Barkley umilia Shaq con Faried MVP!

La partita dei giovani dura appena 10′ con gli sfavoriti che battono i favoriti con la loro arma principale, dominante l’ala di Denver!

 

 

 


Rising Stars

Team Shaq – Team Chuck 135-163
(66-90)

Shaq: Parsons 13, Kidd-Gilchrist 8, Barnes 12, Lillard 18, Irving 32, Walker 8, Zeller 4, Thompson 11, Waiters 23, Nicholson 6, Drummond ne.
All.Fizdale

Chuck: Leonard 20, Faried 40 (10 rimb), Davis 11, Rubio 5 (10 ass), Shved 12, Thomspon 20 (10 rimb), Thomas 18 (10 ass), Vucevic 15, Knight 10
All.Budenholzer

Top performance:
Rimbalzi: Faried 10 (8 off, CHK)
Assist: Rubio & Thomas 10 (CHK)
Recuperi: Thomas 2 (CHK)
Palle perse: Faried 2 (CHK)
Stoppate: Davis 2 (CHK)

MVP: Kenneth Faried (CHK) 40 punti (19/21, 1/1, 3/3), 10 rimbalzi (7 off), 2 ass, 2 perse

Recap

L’evento che apre l’All Star Week-End non si smentisce come sempre e già nei primi 3’ il Team Chuck è già in fuga sul 5-13 con anche una tripla di Anthony, Kenneth Faried fisso al ferro (8 punti) e Ricky Rubio ispirato alla ricerca del passaggio più fantascientifico, Team Shaq però non perde contatto e con qualche canestro di Barnes e Lillard al 1° time-out è sotto 16-17.

Usciti dal time-out break di 13-2 per Team Chuck e massimo vantaggio (18-30) a metà 1° tempo con tripla di Alexey Shved su assist di Thomas ma non si registrano giocate di rilievo, a 10’45” Isaiah Thomas spara 2 triple in neanche 7” grazie alla rimessa sbagliata da Zeller (23-38), protagonista secondi prima di un appoggio al tabellone rivedibile (l’ha sparata tra tabellone e ferro).
Team Shaq inizia a registrare qualche bella giocata come i 2 l’alley-oop consecutivi Walker-to-Thompson ma Thomas ci da , oltre alle giocate balistiche (4/4 da 3) si rende protagonista del 1° fallo della partita a 7’34” dall’intervallo (!!!).

Team Chuck scappa letteralmente via sul +22 (38-60) anche perché i giocatori “allenati” da Budenholzer non sbagliano un tiro ad ogni possesso (63%) vedi la tripla di Faried dall’angolo, dall’altra parte la super coppia Irving-Lillard non si vede e l’unico che si differenzia un po’ è Kemba Walker.

Al riposo lungo la squadra di Barkley domina sul 66-90 (bellissimi gli ultimi due punti con Rubio reo di un assist dei suoi per Beal) con Kenneth Faried (19 pt) e Isaiah Thomas (14 pt+7 ass) forti candidati all’MVP, tiro da 3 che doveva fare la differenza per Shaq invece la sta facendo per gli altri: 12/18!

La ripresa si apre con le splendide dichiarazioni di Shaquille O’Neal: “Non è talento che fa vincere i campionati ma il duro lavoro” in risposta alla domanda dell’impeccabile Sager se la sua squadra avesse il talento per rimontare, intanto super tap-in volante di Faried su un assist un po’ fortunoso di Ricky.

Dopo 6’ evento del match con Anthony Davis che schiaccia, cosa che si rifiutava di fare nel 1° tempo e come sempre assistenza spagnola #10, Harrison Barnes decide di iscriversi alla partita a 9’36” dalla fine con una bella bimane dalla linea di fondo ma il punteggio vede sempre quelli in bianco dominare, 102-126.
Giocata del match firmata Alexey Shved, l’ex CSKA si fionda sulla linea di fondo e schiaccia (!!!) in rovesciata, da un bianco russo l’ultima cosa che ti aspetti ad un Rookie Challenge!

Il momento più bello dell’esibizione arriva negli ultimi 5’ con Kyrie Irving e Brandon Knight protagonisti: infatti i due instaurano un bellissimo duello 1-Vs-1 che vive pure un momento di “tensione” quando al giocatore di Detroit viene fischiato un fallo e nell’azione successiva Irving lo zittisce (dito sulle labbra) dopo un bel layup in entrata.

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=BBuIjU4nKVY]

La sfida tra l’ex Duke e l’ex Kentucky finisce sul 2-0 per il primo con il secondo ha avuto la chance di pareggiare sbagliando un gol a porta vuota (layup…e in tutto questo Kenneth Faried arricchiva il suo bottino sui 31 punti gli stessi rifilati agli avversari (124-155)!

A 1’45” Faried schiaccia un canestro storico, infatti i suoi 2 punti firmano il nuovo record di punti segnati nell’evento, 157..e negli ultimi 68” vai di Slam Dunk Contest stile Los Angeles 2004!!!

Schiacciano Lillard, Faried, Waiters e…Shved che sbaglia ma “Manimal” risolve, manda i titoli di coda il padrone di casa Chandler Parsons!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B