Miami soffre, Beli decisivo, Durant e Kobe K.O!

Tripla-doppia di James contro Toronto, il Beli decide il match con Detroit, Kobe e Durant sconfitti a Memphis e Golden State, bene il Gallo e Spurs.

 

 

 

Charlotte Bobcats – Atlanta Hawks 92-104
CHA: Walker 11, Biyombo 2 (10 rimb), Sessions 27, Gordon 15
ATL: Smith 30 (13 rimb), Johnson 12 (15 rimb), Korver 21, Teague 10

Senza Al Horford Josh Smith si carica sulle spalle gli Hawks e li trascina a Charlotte; sul finire del 2° quarto Charlotte arriva sul -2 (44-46) ma Atlanta riesce a chiudere con un 7-2 per andare al riposo lungo avanti 46-53, nel 3° i Bobcats cederanno di schianto finendo sotto di 17 punti (53-70).

Miami Heat – Toronto Raptors 123-116 OT
MIA: James 31 (10 rimb, 11 ass), Haslem 2 (10 rimb), Bosh 12 (12 rimb), Wade 35, Chalmers 14, Allen 18
TOR: Davis 13, Johnson 15, DeRozan 12, Calderon 17, Anderson 20, ROss 16, Lowry 13

Italian Job: Bargnani DNP

I Toronto Raptors spaventano i Miami Heat ma il duo James-Wade li salva al supplementare; nel 3° quarto i canadesi provano a scappare andando sul +10 (63-73) ma Miami riesce a reair subito con un 13-0 tornando in partita sul +3 (76-73), il match prosegue colpo-su-colpo con entrambe le squadre che nel finale hanno la chance di vincere dalla lunetta (DeRozan e Bosh 1/2), ad 1″ dei regolamentari LeBron ha la palla della vittoria ma il suo jumper non va.
Nell’overtime si scatena Dwyane Wade che realizza 5 punti nel break di 11-0 (2 triple di Allen) che porta Miami da -4 a +7 (121-114) a 38″ dalla sirena.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=APraH4bcPWg]

Chicago Bulls – Detroit Pistons 85-82
CHI: Butler 18, Boozer 16, Noah 10 (18 rimb), Hamilton 11, Gibson 14, Robinson 11
DET: Prince 11, Maxiell 6 (11 rimb), Singler 12, Knight 13, Stuckey 11

Italian Job: Belinelli 5 pt (2/4, 0/1, 1/1), 1 rimb, 1 rec, 1 persa

Vittoria di misura per i Bulls su Detroit con ancora una volta Marco Belinelli in versione “clutch player”; infatti è proprio Marco che a 7″ segna col fallo il canestro e il libero del +3 (85-82), negli ultimi 7″ Detroit sbaglierà due volte la tripla del pareggio con Prince e Stuckey

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=4Szwk2KRZGI]

Memphis Grizzlies – Los Angeles Lakers 106-93
MEM: Gay 12 (11 rimb), Randolph 12 (10 rimb), Allen 12, Conley 19, Arthut 20, Bayless 10
LAL: World Peace 15, Clakr 11, Bryant 29, Gasol 13

I Memphis Grizzlies rifilano il K.O consecutivo n° 4 ai Los Angeles Lakers dell’ormai solo Kobe Bryant (11/23 dal campo); proprio il “Black Mamba” si accende nella ripresa portando i suoi da -9 a -4 (67-63) a metà frazione, i Grizzlies non si spaventano e rispondono con un break spezza-gambe di 14-6 andando a toccare il +12 (81-69), di fatto la partita finirà in quel momento

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=1yIH4Vk7DcU]

Houston Rockets – Denver Nuggets 95-105
HOU: Patterson 10, Asik 6 (13 rimb), Harden 23, Morris 10, Delfino 15
DEN: Gallinari 18, Iguodala 14, Lawson 21, McGee 14, Chandler 20

Italian Job: Gallinari 18 pt (3/8, 3/5, 3/4), 6 rimb (3 off), 3 ass, 3 stop

Danilo Gallinari e i suoi Nuggets espugnano Houston con un’ottima prestazione corale, vani i 23 del solito (e solo) James Harden; la difesa di Karl è stata la chiave del match, una volta fermata la vena realizzativa di Harden i Nuggets hanno avuto vita facile, a metà del 3° punteggio sul 57-57 poi super parziale Nuggets di 21-5 e match in congelatore sul 62-78.

