Irving batte anche Durant, Spurs a forza 10!

Un Irving sempre più dominante batte Durant, i Bulls vincono ad Altanta, vittoria consecutiva n°10 per gli Spurs ma Duncan K.O!

 

 

 

Atlanta Hawks – Chicago Bulls 76-93
ATL: Smith 19 (13 rimb), Horford 14 (12 rimb), Korver 10, Teague 16
CHI: Deng 25 (14 rimb), Butler 16 (10 rimb), Gibson 19 (19 rimb), Robinson 20

Italian Job: Belinelli 5 punti (1/5, 0/3, 3/5), 3 rimb, 5 ass, 1 palla persa

Alla Philips Arena di Atlanta, i Chicago Bulls del nostro Marco Belinelli, senza i loro due lunghi titolari Boozer e Noah, danno letteralmente una prova di forza proprio sotto i tabelloni grazie soprattutto alle doppie doppie di Gibson (19+19) e Deng (25+14), per gli Hawks fanno solo resistenza i soliti Smith e Horford. Dopo un primo tempo equilibrato, i Bulls fanno proria la partita nel terzo periodo quando dopo 3:24 firmano un parziale di 11-2, Atlanta non riuscirà più successivamente a risalire la china.

New York Knicks – Sacramento Kings 121-80
NYK: Chandler 11 (20 rimb), Smith 25, Stoudemire 21, Novak 15, Thomas 11
SAC: Cousins 25, Fredette 14, Robinson 11

Al Madison Square Garden nella notte arriva la notizia, è non è quella della sconfitta dei Knicks contro i Sacramento Kings, una sconfitta che appare impossibile visto il livello abissale tra le due squadre, ma che Carmelo Anthony firma solamente 9 punti, questo è segno della grande solidità e profondità della squadra; J.R Smith (25 punti) è sempre più il sesto uomo dell’anno. Il match dura solo un quarto tra le due compagini, dopo di che New York spazza via letteralmente gli avversari con un secondo periodo da 31-11; al rientro dagli spogliatoi match è tutto in discesa per Melo e compagni e controllano abbastanza agevolmente il risultato.

Cleveland Cavaliers – Oklahoma City Thunder 115-110
CLE: Thompson 11 (12 rimb), Walters 12, Irwing 35, Speights 21 (10 rimb), Miles 16
OKC: Durant 32 (11 rimb), Ibaka 18 (12 rimb), Westbrook 28, Martin 15

A Cleveland arriva il pesante e l’inaspettato stop degli Oklahoma City Thunder della coppia Westbrook e Durant che segna 60 punti ma Kyrie Irwing è sempre più formidabile con i suoi 35 punti e trascina completamente la sua squadra alla vittoria. Il match si decide nell’ultimo minuto dopo che Durant pareggia i conti a quota 108 con una tripla, Irwing risponde con un lay-up e una tripla a 42″ dalla sirena finale, accorcia le distanze ancora Durant (113-110), ma a 17″ dalla sirena ancora Irwing decisamente immarcabile segna il canestro del +5 regalando la vittoria ai Cavs; nonostante un tentativo fallito subito dopo da tre punti di Durant che non fa altro che confermare la sconftta di OKC.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=PccYe1qqbo8]

Houston Rockets – Charlotte Bobcats 109-95
HOU: Parsons 25 (10 rimb), Patterson 24, Asik 19, Harden 21 (11 rimb, 11 ass)
CHA: Henderson 15, Walker 24, Taylor 15, Sessions 20, Gordon 11

Vittoria con qualche problema di troppo per gli Houston Rockets di un James Harden da tripla doppia (21+11+11) che guida la sua squadra alla vittoria contro dei Charlotte Bobcats non troppo arrendivi. Il match sembrava chiuso nel terzo periodo quando i ROckets sono avanti 79-68, ma un parziale di 17-2 a favore dei Bocats gira completamente l’inerzia della gara ma dopo questo parziale Harden e compagni ritrovano la fluidità in attacco e segnano 10 degli undici attacchi che eseguono e vanno sul 102-93 con 2.43 da giocare, e controllano poi la partita. Da segnalare ad inizio terzo periodo un brutto infortunio per Kidd-Gilchirt che ha subito un trauma cranico ed è stato portato via in barella.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=cRBo7pL6Cgg]

Minnesota Timberwolves – New Orleans Hornets 115-86
MIN: Kirilenko 12, Pekovic, Cunningham 18, Shved 12, Gelable 11
NOH: Davis 18, Lopez 16

Dopo la sconfitta casalinga di ieri notte, i Minnesota Timberwolves si riscattano, sempre in casa strapazzando i New Orlenas Hornets i quali a parte Davis e Lopez sembrano non scendere proprio in campo. Il primo periodo basta e avanza per la cronaca della partita, infatti dopo i primi 12′ il punteggio è 33-14, e a fine primo tempo è 58-31; al rientro dagli spogliatoi i T-Wolves controllano facilmente il match.

