Vincono LBJ e Melo, super Gallo, Bryant K.O!

Miami passa a Brooklyn, Toronto spreca ad Atlanta, bene New York e Boston sgambetto Suns ai Lakers, Gallinari dominante contro Houston

 

 

RUDY GAY A TORONTO!

Philadelphia 76ers – Washington Wizards 92-84
PHI: T.Young 14, Hawes 12 (11 rimb), N.Young 18, Holiday 21, Allen 14
WAS: Webster 15, Nene 16, Okafor 15 (17 rimb), Ariza 12

Philadelphia supera agevolmente Washington in un match mai messo in discussione; Sixers padroni del campo dalla palla a due fino alla sirena finale, nel momento della mini-rimonta Wizards sul -11 (82-71) un mini-break di 5-0 (tripla Hawes e layup Holiday) ha ucciso definitivamente il match a 6′ dalla fine.

Indiana Pacers – Detroit Pistons 98-79
IND: George 10, West 14, Hibbert 18 (11 rimb), Stephenson 12 (11 rimb), Hill 15, Hansbrough 14 (11 rimb)
DET: Monroe 18, Stuckey 14, Bynum 13, Drummond 4 (14 rimb)

Anche ad Indianapolis partita di ordinaria amministrazione per i Pacers sui Pistons privi di Prince e Daye; momento chiave verso la fine del 2° quarto, con le riserve in campo Indiana si fa rimontare fino al -2 Detroi (36-34), poi tornano i titolari ed ecco il parziale di 18-2 per il +18 (54-36).

Boston Celtics – Sacramento Kings 99-81
BOS: Pierce 16 (10 rimb), Garnett 13, Bradley 11, Green 12, Terry 12
SAC: Cousins 13, Evans 19 (11 rimb), Robinson 11

Comodo successo per i Boston Celtics sui Kings aiutati proprio dagli avversari e dalle loro percentuali al tiro (29/74); Boston chiude sotto di 2 il 1° quarto (22-24) ma ne rifila un 2° da 37-14 (24-7 nei primi 6′) spaccando in due il match e andando al riposo sul +11 (59-48), Sacramento non rimonterà più.

New York Knicks – Orlando Magic 113-97
NYK: Anthony 20, Chandler 21, Felton 15, Smith 11, Stoudemire 14, Prigioni 11
ORL: Vucevic 12 (11 rimb), Nelson 21, Redick 29

Carmelo Anthony firma il record di franchigia giocando la sua 30esima partita consecutiva sopra sui 20 punti e NY passeggia nel finale su Olando; Magi che stanno bene in partita fino ad inizio 4° periodo, nei primi 5ì i Knicks piazzano un 9-5 che li spinge per la prima volta avanti in doppia-cifra (88-78) poi a metà frazione due triple in rapida sequenza di J.R e Melo uccidono gli ospiti mandandoli a -14 (94-80).

Atlanta Hawks – Toronto Raptors 93-92
ATL: Korver 17, Smith 20 (11 rimb), Horford 22 (10 rimb)
TOR: Anderson 15, DeRozan 23, Lowry 14, Lucas III

Italian Job: Bargnani DNP

In attesa del loro colpo di mercato Rudy gay i Raptors non riescono a vincere ad Atlanta, sconfitti di misura nel finale; a 21″ dalla fine Al Horford schiaccia il canestro del sorpasso sul 93-92 lasciando un’ultima chance agli ospiti i quali per 3 volte consecutive non troveranno il canestro, su questi 3 tentativi ben 2 stoppate di Horford (su Lowry e su DeRozan sulla sirena).

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=5eo6D92JImA]

Brooklyn Nets – Miami Heat 85-105
BKN: Lopez 21, Johnson 16, Blatche 12
MIA: James 24, Bosh 16, Wade 21, Chalmers 11

LeBron James guida Miami ad una bella vittoria a Brooklyn contro dei Nets che non hanno avuto niente da Deron Williams (9 punti e 5 assist); match deciso nel 3° quarto, le squadre entravano in perfetta parità sul 49-49, poi gli Heat hanno cambiato marcia giocando 12′ superlativi tradotti in 14-36 e chiusi con la bomba sulla sirena di Ray Allen, 63-85 e game over al Barclays Center.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=JKYIrENw7SA]

Milwaukee Bucks – Chicago Bulls 88-104
MIL: Ilyasova 18, Dalembert 14 (13 rimb), Ellis 12, Jennings 15, Dunleavy 11
CHI: Deng 12 (13 rimb), Gibson 14, Noah 12 (12 rimb), Hamilton 10, Butler 18, Robinson 24

Italian Job: Belinelli 8 pt (2/6, 1/2, 1/2), 1 rec, 1 stop

Nate Robinson si scatena nel 2° quarto e batte da solo i Milwaukee Bucks a domicilio; il 2° quarto ha recitato 32-18 Bulls e 16 di quei 32 hanno portato la firma di “KryptoNate”, al riposo lungo Chicago avanti di 18 (37-55).

