James da record, sorpresa Jazz, ok Lakers!

James entra di nuovo nella storia, Durant cade a Salt Lake City, Bryant solo 4 punti ma L.A vince, Gay batte Denver sulla sirena, bene Harden ad Oakland.

 

 

 

Toronto Raptors – Denver Nuggets 109-108
TOR: Gay 17, DeRozan 22, Lowry 11 (10 ass), Lucas III 14, Anderson 10
DEN: Faried 15 (11 rimb), Koufos 8 (10 imb), Lawson 29, Randolph 16, Miller 12

Italian Job: Bargnani (TOR) 4 pt (2/4, 0/3 da 3), 1 rimb, 2 perse / Gallinari (DEN) DNP

Senza Danilo Gallinari i Nuggets cadono di misura a Toronto, il loro giustiziere è stato Rudy Gay; ancora una volta l’ex Grizzlies protagonista nei finali in volata infatti suo il jumper a 4″ che ha dato il successo ai Raptors, tiro arrivato grazie ad un prezioso rimbalzo offensivo di Alan Anderson, sulla sirena Lawson non troverà il canestro della vittoria

Gay stende Denver!
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=bdvZuJZNvkc]

Miami Heat – Portland Trail Blazers 117-104
MIA: James 30, Bosh 32 (11 rimb), Wade 24, Allen 14
POR: Aldridge 29, Matthews 20, Lillard 33

LeBron James diventa il 1° giocatore ogni epoca a totalizzare 6 partite consecutive sui/sopra i 30 punti e col 60% dal campo e Miami batte Portland in rimonta; i giocatori di Spoelstra infatti si trovano sotto di 14 nel 2° quarto (43-57) ma con un break di 15-2 riescono a tornare in partita chiudendo sotto solo di 1 (58-59) il primo tempo. Il match verrà deciso a 4′ dalla fine quando, sul 101-102 Blazers, gli Heat hanno piazzato un altro parziale di 14-0 col quale sono scappati sul +13 (115-102) a 1’55”.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=HD1BuzE_vPI]

Memphis Grizzlies – Sacramento Kings 108-101
MEM: Randolph 13, Gasol 24 (12 rimb), Allen 19, Conley 22
SAC: Thompson 15, Cousins 23, Evans 20, Thomas 11, Thornton 15, Brooks 10

Buona vittoria casalinga dei Grizzlies con Marc Gasol protagonista; la parita viene segnata nel 3° quarto, prima Sacramento rimonta e si porta sul +1 (68-67) poi Memphis negli ultimi minuti realizza un 16-6 che le consente di entrare nel 4° periodo avanti 84-73, i Kings non rimonteranno più.

Utah Jazz – Oklahoma City Thunder 109-94
UTA: Millsap 18 (10 rimb), Jefferson 23, Foye 11, Favors 15, Burks 13, Carroll 13
OKC: Durant 33, Ibaka 10, Westbrook 22, Jackson 12

Sorpresa della notte a Salt Lake City dove i Jazz hanno fermato gli Oklahoma City Thunder; padroni di casa sempre al comando ma con sempre gli ospiti sempre in scia, a fine 3° quarto Jazz a +7 (86-79) ma ecco la svolta, nei primi 6′ dell’ultima frazione OKC sparisce dal campo e subisce un terrificante parziale di 18-4 scappando sul +21 (104-83), nel break 6 punti di Alec Burks, 4 per Jefferson e Favors, proprio i lunghi hanno distrutto i Thunder a rimbalzo (38-26 con 16 offensivi per i Jazz)

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=J4z9gULqdU0]

Los Angeles Lakers – Phoenix Suns 91-85
LAL: World Peace 17, Clark 11, Howard 19 (18 rimb), Nash 10, Jamison 19
PHX: Tucker 13, Scola 15 (111 rimb), Dudley 10, O’Neal 12, Beasley 18

Vittoria di forza dei Los Angeles Lakers nella notte in cui Kobe Bryant segna solo 4 punti (1/8 dal campo); dopo aver subito un 3° quarto da 9-24 i Lakers si ritrovano sotto di 6 (65-71), Kobe non è in serata e a risolvere la pratica ci ha pensato il cast di supporto, break di 10-2 a 7′ dalla fine per il +8 (85-77), Phoenix non riuscirà a rimontare

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=yk2RoE00P9M]

Golden State Warriors – Houston Rockets 107-116
GSW: Lee 12 (12 rimb), Bogut 6 (12 rimb), Thompson 22, Curry 27, Jack 22
HOU: Parsons 21, Patterson 12, Asik 13 (15 rimb), Harden 27, Lin 14 (10 ass), Delfino 10, Morris 12

Colpo esterno degli Houston Rockets che battono i Warriors malgrado i 71 punti del trio Thompson-Curry-Jack; uomo partita Chandler Parsons che segna 11 dei 21 punti dei Rockets nel 3° quarto con anche 4 assist su 4 possessi consecutivi, i texani trovano nei minuti finali un 8-2 che li porta sul +11 (77-88) a 1’12” dalla sirena e gestiranno tale vantaggio fino alla fine.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B