il +13 (60-47), Utah prova una rimonta arrivando sul -4 (60-56) ma 7 punti del Gallo nel contro-break di 16–6 hanno ridato il +14 (76-62).

Los Angeles Clippers – Golden State Warriors 115-89
LAC: Butler 10, Griffin 20, Jordan 13, Green 11, Paul 27, Bledose 17, Barnes 11
GSW: Barnes 11, Lee 10, Thompson 14, Curry 10

Vittoria casalinga consecutiva numero 12 per i Clippers che si tolgono un sassolino dalla scarpa battendo finalmente i Golden State Warriors; partita già decisa dopo i primi 12′ con i Clips avanti 35-12, i Warriors non ci sono e a fine del 3° il vataggio sarà di 37 punti sul 103-66!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • gasp

    Si vidi allo United Center gara 1 e 2 e la prima i Bulls la vinsero con una superba difesa,la seconda se mi ricordo bene i Sonics furono sempre avanti ma nei minuti finali Chicago riusci a spuntarla,gara 3 la vidi per televisione e Jordan dominò e i Bulls vinsero di 20 punti,ma da mi spiego mio zio e gara 4 Seattle schiantò Chicago,gara 5 fu una partita incentrata sulle difese come gara 6 vinta grazie ai quasi 20 rimbalzi del verme.Io quelle Finals me le ricordo combattute da gara 3,forse sarò influenzato da mio zio supertifoso Bulls che li andava sempre a vedere.

  • gasp

    Ho sbagliato,me le ricordo combattutte da gara 2 in poi non da gara 3

  • che payton fosse forte in difesa non lo metto in dubbio, infatti fu difensore dell’anno ed era soprannominato il guianto e non perchè vendeva preservativi, ma quello che tu non potrai mai capire non avendo visto la finale è che dopo il clinic di gara3 con 36 punti e 27 nei primi 2 quarti,
    jordan come dice anche brazz non ebbe più bisogno di esagerare,ma gara 3 ti dimostra che in caso di bisogno avrebbe distrutto payton come ha fatto con chiunque in carriera, ma forse sul tubo tante cose non si capiscono

  • brazzz

    gasp
    ti ha già risposto il prescelto..non avrei potuto dire di meglio
    michele non mi riferivo a te,assolutamente..anzi,a nessuno in particolare..

  • il guanto gran soprannome,ma cambiando argomento sto vedendo un durant normale contro toronto, ecco è la stessa cosa delle finals 1996 che bisogno ha durant di fare il quarantello se non c’è partita

  • brazzz

    esatto..se ne avesse avuto bisogno,lo avrebbe fatto..semplicemnte non ce ne fu bisogno..con suns e jazz ce ne fu bisogno e li fece…altrimenti le serie non le avrebbero portate a casa..

  • michele cmq jordan lo marcava bryon russell un signor difensore e non hornacek,ma sei un ragazzo arguto e se chiedi in giro ti confermeranno quello che diciamo io e brazz, devi sapere che mj come disse un giornalista dopo i 55 in finale contro i suns fa tutto quello che deve fare per batterti,la differenza fra lui e bryant in fondo è proprio questa se servivano 50 ne faceva 50 se ne servivano 25 ne faceva 25 aveva il controllo totale sulle partite

  • brazzz

    prescelto

    perfetto..ed è questo,il totale controllo che aveva,che dai filmati non si può capire..o lo hai visto ai tempi o non ti puoi rendere conto…

  • michele

    prescelto

    ah quindi jordan sbagliò appositamente quattordici tiri su diciannove perchè non c’era bisogno del suo contributo offensivo e anzi dall’alto della sua immensa modestia ( la stessa che lo porta a dire smargiassate tipo “oggi potrei fare cento punti a partita”) voleva dimostrare di essere più umano.

    peccato che a jordan dopo gara 5 i giornalisti chiesero se soffrisse payton. mj rispose stizzito che aveva soltanto sbagliato alcuni tiri facili e che in gara 6 avrebbe distrutto payton, e infatti eheheheh

  • ok capisco il tuo punto di vista,ed è innegabile che sbagliò gara 6 ma quella partita è la prova che anche lui era umano,ma ripeto non sai cosa ti sei perso altro che kobe durant e lo stesso lebron , il vero fenomeno nella storia del basket è stato e rimarrà lui

  • fabiostoppani

    ripeto: Payton era un martello. Tra lui e Nash c’è almeno la stessa differenza che passa tra lui e Iverson.