Milwaukee Bucks – Orlando Magic 107-98
MIL: Ilyasova 16, Sanders 17 (13 rimb), Ellis 21 (11 ass), Jennings 20, Dunleavy 11
ORL: Harkless 19 (14 rimb), Vucevic 20 (12 rimb), Redick 15

A Milwaukee arriva la nona sconfitta consecutiva per gli Orlando Magic i quali dopo l’infortunio di Glen Davis non sono più gli stessi, mentre i Bucks si confermano comunque una squadra da playoff ad Est grazie alla doppie-doppie di Ellis (21 punti e 11 assist) e Sanders (17 punti e 13 rimbalzi). La gara prende la piega favorevole ai Bucks quando mancano 2′ alla fine del terzo quarto, quando Mbah a Moute ha iniziato un parziale di 17-4 trascinando la sua squadra sul 77-65, da quel momento in poi i Magic non sono più riusciti a risalre lo svantaggio.

San Antonio Spurs – Whashington Wizards 96-86
SAS: Leonard 10 (10 rimb), Splitter 12, Green 15, Parker 19 (12 ass)
WHA: Webster 14, Nene 11, Wall 21, Singleton 11, Ariza 10

Senza il sesto uomo per eccellenza Manu Ginobili, i San Antonio Spurs guidati dalla doppia doppia di Tony Parker (19 punti+12 assist) battono con il minimo sforzo gli Whashington Wizard ai quali non bastano i 21 punti di Wall. A fine primo tempo il punteggio dice 51-26 Spurs, il match è già finito in quel momento, nella ripresa gli Spurs sono un po’ pigri e si fanno recuperare qualche punto di troppo ma alla fine controllano piuttosto facilmente la gara. Da segnalare l’infortunio di Duncan che ha dovuto abbandonare il campo per una distorsione al ginocchio.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=dkkpbLEmvkw]

Portland Trail Blazers – Utah Jazz 105-99
POR: Batum 12 (10 rimb), Aldridge 18 (11 rimb), Hickson 21 (11 rimb), Lillard 23, Smith 13
UTA: Williams 15, Millsap 18, Jefferson 12, Foye 23, Carrol 11

Al Rose Garden di Portland va in scena una sorta di spareggio playoff, quello che vede in campo i Blazers che rincorrono l’ultima piazza disponibile ad Ovest e i Jazz che se la tengono benm stretta, ne viene fuori un match intenso ed equilibrato ma alla fine il fattore campo è decisivo, per i Jazz non brillano più di tanto i soliti Millsap e Jefferson (15 e 18 punti rispettivamente) che perdono la sfida contro Hickson e Aldridge: 21 punti e 11 reimbalzi il primo e 18 e 11 il secondo. A fine del primo tempo i Jazz sono avanti di 10 punti (53-63), ma come spesso gli accade quest’anno a Portland arriva la rimonta nel secondo tempo e un parziale di 14-0 al rientro dagli spogliatoi sposta l’inerzia a favore dei padroni di casa che da quel momento in poi tengono a distanza i Jazz.

Golden State Warriors – Phoenix Suns 113-93
GSW: BArnes 21, Lee 16 (12 rimb), Bogut 11, Thompson 17, Curry 29
PHO: Tucker 12, Dudley 16, Dragic 13 Beasley 24

In chiusura di serata arriva una vittoria abbastanza facile dei Golden State Warriors nei quali torna Curry (29 punti) e si vede, vittoria sui Phoenix Suns che consolida la loro posizione ben salda ad ovest in zona playoff. Dopo un primo tempo piuttosto equilibrato nel terzo periodo prima per proseguire nel quarto periodo poi i Warrior spazzanop via senza troppi patemi i Suns, il risultato del secondo tempo è di 65-41.