Minnesota Timberwolves – Los Angeles Clippers 90-96
MIN: Kirilenko 14, Pekovic 17 (12 rimb), Shved 12, Barea 14
LAC: Butler 19, Griffin 26 (13 rimb), Jordan 16 812 rimb), Bledsoe 10 (10 ass), Crawford 17

Tornano al successo i Clippers e lo fanno sul campo dei T-Wolves; finale in volta con Minnesota avnti di 1 (88-87) a 3′ dalla fine ma non segnerà più, i Clippers piazzeranno un break di 9-2 col quale finiranno la partita, decisivo il gioco da 3 punti di Blake Griffin arrivato a 30″ e da un rimbalzo iffensivo di Eric Bledsoe.

San Antonio Spurs – Charlotte Bobcats 102-78
SAS: Leonard 18, Splitter 15, Green 17, Parker 22
CHA: Walker 16, Sessions 20, Gordon 11

Gregg Popovich, appena nominato allenatore della Western Conference,  tiene ancora a riposo Tim Duncan perché tanto gli Spurs si allenano contro i Bobcats; la forbice tra le due squadre tocca ad un certo punto 19 punti ma Charlotte non demorde e arriva sul -10 (87-77) a 4′ dalla fine, San Antonio chiuderà gli ultimi 4′ con un break di 15-1!

Denver Nuggets – Houston Rockets 118-110
DEN: Gallinari 27, Faried 19, Iguodala 15, Lawson 16, Miller 12
HOU: Parsons 21, Patterson 10, Asik 10 (18 rimb), Harden 21, Lin 22, Douglas 11

Italian Job: Gallinari 27 pt (6/8, 4/9, 3/6), 5 rimb, 2 ass, 3 perse, 4 stop

È un Danilo Gallinari Show quello che va in scena al Pepsi Center contro gli Houston Rockets; partita che cambia radicalmente tra la fine del 3° e l’inizio del 4° quarto, a 60″ dalla sirena del 3° Rockets avanti 77-85 e da quel momento Denver piazzerà un terrificante parziale di 24-3 che si concluderà dopo 5′ del 4° periodo portando gli uomini di Karl sul 101-88!

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=o_ONn7h6Hw8]

Utah Jazz – New Orleans Hornets 104-99
UTA: Ma.Williams 11, Millsap 25 (10 rimb), Jefferson 22, Foye 14, Favors 15
NOH: Davis 14, Aminu 3 (13 rimb), Vasquez 17, Anderson 16, Smith 10

Gli Utah Jazz faticano ma alla fine hanno la meglio sugli Hornets; a 2’18” dalla conclusione New Orleans si porta sul -1 (95-94) ma i jazz non si fanno prendere dal panico e con le loro torri piazzano respingono l’assalto ospite, 5-0 per il +6 (100-94) a 18″.

Phoenix Suns – Los Angeles Lakers 92-86
PHX: Scola 12, Gortata 14 812 rimb), Dudley 11, Dragic 11, Beasley 27
LAL: World Peace 15, Howard 9 (14 rimb), Bryant 17, Nash 11, Gasol 14, Jamison 13

Steve Nash torna a Phoenix ma i Suns tirano un brutto scherzetto ai Lakers fermando a 3 la striscia di vittorie consecutive, inoltre altro infortunio alla spalla per Dwight Howard; nel 4° finale Shannon Brown P.J Tucker prendono in consegna Kobe Bryant limitandolo a 2/7 dal campo e 0 assist, davanti invece a decidere il match è stato Mike Beasley, suo il layup a 43″ che ha scaturito il 6-0 finale col quale i Suns hanno vinto.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=HhkhIB70xT4]

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • desimox

    Anthony, tranne in una vittoria vs gli Spurs a metà novembre dove addirittura ne fece 9, in questa stagione ha fatto in tutte le sue gare almeno 20 punti!

    http://www.nba.com/playerfile/carmelo_anthony/game_by_game_stats.html

    Mica male. Secondo me è finalmente arrivato ad un livello di maturazione tale da poter essere quasi accostato al livello di James e Durant attuale. Pochi ci avrebbero scommesso sopra a inizio stagione.

