Irving batte anche Durant, Spurs a forza 10!

Un Irving sempre più dominante batte Durant, i Bulls vincono ad Altanta, vittoria consecutiva n°10 per gli Spurs ma Duncan K.O!

 

 

 

Atlanta Hawks – Chicago Bulls 76-93
ATL: Smith 19 (13 rimb), Horford 14 (12 rimb), Korver 10, Teague 16
CHI: Deng 25 (14 rimb), Butler 16 (10 rimb), Gibson 19 (19 rimb), Robinson 20

Italian Job: Belinelli 5 punti (1/5, 0/3, 3/5), 3 rimb, 5 ass, 1 palla persa

Alla Philips Arena di Atlanta, i Chicago Bulls del nostro Marco Belinelli, senza i loro due lunghi titolari Boozer e Noah, danno letteralmente una prova di forza proprio sotto i tabelloni grazie soprattutto alle doppie doppie di Gibson (19+19) e Deng (25+14), per gli Hawks fanno solo resistenza i soliti Smith e Horford. Dopo un primo tempo equilibrato, i Bulls fanno proria la partita nel terzo periodo quando dopo 3:24 firmano un parziale di 11-2, Atlanta non riuscirà più successivamente a risalire la china.

New York Knicks – Sacramento Kings 121-80
NYK: Chandler 11 (20 rimb), Smith 25, Stoudemire 21, Novak 15, Thomas 11
SAC: Cousins 25, Fredette 14, Robinson 11

Al Madison Square Garden nella notte arriva la notizia, è non è quella della sconfitta dei Knicks contro i Sacramento Kings, una sconfitta che appare impossibile visto il livello abissale tra le due squadre, ma che Carmelo Anthony firma solamente 9 punti, questo è segno della grande solidità e profondità della squadra; J.R Smith (25 punti) è sempre più il sesto uomo dell’anno. Il match dura solo un quarto tra le due compagini, dopo di che New York spazza via letteralmente gli avversari con un secondo periodo da 31-11; al rientro dagli spogliatoi match è tutto in discesa per Melo e compagni e controllano abbastanza agevolmente il risultato.

Cleveland Cavaliers – Oklahoma City Thunder 115-110
CLE: Thompson 11 (12 rimb), Walters 12, Irwing 35, Speights 21 (10 rimb), Miles 16
OKC: Durant 32 (11 rimb), Ibaka 18 (12 rimb), Westbrook 28, Martin 15

A Cleveland arriva il pesante e l’inaspettato stop degli Oklahoma City Thunder della coppia Westbrook e Durant che segna 60 punti ma Kyrie Irwing è sempre più formidabile con i suoi 35 punti e trascina completamente la sua squadra alla vittoria. Il match si decide nell’ultimo minuto dopo che Durant pareggia i conti a quota 108 con una tripla, Irwing risponde con un lay-up e una tripla a 42″ dalla sirena finale, accorcia le distanze ancora Durant (113-110), ma a 17″ dalla sirena ancora Irwing decisamente immarcabile segna il canestro del +5 regalando la vittoria ai Cavs; nonostante un tentativo fallito subito dopo da tre punti di Durant che non fa altro che confermare la sconftta di OKC.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=PccYe1qqbo8]

Houston Rockets – Charlotte Bobcats 109-95
HOU: Parsons 25 (10 rimb), Patterson 24, Asik 19, Harden 21 (11 rimb, 11 ass)
CHA: Henderson 15, Walker 24, Taylor 15, Sessions 20, Gordon 11

Vittoria con qualche problema di troppo per gli Houston Rockets di un James Harden da tripla doppia (21+11+11) che guida la sua squadra alla vittoria contro dei Charlotte Bobcats non troppo arrendivi. Il match sembrava chiuso nel terzo periodo quando i ROckets sono avanti 79-68, ma un parziale di 17-2 a favore dei Bocats gira completamente l’inerzia della gara ma dopo questo parziale Harden e compagni ritrovano la fluidità in attacco e segnano 10 degli undici attacchi che eseguono e vanno sul 102-93 con 2.43 da giocare, e controllano poi la partita. Da segnalare ad inizio terzo periodo un brutto infortunio per Kidd-Gilchirt che ha subito un trauma cranico ed è stato portato via in barella.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=cRBo7pL6Cgg]

Minnesota Timberwolves – New Orleans Hornets 115-86
MIN: Kirilenko 12, Pekovic, Cunningham 18, Shved 12, Gelable 11
NOH: Davis 18, Lopez 16

Dopo la sconfitta casalinga di ieri notte, i Minnesota Timberwolves si riscattano, sempre in casa strapazzando i New Orlenas Hornets i quali a parte Davis e Lopez sembrano non scendere proprio in campo. Il primo periodo basta e avanza per la cronaca della partita, infatti dopo i primi 12′ il punteggio è 33-14, e a fine primo tempo è 58-31; al rientro dagli spogliatoi i T-Wolves controllano facilmente il match.