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P

  • Iceman

    Ma irving?…..pazzesco

  • michele

    altra vittoria dei warriors, ma immagino che anche oggi si parlerà soprattutto dei magnifici thunder e della coppia della meraviglie durant&westbrook. irving mostruoso.

    azz mi spiace per timmy, distorsione al ginocchio in teoria sono un paio di mesi di stop. per i playoff comunque dovrebbe farcela, forza timoteo!

    knicks che sembrano aver trovato la quadratura del cerchio con amare.

  • andrea baggio

    Qualcuno ha visto il 4° quarto prima che rientrasse Irving?
    Speights che ha evitato che OKC prendesse il volo?
    Big Fella on fire!

  • Ammiraglio

    Veramente notevole…

  • michele

    comunque per duncan pare che non sia una cosa così grave, bisogna vedere la MRI in ogni caso. forza timmy!

  • forza tim,l’importante è esserci per i playoffs,ma questo irving?13 punti negli ultimi 2 minuti e 52 secondi con 5 su 5,sprazzi di classe immensa,non ha ancora la continuità della superstar visto che nelle ultime 2 aveva fatto 14 punti ma l’ultimo quarto è stato di vera onnipotenza

  • per la serie le ultime parole famose: stat 20 punti con 10 su 10.meno male che il suo ritorno doveva nuocere ai knicks, nonostante la partita non buona di melo mi sembra che ormai il primo posto ad est sia a portata di mano.ps si ferma anche la serie di melo a 31 volte più di 20 punti,ad oggi mi sembra che durant ne abbia una aperta sulle 24 -25 volte consecutive

  • gasp

    Mostruoso Irving che batte i Thunder praticamente da solo.
    Anthony si prende una partita di riposo.
    Si spera che l’ infortunio di Duncan non sia grave,ma avete visto che cosa gli è successo a Kidd-Glirichts?Per fortuna che non è grave perchè all’inizio si pensava il peggio.

  • michele

    quello di kidd-gilch è simile a quanto successo a marquis daniels qualche anno fa

    http://www.youtube.com/watch?v=mVk1p6KbO5A

    per ogni infortunio c’è sempre uno omologo capitato ai celtics!

  • LM91

    Kyrie IRVINGGGGGGGGGGGGGGG!!!!!!!! Futuro MVP

  • al massimo 2 -3 anni ed anche io lo vedo mvp,tira bene da 2, da 3 e benissimo i liberi potenzialmente immarcabile, e lo ha già dimostrato in alcune occasioni

  • cuni

    si, knicks bravi… Amar’e 10 su 10.. Squadra profonda.. Ma ragazzi, hanno vinto coi kings e di 40… Tra una vittoria coi kings e dire che possono arrivare primi, secondo me ce ne passa.. Nessuno discute le potenzialità di NY, però io a questa vittoria non attibuirei troppo entusiamo. Cioè, sembra che abbiano vinto di 40 con gli spurs, ancora un po

    irving fenomeno

    gsw, dimostrazione di come curry sia fondamentale. Vabbè che hanno giocato contro i suns, però sono una squadra giovane e bella da veder giocare, e rende anche.. Spero non mollino e che facciano i PO

  • Ammiraglio

    “per la serie le ultime parole famose: stat 20 punti con 10 su 10.meno male che il suo ritorno doveva nuocere ai knicks”

    Mi hai risparmiato di farlo notare a tutti quelli che lo davano come un peso morto-sfascia squadre.

    Cuni

    Infatti hanno battuto pure diverse contender.

  • mjrossit

    Come dice la top 10 plays: the #1 goes to the new king in cleveland, his name is Kyrie Irving.

    Io eviterei la pagliacciata di far tornare lebron ai cavs, perchè a sto punto sputerei in faccia a tutti quelli che esultano ma hanno bruciato la sua maglia durante la decision.

  • tom

    FMB

    irVing no irWing … 😉

  • gasp

    Buongiorno tom era da un pò che non commentavi!
    Comunque i Knicks secondo me non saranno primi a Est perchè Miami è vicina più per demeriti suoi che meriti di New York.

  • cuni

    ammiraglio

    vero anche questo. Ma non mi convinceranno fino in fondo, opinione mia. Poi ok che hanno battuto qualche contender, e allora mi sembrerebbe anche giusto pompare i knicks dopo quelle partite, non dopo con dei kings imbarazzanti.. 🙂 spero di rendere l’idea

  • Il Nichilista

    Si questo Speights era proprio da regalare ai Cavs. Anzi, non solo regalato. Gli ci hanno messo pure una scelta al primo giro per farglielo prendere. I Grizzlies sono gli stessi cessi a livello manageriale di quando regalarono Gasol ai Lakers. Quanta incompetenza mamma mia!

