Popovich chiama i coach internazionali!

L’allenatore degli Spurs è convinto che i colleghi oltreoceano possano incrementare il valore tecnico/tattico della Lega.

I San Antonio Spurs sono la squadra con più giocatori internazionali quali  Tony Parker, Boris Diaw e Nando De Colo (Francia), Manu Ginobili (Argentina), Tiago Splitter (Brasile), Patrick Mills e Aron Baynes (Australia), Cory Joseph (Canada) e se proprio vogliamo essere pignoli ce ne sarebbe un 9° dai Caraibi, Tim Duncan.

Coach Gregg Popovich tiene sempre un occhio verso il vecchio continente e recentemente ha dichiarato che: “Ci sono grandi allenatori e grandi giocatori di tutto il mondo, c’è voluto un po ‘per la NBA per capirlo, voglio dire le squadre, gli allenatori, i GM” Popovich ha visto in prima persona la crescita dei giocatori internazionali durante il suo periodo come assistente di Team USA (Mondiali 2002, Pre-Olimpico 2003, Olimpiadi 2004) e non ha vergogna ad ammettere: “Ci hanno insegnato un sacco di lezioni per un lungo periodo, poter importare quelle conoscenze sarebbe un surplus per questa Lega” specificando: “Le abilità di tiro, capacità di passaggio, capacità di movimentazione palla, gioco di squadra sono aspetti sui quali ci hanno sempre castigato”.

Infine invita pubblicamente i colleghi: “Assolutamente, ci sono ottimi giocatori ma soprattutto grandi allenatori in Europa che possono fare la differenza anche in NBA, bravi come noi o anche meglio”, ad oggi solo il nostro paese si è fatto conoscere con Ettore Messina come consulente per i Los Angeles Lakers la scorsa stagione, e Maurizio Gerardini come assistente GM dei Toronto Raptors dal 2006.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Lemmy

    Beh, pessime entrambe le esperienze: vuoi Gherardini con a fianco Colangelo (un idiota), vuoi Messina in una veste un pò atipica: avrei voluto vedere Ettore come head-coach o anche assistent cosa avrebbe combinato. Sicuramente il miglior coach europeo.

  • Accio

    Però anche Obradovic male non è come coach 🙂

    Parole di Pop condivisibili anche se, dopo l’esperienza a LAL, le parole di Messina dovrebbero farci riflettere sul basket americano.

    Possiamo dire che i nostri con molti meno mezzi sanno preparare molto bene le proprie squadre. In USA per il poco tempo a disposizione durante la RS fanno grandi cose nel preparare i propri giocatori.

  • hayes

    Chissà se una volta Popovich ha mai detto qualcosa di sbagliato…. 🙂