Bynum si allena e tira: “Dolore sparito!”

Dita incrociate per i tifosi dei Sixers dopo le ultime incoraggianti notizie sul loro grande acquisto estivo che si sta allenando.

Se è un sogno non svegliate i tifosi di Philadelphia perché Andrew Bynum (24 anni) ha ricominciato ad allenarsi ma non solo con esercizi aerobici ma anche con il pallone, inoltre il giocatore ha aumentato il fuoco della speranza dicendo che si sente sempre meglio.

In questi giorni l’ex centro dei Lakers ha ripreso a tirare a canestro ma la notizia più rilevante riguarda il dolore al suo ginocchio: “Adesso è al minimo, non fa più male e posso allenarsi senza complicazioni” aggiungendo: “Non ho idea di quando potrò tornare ma lo voglio! Forse dopo la pausa per l’All-Star Game avremo più chiaro il quadro della situazione e spero che sia buono per poter già tornare”.

Infine sul suo lavoro: “La via è quella giusta, sto lavorando bene e sono sempre più ottimista”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • RR9

    attenzione….
    che se il bimbo torna n buone condizioni gli equlibri ad est si spostano e poi vedremo se lo scambio Howard-Bynum sia stato così geniale…

  • Nitrorob

    si ma non mandatelo a giocare a bowling ora! sennò siamo punto a capo un’altra volta!ahahahah

  • lilin

    rr9

    cosa intendi per equilibri spostati?
    io sinceramente phila la vedo cmq sotto a ny mia brokl e bos.

  • RR#9

    Che ai PO puó diventare un osso duro…

  • salviamo trigari

    Ci devono arrivare in zona PO, poi con l’ottavo seed quasi meglio non andarci per niente

  • gasp

    RR9
    Dici proprio di Bynum che può diventare un osso duro?Se si spacca anche giocando a bowling!ahahah

  • Quaqquo

    @ RR9

    uno scambio tra cerebrolesi. chi prendi prendi ma dal punto di vista “umano” ne esci comunque sconfitto. Dopo averlo coccolato per 5/6 anni, ora non ricordo quando è stato draftato e aver atteso invano un miglioramento a livello mentale credo fosse inevitabile mandarlo senza rimpianti via.

    Al di là dell’impatto che potranno avere in questi mesi prima degli eventuali (per entrambi) playoff, L.A. NON POTEVA ricostruire attorno al bambinone. E, per come la vedo io, NON DOVREBBE farlo neanche attorno ad Howard.

    I LOVE METTA !!!

  • gasp

    Quaqquo
    E su chi ricostruisci?Howard attualmente è il miglior centro della lega quindi ricostruire attorno a lui non mi sembra sbagliato

  • RR9

    sono daccordo…io avrei aspettato…piuttosto provavo a prendere Gay e rifondare su di lui…

  • quaqquo

    Gasp e RR9

    Gay sarebbe il classico giocatore “da lakers”, odiosamente stiloso e bello da vedere..purtroppo credo gli manchi il carattere per portare tutto il peso di una franchigia sulle spalle. Soprattutto una così esigente in termini di voglia di vincere sempre. Sarebbe un perfetto secondo violino secondo me. Su chi ricostruire…. Bho???? Io ho la fissa del ritorno a casa, quindi i primi due nomi sarebbero il barba o westbrook. Inarrivabili entrambi per ora, ovviamente, ma tra 2 anni magari…
    Per il dopo Kobe serve una superstar che oltre a essere fenomeno in campo abbia tutto il resto per essere in tutto e per tutto la faccia della franchigia.

    ODIO LA TASTIERA SAMSUNG ahahhaha

  • quaqquo

    Gasp

    dimenticavo, l’ho scritto un un altro post.. Su howard penso non sia saggio rischiare dandogli il max salariale come immagino vogliano fare. Se rimanesse a 12 all anno sarebbe un affarone, in modo da avere un altro contrattone al massimo da dare al prossimo e misterioso uomo franchigia

  • gasp

    Io preferirei il barba e si lo si potrebbe far arrivare tramite uno scambio,ma è altamente improbabile,uno tra Jennings o Ellis è molto più probabile perchè sono in scadenza e non vogliono rinnovare coi Bucks e quindi sarebbe in scadenza questa estate o sperare in magie manageriali alla West e scegliere alto al Draft