Rubio fa auto-critica: “Così non ci siamo!”

Lo spagnolo dopo un buon rientro sta faticando a tornare sui suoi livelli ma non colpevolizza l’infortunio al ginocchio.

Quando tornò in campo il 15 dicembre contro i Dallas Mavericks Ricky Rubio (22 anni) aveva ben impressionato i tifosi di Minnesota chiudendo con 8 punti e 9 assist, l’ex Barcellona aveva ben impressionato e si pensava che i T-Wolves potessero ripartire con le sue giocate ma così non è stato e il giocatore sta faticando molto.

Infatti ad oggi le medie dello spagnolo sono 4.2 punti e 4.9 assist in 21′ di utilizzo, il giocatore non si da pace e cerca di darsi una svegliata: “Quando un giocatore è sano deve intensificare di più il suo lavoro e dare il massimo, abbiamo avuti molti infortuni ma non devono essere una scusa er il nostro rendimento, soprattutto nel mio caso” aggiungendo: “Siamo qui per giocare, vincere e divertirci, non credo che ci stiamo divertendo, dobbiamo cambiare registro e non usare gli infortuni come scusa”.

Ad oggi Minnesota gioca senza la sua stella Kevin Love (24 anni), ha fermi ai box giocatori chiave come Nikola Pekovic (27 anni, contusione), Alexey Shved (24 anni, caviglia) e il povero Brandon Roy (28 anni).

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B