Colpo Magic, Miami domina i Kings, Wall c’è!

Orlano vince a casa di CP3, torna Wall e Washington batte Atlanta, pioggia di tripla a Sacramento per Miami, bene Dallas, Phila e Phoenix con la vittoria n° 2000!

 

 

Los Angeles Clippers – Orlando Magic 101-104
LAC: Griffin 30, Jordan 10, Green 10, Paul 10 (16 ass), Crawford 13, Barnes 10
ORL: Vucevic 18 (15 rimb), Afflalo 30, Nelson 11, Redick 21

Colpo degli Orlando Magic che fermano a 13 la striscia di vittorie consecutive dei Clippers tra le mura amiche; match deciso a 12″ dalla fine, sul -1 Clippers (101-102) e palla in mano Jamal Crawford commette un sanguinoso fallo offensivo e sul capovolgimento Vucevic schiaccia per il +3 a 8″, J-Move prova a farsi perdonare ma la sua tripla non troverà il canestro

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=p2fd-iBD5VY]

Chicago Bulls – Phoenix Suns 81-97
CHI: Deng 13m Boozer 15 (10 rimb), Noah 10 (13 rimb), Hamilton 12
PHX: Scola 22 (10 rimb), Brown 11, Telfair 13, Beasley 20

Italian Job: Belinelli 8 pt (3/9, 0/3, 2/3), 2 rimb (1 off)

Vittoria n° 2000 nella storia dei Phoenix Suns arrivata sul campo dei Bulls grazie ai 20 punti di un redivivo Mike Beasley; all’intervallo Phoenix avanti di 7 (42-49), nel 3° quarto Chicago non riesce mai a piazzare un break convincente e gli ospiti sfruttano i continui errori al tiro incrementando il loro vantaggio sui 13 punti (56-69) a 3’48” dalla sirena del 3°, margine che i padroni di casa non recupereranno più.

Dallas Mavericks – Memphis Grizzlies 104-83
DAL: Marion 20, Nowitzki 17, Kaman 14, Mayo 11, Collison 10, Brand 10
MEM: Gay 12, Arthur 11, Selby 10

I Dallas Mavericks sfruttano lo sforzo dei Grizzlies nella notte precedente per battergli; nel 2° quarto i padroni di casa tirano col 58% (10/17) sparando anche 4 triple con Marion, Nowitzki, Carter e Crowder, il parziale dice 29-21 e i Mavs vanno al riposo sul +15 (54-39).

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=CLiIkaI1Pig]

Sacramento Kings – Miami Heat 99-128
SAC: Cousins 11, Thomas 34, Johnso 11, Robinson 10
MIA: James 20, Bosh 16, Wade 11, Chalmers 34, Allen 10, Miller 12

Miami trova la sua prima vittoria esterna e lo fa bombardando da 3 Sacramento (17/37) soprattutto con Super Mario Chalmers che chiude a referto con 34 punti e 10/13 da 3; match mai messo in discussione per i campioni in carica che già all’intervallo erano avanti di 22 punti (44-66).

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=Vi9I3PsCak4]

Whashington Wizards – Atlanta Hawks 93-83
WAS: Webster 15, Okafor 10 (10 rimb), Beal 16, Price 16, Wall 14
ATL: Smith 11, Horford 16 (12 rimb), Teague 19

Dopo la vittoria in rimonta di ieri notte, gli Atlanta Hakws perdono a Whashington contro una squadra che aveva nettamente più energie sotto i tabelloni (51 a 38 il conto dei rimbalzi) e che aveva un John Wall in più, nonostante la doppia doppia di Horford da 16 punti e 12 rimbalzi. La partita è stata decisa da un parziale di 6-0 griffato da Wall, a 5′ dalla fine sul punteggio di 83-77; ma è stata definitivamente chiusa dalla schiacciata in rovesciata col punto esclamativa da Trevor Ariza con 1:22 da giocare sul 93-81.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=K28G-LrjtSk]