  • hatersgonnahate

    E questi bulls da 29-18 senza Rose col miglior record in trasferta dove possono arrivare con lui?
    Tra i MIP non trascurerei Sanders dei Bucks, grande cancellatore, veramente ottima stagione per lui.
    L’anno prossimo ad Irving toccherà il compito di portare la squadra ai PO visto che sono molto giovani ed hanno un potenziale altissimo. Chissà come reagirà il ragazzo alle responsabilità, finora è d 9 fisso in pagella.

  • hatersgonnahate

    Dimenticavo Rubio che ieri ha ripreso con piacere a “magheggiare”.

  • alert70

    Irving è un campione. Ha la testa sulle spalle ed un istinto per le giocate decisive.

  • 8gld

    C’è da dire che questo Est fino ad Indiana potrebbe offrire un’ultima parte veramente interessante.
    E’ vero che vincono contro Sacramento ma la posizione, il roster e il gioco non dovrebbe lasciar inosservato il rendimento dei Nyk. Si sfalderà tutto? non sarebbe una novità ma con la chimica, invece, potrebbero trovare il risultato inverso. Competitivi.
    I Bulls vincono ad Atlanta senza Rose-Noah-Boozer. Nulla da dire. Meritano il rientro di Rose e la sua “riabilitazione/redenzione” ai p.o.
    Irving. Poco da dire.
    A Milwaukee serata di due interessanti centri come Sanders e Vucevic,
    Per i Bucks un plauso a Ilyasova. Bucks “intriganti” con il duo Ellis-Jennings e un Sanders “più sciolto”.

    Warriors:
    dopo 47 partite Golden State riesce a metter giù il suo quintetto base. Presto dirlo ma Bogut sembra muoversi bene e Curry “saltella” sull’entrate…non solo.
    Non sarebbe male vederli così fino al termine della r.s.

  • gasp

    Mah,io penso che i Bulls abbiano questo record più per dimostrare che non sono Rose-dipendenti,che vero talento degli interpreti;il valore di questa squadra si è dimostrato nei PO degli ultimi due anni:senza Rose questi fanno poca strada.

  • Michael Philips

    Su irving, qualcuno ricorda qualche altro tizio di soli 20 anni così decisivo nei finali, così sicuro e con il ghiaccio nelle vene? Magic johnson? Poi?

  • michele

    tyreke evans

    eheheheh

  • gasp

    Jordan che neanche ventenne fece “The Shot 1” nella finale del torneo NCAA

  • desimox

    Rumor del giorno: Clippers interessati a Garnett. Sarà contento Michele!

  • Michael Philips

    gasp

    Dico seriamente.

  • michele

    mi pare che garnett abbia un contratto blindato e non possa essere ceduto. in ogni caso, potendo superare questo ostacolo burocratico, se davvero volesse andare ai clips per provare a vincere un altro anello ( ha pure una super villa a malibu) non ci troverei nulla di male, del resto che ci fa ancora a boston senza rondo?

  • michele

    mp

    non mi viene in mente nessuno, chapeu per irving.

  • Michael Philips

    riguardo i celtics a questo punto mi chiedo cosa sarebbe successo con il povero brandon roy nel roster.

  • michele

    beh i blazers in generale sono più sfigati dei blazers, non credo gli sarebbe capitato nulla di peggio da noi!

    intanto boston sta giocando proprio contro i clippers, gara senza paul e rondo, tristissima.

  • michele

    dei celtics, pardon.

  • michele

    che stoppata jeff green, griffin raramente ne subisce così.

  • michele

    boston un canestro dal campo negli ultimi sei minuti 🙁

  • michele

    avery i love you!

  • michele

    Paul Pierce, c’è solo un Capitano!!!!

  • jordan a 20 anni giocava ancora all’università quindi è difficile che facesse la differenza nei quarti quarti della nba.ma passiamo all’attualità grande prestazione dei celtics contro i clippers che tentano il recupero ma vengono stoppati dal grande the truth,i lakers cercano disperatamente di perdere con detroit dopo aver stradominato, ma alla fine la portano a cas e lebron e company stanno ancora in campo a dopo per eventuali aggiornamenti

  • hanamichi sakuragi

    bravissimo irving mi piace molto ed ha una bella faccia tosta.. cmq nell’ultimo 4° non ha mai pensato di passarla… non il massimo per un play.. ora crocifiggetemi sono tutto vostro!!