    Ed io cosa avrei detto prima?

    Dispiace solo che Hobbes abbia prima lanciato la provocazione e poi abbia lasciato altri discutere per lui. Peccato.

  • michele ma per curiosità all’epoca della suddetta intervista quanti anni avevi 1 o 2 che ridere uno che da sentenze senza aver visto una partita di quelle di cui si sta parlando

  • michele

    ma guarda brazz, alla fine io sto difendendo bryant che ha toppato ( toppato per modo di dire) una singola gara di finale come fatto da jordan, apprezza il mio slancio celtico pacifista eheheheh

  • gasp

    Be Jordan io l’ho visto molte volte dal vivo e ogni volta mi sembrava un alieno venuto da chissà dove,era scioccante:era talmente superiore che sembrava un uomo contro nove bambini anche se giocava contro i vari Drexler,Barkley perchè aveva rapidità,atletismo,velocità,elevazione e riflessi doppi degli altri

  • e comunque dopo il tuo ultimo commento mi sono cadute le braccia , vuoi solo provocare parlando da bastian contrario ergo ti lascio perdere stammi bene

  • michele

    prescelto ma che c’entra?

    uno legge, guarda, si informa, recupera quello che è successo nel passato. non è che sulla seconda guerra mondiale possono aprire bocca solo quelli che l’hanno combattuta come mio bisnonno o brazz ( si scherza eheheh).

  • ah sei il solito tifoso di bryant che vuole sminuire jordan per fare grande kobe allora tutto si spiega,e poi secondo te una gara 7 alla morte equivale a quella gara 6 totalmente in controllo dei bulls ma per favore

  • ma non eri tifoso dei celtics?brazz è del 56 mi sembra non esageriamo, alla fine però le cose per sentito dire non rispecchiano la realtà fino in fondo, per esempio se uno non ha visto maradona ritiene messi di un’altro pianeta ma questa è un’altra storia

  • michele

    sì, hai proprio centrato il punto, caro “prescelto”. sono un kobe maniaco, vivo per il mamba, non riesco a darmi pace per quei caproni che ha in squadra e che gli impediscono di vincere un altro anello….

  • ciao ragazzi devo andare, michele continua a studiare che sei un ragazzo arguto epreparato

  • Accio

    manco il sarcasmo ormai si percepisce e siamo arrivati perfino a dire che MICHELE è un kobe boy.

    Poveretto il nostro amico col trifoglio tatuato sul cuore ti siamo vicini :*

  • alert70

    desimox

    Sarebbe folle quello scambio. I Kings sarebbero da fucilare se scambiassero Cousins per Gasol considerato che lo spagnolo non è un ragazzino. Ora che DMC sta giocando divinamente ed è anche in controllo non è pensabile una follia del genere. I Kings se lo devono tenere fino a quando non se lo porta via la neuro. E’ una realtà piccola che non può arrivare a talenti se non attraverso scelte. Quando ti ricapita uno così?

    Jordan
    Mi dava ai nervi, tifavo tutte le squadre avversarie perchè era il più forte/dominante. Ho visto le 5 finali NBA eccetto la prima e vi assicuro che il livello degli avversari era pazzesco. L’errore che fanno molti è che vedendo i filmati di 15/20 anni fa non si ha l’idea di cosa fosse l’ambiente e le emozioni che si provavano. Erano il top del top. Per quanto le si voglia guardare con obbiettività si tende inconsciamente o meno a fare paragoni con i campioni odierni. E’ come se un ragazzino di 5 anni tra 15 ci dicesse che le finali tra LeBron e Durant erano interessanti ma…..

  • cuni

    io ho appena letto la smentita di quella trade su una pagina di basket su facebook…

  • Ammiraglio

    Ho sbagliato a posizionare il termine “almeno”, dovevo metterlo poco dopo, evidenziando, al contrario di quanto scritto, che in realtà c’è più differenza tra Payton ed Iverson che tra Payton e Nash.

  • jamikitt

    Torno dal cinema, e leggo di un michele fan di kobe 🙂 cazzo avevano ragione i maya!