Indiana Pacers – Charlotte Bobcats 96-88
IND: West 14 (12 rimb e 10 ass), Stephenson 17, Hill 19
CHA: Warick 13, Henderson 12, Walker 16, Gordon 21

Una tripla doppia di David West regala la quarta vittoria consecutiva ai Pacers, che amministrano forse con qualche patema di troppo i Charlotte Bobcats di un Ben Gordon da 21 punti. A metà dell’ultimo periodo sul punteggio di 76-75, un parziale di 11-3 propiziato dalla coppia Hill-Stephenson sposta definitivamente l’inerzia della partita, subito dopo arriva la tripla di Augustin a mettere tutti d’accordo.

Philadelphia 76ers – Houston Rockets 107-100
PHI: Turner 12, Young (18 rimb), Richardson 16, Hawes 10, Holiday 30
HOU: Parsons 23, Asik 16 (10 rimb), Harden 29, Delfino 16

Bella vittoria casalinga da parte dei 76ers che danno la terza sconfitta consecutiva agli Houston Rockets di un Harden da 29 punti; per i Sixers prova di un assoluta rilevanza di Jrue Holiday (30 punti). Col tabellone che recita 96-93 con 6′ da giocare prima della sirena finale, “Phila” piazza un parziale di 6-0 dal quale i Rockets non riusciranno più a risalire.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=s6300zNHzzU]

Detroit Pistons – Utah Jazz 87-90
DET: Monroe 12 (11 rimb), Knhight 16, Bynum 13
UTA: Millsap 17, Jefferson 20 (10 rimb), Foye 17, Burks 12

A Detroit arriva una pesante e inaspettata sconfitta casalinga dei Pistons, pesante perchè gli Utah JAzz vincono in rimonta, questo grazie alla solita coppia sotto le plance Jefferson-Millsap. Dopo essere arrivati sul 54-41 ad inizio terzo periodo, i Pistons si sgretolano e un parziale di 15-2 griffato Jefferson, sposta decisamente l’inerzia della gara; a metà dell’ultimop periodo sul punteggio di 74-76, i Jazz firmano un altro parziale di 7-0, da cui i Piston non si rialzeranno più.

 

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P

  • gasp

    Chalmers si esalta e spara triple anche da casa sua sbagliando pochissimo!MVP della serata sicuramente 🙂
    Nowitzki & co. si stanno risvegliando
    Sorpreso in positivo da Wall:ritorna dopo mesi di stop e firma una buona prestazione che fa vincere i derelitti Wizards

  • lilin

    chalmers pauroso…la metteva da qualunque posto stanotte, bene bene cosi, sacramento però davvero poca roba! un po deluso, magari era una serata no però…

    ieri stavo guardando un dvd della gazzetta di qualche anno fa e c era un pezzo in cui parlavano di ben gordon e nei primi suoi due anni sembrava davvero destinato a diventare una star dell nba…invece ha avuto un involuzione incredibile cavolo, peccato…

  • cuni

    Bravo chalmers, però piuttosto mettine 10/13 contro chicago o contro portland come le partite precedenti, contro sacramento gli heat avrebbero vinto comunque secondo me.. i kings lo hanno aiutato sicuramente, e in più era in giornata di grazia (non sto sminuendo il suo tiro da 3, intendiamoci)

  • gasp

    Lilin
    Be involuzione pazzesca no ma rispetto a quando era ai Bulls fa molto meno la differenza

  • michele

    se i mavericks si svegliano i lakers avranno un’altra rivale nella corsa all’ottavo posto.

  • D-Matt

    X fortuna che le squadre scandalose sono solo ad est! Scarsi come i kings non ne ho mai viste

  • lilin

    gasp

    beh ma dalle interviste dei giocatori da molti era considerato una futura stella della covata di wade lebron e melo…era un attaccante che quando era in serata ti faceva davvero male vedi i 48 a mil nel 3 anno…

    d-matt

    quoto, impresentabili sia in difesa sia in attacco…
    a metà del terzo quarto miami aveva realizzato una cosa come 30 punti in contropiede…il tutto con i big 3 che hanno giocato 25 min piu o meno..