Minnesota Timberwolves – Brooklyn Nets 83-91
MIN: Kirilenko 15, Ridnour 13, Cunningham 14, Gelabale 11, Johnson 12
BKN: Lopez 22, Johnson 18, Williams 18, Watson 14

I Brooklyn Nets sfruttano al massimo le assenze nel pitturato d Minnesota e cavalcando Brook Lopez colgono il successo; T-Wolves che stanno bene in partita (68-70) ad inizio 4° ma dalla panchina dei Nets esce C.J Watson che segna 7 punti consecutivi per il +9 (68-77) a 8’12” dalla fine, Minnesota non rimonterà più.

San Antonio Spurs – New Orleans Hornets 106-102
SAS: Jackson 15, Splitter 25, Green 12, Parker 24 (13 rimb)
NOH: Gordon 17, Vasquez 15 (11 ass), Anderson 13, Roberts 10

Senza Tim Duncan gli Spurs soffrono un po’ con gli Hornets ma alla fine portano a casa il referto rosa; momento chiave a 5’52” dalla fine, Hornets avanti 86-85 e Tony Parker si mette in proprio segnando 8 punti nel break di 16-3 che ha dato il +12 (101.89) a 1’42” dall’ultima sirena.

Utah Jazz – Washington Wizards 92-88
UTA: Millsap 16 (15 rimb), Jefferson 11 (10 rimb), Foye 12, Tinsley 11, Hayward 15, Kanter 10
WAS: Webster 15, Okafor 6 (17 rimb), Price 10, wall 14

Anche i Jazz hanno avuto la loro “Gatta da pelare” con i Wizards riuscendo a scamparla nel finale; pratica che sembra chiusa a 3’14” dalla fine sul +8 Utah (88-80), ma Washington non molla e mette pressione ai padroni di casa (90-87) ma la freddezza di Randy Foye dalla lunetta a 11″ chiuderà i giochi.

Sacramento Kings – Phoenix Suns 96-106
SAC: Cousins 15 (15 rimb), Evans 16, Robinson 12, Johnson 14
PHX: Scola 21, Gortat 12, Dragic 12 (11 ass), Morris 10, Brown 12, Beasley 19

I Phoenix Suns tornano alla vittoria e lo fanno sul campi dei Kings; uomo-match Mike Beasley che nel 4° periodo si carica l’attacco Suns sulle spalle, suoi 11 punti nel break di 20-3 che ha dato il +11 (85-96) a 4’29” dal termine.

Portland Trail Blazers – Indiana Pacers 100-80
POR: Batum 10, Aldridge 27, Hickson 14 (13 rimb), Matthews 10, Lillard 20
IND: George 22, West 21, Hill 11

Match mai in discussione al Rose Garden di Portland dove i Blazers hanno asfaltato i Pacers; punteggio sul 24.24 ad inizio 2° quarto poi i Blazers mettono la freccia e con un 20-4 volano sul +16 (44-28) mandando i titoli di coda.

Golden State Warriors – Oklahoma City Thunder 104-99
GSW: Lee 22 (12 rimb), Thompson 19, Curry 31, Landry 20
OKC: Durant 33, Ibaka 12, Perkins 12, Westbrook 10, Martin 16

Dopo i Clippers anche i Thunder devono chinarsi difronte ai Warriors di un sempre più superlativo Steph Curry; momento decisivo a 37″ dalla conclusione, sul -3 OKC (101-98), KD va in lunetta ma fa 1/2, Curry non lo castiga ma KD a 14″ perde una sanguinosa palla che stavolta il PG di Jackson capitalizzerà con 2 liberi che daranno 2 possessi di vantaggio sul 103-99 a 12″.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=B0Ccx7POWh8]

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Per la scelta alta Gortat te lo possono dare, tanto phoenix sta andando male e ricostruisce in questi anni. Non so io farei qualcosa, Horford sarebbe anche troppo, però anche un Hickson, un Kaman se migliorasse in difesa, un Vucevic, un Mcgee (anche se Karl non te lo lascia), un Favors, insomma qualcosa meglio di Perkins si trova, soprattutto vedendo come anche difensivamente, negli ultimi due anni, non stia dando il contributo che dava ai Celtics.