  • Michael Philips

    Sulla pagina di Melo sempre su NBA.com:

    “One of the game’s top clutch performers; has made 17 game-winning shots in the final 10 seconds (16 regular season, one Playoffs)”

    Beh non male direi! A fine carriera forse supererà jordan e kobe, che sono a 20 e qualcosa non ricordo.

  • Nitrorob

    Infatti è per questo che io ancora considero Melo un clutcher migliore di KD

    poi certo anche Kd avrà le sue possibilità di metterli, ma per ora Melo è migliore sotto questo punto di vista

  • skin

    MP
    Se non sbaglio Jordan ha 33 game winning fatti tra RS e PO

  • a parte che jordan ha fatto più di 20 tiri decisivi bisogna anche considerare la percentuale tra quelli messi e quelli sbagliati è lì jordan sta su un altro pianeta mi pare che ha tipo il 50% o giù di lì mentre kobe ha una percentuale bassa tipo il 25% nonostante la fama che lo accompagna di clutch player, lebron incredibilmente sta messo benino anche sui tiri decisivi ma forse perchè ne tenta pochi

  • gasp grande il sito che hai suggerito molto esauriente, da quello che ho visto sembra che wilt domini nelle realizzazioni di regular season ma jordan lo surclassa decisamente nelle statistiche dei playoffs ed in generale detiene 24 record realizzativi contro i 18 di wilt: che fenomeni

  • Quaqquo

    .. e se non sbaglio Melo ha anche percentuali migliori di Kobe in quei tiri, e forse anche di MJ

  • dal sito suggerito da gasp vedo che jordan ha sui tiri decisivi esattamente 33 su 58 ben oltre il 50% assurdo direi

  • quaqquo melo ha percentuali migliori di kobe nei tiri decisivi ma non penso melo abbia 33 su 58 nessuno sta su quei livelli

  • Quaqquo

    prescelto si su Kobe ero quasi sicuro.. su Jordan ho sparato ma in effetti è inarrivabile. A meno che Irving non continui su questi livelli per un paio d’anni

  • gasp
  • grazie gasp

  • Haka

    jordan è un eccezione non la regola, percentuali migliori in the clutch rispetto a bryant ma anche a wade, lebron e tanti altri ce le hanno pure turkoglu e shawn marion, non penso ci sia qualche fulminato che preferirebbe affidare la palla a questi due invece che agli altri. è ovvio che più tiri e più le percentuali s’abbassano, anche pierce riconosciuto da tutti come un grandissimo clutcher ha percentuali simili a quelle di bryant

  • Yohei

    wow bel sito e bell articolo anche se di parte un po

  • Marimba

    Bryant ma qualce clutcher, è un vecchio con il morbo di parkinson, non riesce più a tenere la palla in mano come dimostrano le palle perse nel 4 quarto… ritirati dinosauro

  • Magic

    Come clutcher secondo me è eccezionale anche vincredible…

  • Sirio

    e si, a orlando in particolare lo ricordano per il suo sangue freddo dalla lunetta….

  • cuni

    bravo sirio..

  • Magic

    Non ho capito molto l’ironia…si vede che non hai mai visto i raptors p i nets dell’era carter, fatti un giro su youtube o su nba.com per verificare…a Orlando non esisteva più vincredible, paradossalmente sta facendo molto meglio a Dallas in questi due anni…(e nella penultima vs i thunder ha schiacciato in testa a ibaka allo scadere portando tutti all’ot…). Credo sia sciocca e infondata la tua ironia…o sei un tifoso magic rancoroso forse..

  • Sirio

    ma quale ironia, è storia

  • michele

    quaqquo

    oggi ti ho pensato, ho sentito uno dire ” non ho ancora schedulizzato i miei impegni” eheheheh

    quasi peggio di skillato.

  • È storia che Carter sia notoriamente un buon clutch player…poi se ha sbagliato un paio di liberi in una serie non va ad intaccare altre innumerevoli giocate clutch.

  • Magic

    @DrDre
    almeno qualcuno che l”NBA la guarda…come si fa a dire che carter non è un ottimo clutcher basandosi su dei liberi nella stagione peggiore della sua carriera…e non ricordare il vero carter…
    Sirio come fai a negare l’evidenza?!