  • lilin

    tra l altro ora washington sembrerebbe al completo credo, curioso di vedere cosa combinano…
    wall non ha cominciato malino dai..

  • Ammiraglio

    No infatti, D-Matt. L’hanno scorso i Bobcats hanno vinto la bellezza di 7 partite su 68; evidentemente segui la NBA da quest’anno.

  • gasp

    Be Gordon fa sempre 15-20 punti a partita solo che non fa più Mr 4° quarto come ai Bulls o 40 punti cioè la differenza.
    I Kings sarebbero molto talentuosi (Cousins,Evans,Thomas,Fredette) ma per vari motivi fanno schifo

  • evidentemente te invece la segui da un paio di anni visto che nel 2010 sia i Nets ad est che i T’Wolves ad ovest facevano a gara per chi ne vinceva meno

  • shaq4ever

    miami mi ha fatto un po’ incazzare perchè – a parte l’avversario modesto – hanno giocato da dio sia in difesa che in attacco. al contrario del solito hanno SEMPRE eseguito e mai 1vs1(o vs 5)
    sempre un passaggio in più e un tiro comodo, chalmers alla fine ha quasi sempre tirato con 2-3 metri di spazio e quindi è normale che entri. poi devi comunque metterli quelle 10 bombe
    una delle migliori prestazioni di squadra da quando ci sono i big 3
    sarà che chalmers era incazzato per aver sbagliato il tiro della vittoria e anche gli altri hanno voluto scrollarsi di dosso un po’ le difficoltà degli ultimi giorni (3-5 il record delle precedenti 8)
    tutto ciò nonostante fossero contro ad una bella frontline che normalmente dovrebbe metterli in difficoltà

  • D-Matt

    Ammiraglio

    Come sempre sei molto simpatico, ho detto quello perché trovate sempre una scusa x sminuire miami, ma voi siete dei grandi esperto di basket quindi non mi permetto di parlare tranquillamente con alcuni utenti! Chiedo scusa maestro.
    Se poi voi siete così convinti che Denver/lakers/jazz e chi ne ha più ne metta sia o così più forti di Boston / nets/ Atlanta/ indiana ecc ok allora avete ragione! Le squadraccie ogni anno ci sono sia a est che a ovest, i lakers perdono perché fanno schifo , infatti le mazzate le prendono/ prenderanno anche a est se vanno avanti così, ma li il problema è il baffo non la conference

  • No, ci sono più squadracce ad Est e non mi sembra essere faziosi ammetterlo, se invece bisogna dire per forza che Miami domina e vince nella Conference più forte va bene lo stesso.

  • michele

    l’ultima di tranquillo: kobe miglior giocatore in post basso della lega. che ne pensate? mi sembra un po’ esagerato……

  • Ammiraglio

    Non ho letto tutti i commenti, ma perchè, qualcuno ha detto che il problema dei Lakers è la conference?

    Poi che ci sia una differenza da parecchi anni ormai tra est ed ovest è risaputo.
    Comunque, fatti un favore, guarda le classifiche: Miami ad est è prima, ad ovest sarebbe quarta o quinta. NY che è seconda, sarebbe sesta ( e questo nonostante giochino tra loro).

    E pure il fondo classifica è di un altro livello; Sacramento ha un talento che squadre come Washington o Detroit o Orlando o Toronto se lo sognano. Poi ok, è una squadra di ragazzina totalmente disorganizzata, ma non è peggio di quelle suddette, come alla fine non è peggio anche di Charlotte.