  • JoH

    Gli Spurs per i giocatori, l’allenatore, il gioco e il concetto di squadra che hanno creato, si meritano, come minimo, un’altra finale prima di chiudere definitivamente il ciclo. Come idea di gruppo e squadra penso non ci sia mai stato nulla di simile in nessun altro sport…Sempre troppo poco elogiati, secondo me. Gruppo davvero irripetibile.

  • Nitrorob

    Perkins (tranne 2 partite l’anno più o meno) è dannoso, infatti Brooks lo fa giocare poco e mette sempre Collison e qui non ci sono dubbi!
    a questo punto io farei l’assalto ad un centro Atletico (visto l’indole della squadra) Hicskon non sarebbe male, però bo, per come la vedo proverei a puntare su un giovane promettente il prossimo anno.

  • desimox

    La scelta Raptors di ci parlavate ho letto poco tempo fa che è protetta 1-5 e 15-30 quest’anno quindi diventa Thunder solo se è tra la 6 e la 15 quindi caro Nitro Cody Zeller mi sa sarà scelto prima.
    Per quanto riguarda lo scambio Perkins tutti coloro che avete nominato sono tra i migliori centri in NBA. No ma dico io perchè mai delle squadre debbano dare a OKC giocatori come Horford o Gortat o Favors e avere in cambio un elefante e qualche giocatore che OKC lascia in NBDL? Siate seri sembrano peggio delle fantatrade sui Lakers!

  • michele

    benvenuti a “thunder-evolution”.

  • gasp

    No Michele benvenuti su “Nitrorob-evolution” 🙂

  • Nitrorob

    @ Desimox:

    prima ho scritto: “1- dove lo piazzi l’elefante? chi se lo prende?”
    pensi che non lo si sa? è dura piazzare una patacca cosi! per questo devi rinfoltire l’offerta con dei giovani

    ps. la scelta dei Raptors è top 4 non 6 da quello che so.

  • Hatersgonnahate

    Io sono un estimatore di Westbrook ma la domanda è:
    Cosa farebbe ai Bobcats,a Washington..cioè senza KD affianco e senza giocare in una contender?Quanto peso porterebbe?

  • FrankSinatra

    Se Felton da peso a Ny West sarebbe tanta roba anche a Washington secondo me tanta roba!

  • Il Nichilista

    Oggi mi sembrate un po’ fiacchi, rimpolpiamo un po’ la cagnera dai…
    Oggi Durant per la terza volta in carriera ha servito 9 o più assist.
    LeBron invece ha chiuso con 9 o più assist ben 197 partite.
    😉

  • allanhouston20

    Golden State mi fa impazzire… Klay Thompson e Steph meravigliosi, sotto se Lee regge insieme al corpaccione di Ezeli sono buoni, tra HB 40 e qualche minuto di Jefferson possono resistere anche all’ala piccola..
    i cambi che portano punti li hanno.
    curioso di vederli ai play-off

  • Magic

    Nitro, dai informazioni sbagliate a volte.
    perkins gioca sempre più di Collison, Perk 25 minuti li gioca sempre, Collison non credo proprio.
    Stanotte è stato un caso, 4falli in 6 minuti, non una scelta del coach, e poi…Collison è un onesto mestierante, nulla più, come Perkins del resto, entrambi mediocri, Collison è più intelligente mentre Perkins ha più fisico, non vedo un Collison eccezionale e un perkins disastroso…fanno il loro.

  • Nitrorob

    magic nn guardare i dati e basta!;-)
    Collison è oro confrontato a perkins, si fa trovare sempre pronto, prende rimb off e sopratutto nn perde tutte quelle palle!!
    basta poco per fare meglio dell’elefante