Milwaukee Bucks – Orlando Magic 107-98
MIL: Ilyasova 16, Sanders 17 (13 rimb), Ellis 21 (11 ass), Jennings 20, Dunleavy 11
ORL: Harkless 19 (14 rimb), Vucevic 20 (12 rimb), Redick 15

A Milwaukee arriva la nona sconfitta consecutiva per gli Orlando Magic i quali dopo l’infortunio di Glen Davis non sono più gli stessi, mentre i Bucks si confermano comunque una squadra da playoff ad Est grazie alla doppie-doppie di Ellis (21 punti e 11 assist) e Sanders (17 punti e 13 rimbalzi). La gara prende la piega favorevole ai Bucks quando mancano 2′ alla fine del terzo quarto, quando Mbah a Moute ha iniziato un parziale di 17-4 trascinando la sua squadra sul 77-65, da quel momento in poi i Magic non sono più riusciti a risalre lo svantaggio.

San Antonio Spurs – Whashington Wizards 96-86
SAS: Leonard 10 (10 rimb), Splitter 12, Green 15, Parker 19 (12 ass)
WHA: Webster 14, Nene 11, Wall 21, Singleton 11, Ariza 10

Senza il sesto uomo per eccellenza Manu Ginobili, i San Antonio Spurs guidati dalla doppia doppia di Tony Parker (19 punti+12 assist) battono con il minimo sforzo gli Whashington Wizard ai quali non bastano i 21 punti di Wall. A fine primo tempo il punteggio dice 51-26 Spurs, il match è già finito in quel momento, nella ripresa gli Spurs sono un po’ pigri e si fanno recuperare qualche punto di troppo ma alla fine controllano piuttosto facilmente la gara. Da segnalare l’infortunio di Duncan che ha dovuto abbandonare il campo per una distorsione al ginocchio.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=dkkpbLEmvkw]

Portland Trail Blazers – Utah Jazz 105-99
POR: Batum 12 (10 rimb), Aldridge 18 (11 rimb), Hickson 21 (11 rimb), Lillard 23, Smith 13
UTA: Williams 15, Millsap 18, Jefferson 12, Foye 23, Carrol 11

Al Rose Garden di Portland va in scena una sorta di spareggio playoff, quello che vede in campo i Blazers che rincorrono l’ultima piazza disponibile ad Ovest e i Jazz che se la tengono benm stretta, ne viene fuori un match intenso ed equilibrato ma alla fine il fattore campo è decisivo, per i Jazz non brillano più di tanto i soliti Millsap e Jefferson (15 e 18 punti rispettivamente) che perdono la sfida contro Hickson e Aldridge: 21 punti e 11 reimbalzi il primo e 18 e 11 il secondo. A fine del primo tempo i Jazz sono avanti di 10 punti (53-63), ma come spesso gli accade quest’anno a Portland arriva la rimonta nel secondo tempo e un parziale di 14-0 al rientro dagli spogliatoi sposta l’inerzia a favore dei padroni di casa che da quel momento in poi tengono a distanza i Jazz.

Golden State Warriors – Phoenix Suns 113-93
GSW: BArnes 21, Lee 16 (12 rimb), Bogut 11, Thompson 17, Curry 29
PHO: Tucker 12, Dudley 16, Dragic 13 Beasley 24

In chiusura di serata arriva una vittoria abbastanza facile dei Golden State Warriors nei quali torna Curry (29 punti) e si vede, vittoria sui Phoenix Suns che consolida la loro posizione ben salda ad ovest in zona playoff. Dopo un primo tempo piuttosto equilibrato nel terzo periodo prima per proseguire nel quarto periodo poi i Warrior spazzanop via senza troppi patemi i Suns, il risultato del secondo tempo è di 65-41.

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P