    E per finire, Minnesota e Dallas, non fosse per gli infortuni, starebbero sopra il 50%.

    ps: si, lo so, sono un simpaticone 😉

  • Ammiraglio

    “ragazzini” ovviamente, dietro questa tastiera non c’è celato il mostro della cortina di ferro…

  • D-Matt

    Miami che sarebbe quinta è tutto da vedere , dato che fino ad ora ha perso con i clippers e demoliti gli intoccabili thunder( sia in finale che a natale) , oltre agli Spurs! Con i lakers giocherà tra poco e dubito non vinca , mentre anche con Dallas non ce stata storia ! Poi se guardi ii talento ti di anche ragione ma se i kings non lo esprimono non è colpa mia, quindi sono allo stesso livello di Toronto e company… Poi qualche sgambetto l’est lo fa ( thunder con wizards e stanotte i magic con i clips)

  • Ammiraglio

    “sono allo stesso livello di Toronto e company”

    Ma come? Non erano la squadra peggiore che avessi mai visto?
    ——

    Parlando di cose serie, ma LBJ che ha pisciato, ad un locale di Miami, quel puttanone della Minetti? Grandissimo!

  • D-Matt

    chiaverà talmente tante fighe che puo permettirsi di dare 2 di picche alla minetti! su di lei puttanone forse è ancora riduttivo

  • BBW_3

    Più che altro si va a momenti per la forza nelle varie conference. Negli anni 80-90 l’ovest faceva schifo (detto da buffa), mentre l’est era un cosa assurda, negli anni 2000 si sono assotigliate le differenze e adesso l’ovest è migliore, ma magari fra una 20 d’anni si ritornerà con l’est più forte, è questione di momenti. Comuqnue i Wizards a mio parere non fanno affatto schifo, hanno un gran bel rooster (wall-Beal-Ariza-Okafor-Nene) ma sono stati sfigatissimi con gli infortuni, Toronto sta risalendo, Charlotte è così bassa come record per la caduta delle 17L consecutive, Detroit si sta riprendendo come toronto dopo un inizio brutto. Cleveland ha un rooster molto giovane e con giocatori forti, peccato per l’infortunio a Varejao, vedremo con il ritorno di Lebron fra 2 anni cosa succederà. Orlando è in piena ricostruzione ma anche qui il rooster non è male, Vucevic mi sta colpendo molto poi.

  • fabiostoppani

    @BBW_3 Beh se Buffa ha detto che nei 90’s l’Ovest faceva schifo, avrebbe sparato una cagata delle sue. Sei sicuro? Perché di solito queste vaccate non le spara, preferisce concentrarsi in altri campi.
    Non posso che concordare sugli 80’s ma nei 90’s c’era Portland di Drexler che proprio all’inizio prese la scena per poi sparire. C’erano gli Spurs che erano già forti prima dell’arrivo di Duncan (miglior record RS 94-95) che nel dopo Jordan portò subito ad un titolo. I Rockets di Olajuwon non ne parliamo proprio. I Sonics per 5 anni furono una squadra pazzesca. I Jazz di Stockton to Malone erano già forti prima delle finali. Vogliamo parlare dei Suns di Barkley? Mancarono all’appello i Lakers, che diedero l’ultimo colpo di coda andando in finale contro MJ per ritornare sulla scena con l’arrivo di Shaq e Kobe proprio sulla fine della decade. Ma questa era la Conference di riferimento. Dall’altra parte, i C’s abdicarono peggio dei Lakers, rimasero a contendere una finale a Jordan i Knicks di Ewing che non ebbe mai una spalla per fare il salto vero (Starks?…. parliamone…) e i Pacers di Reggie Miller (stesso discorso di Ewing). A queste possiamo aggiungere i Magic di Shaq che furono una bellissima speranza prima della sua dipartita. Detto questo, la superiorità dell’Ovest era evidente.
    Mi stupisco che l’abbia detto (di solito sbaglia le valutazioni non i dati di fatto) ma anche se l’avesse detto, proviamo a dare un senso critico a quello che dice la Bibbia Buffa…
    A tal proposito, vorrei dare atto proprio a Buffa di aver azzeccato i Magic come possibile sorpresa. Io non l’avrei mai detto. Jacque Vaughn e la scuola Spurs lo hanno aiutato decisamente nella scelta. +++