Bryant e Paul battono L’Eastern Conference!

L’Ovest guida dall’inizio alla fine e la vince con la difesa di Kobe su James e le perle di Chris Paul, nominato MVP dell’evento!

 

 

 

Punteggio

(31-26; 69-65; 108-104)

WEST: Durant 30, Griffin 19, Howard 9, Bryant 9, Paul 20 (15 ass), Duncan 2, Parker 13, Harden 15, Randolph 6, Westbrook 14, Aldridge, Lee 6
All.Popovich

EAST: James 19, Bosh 6, Garnett, Anthony 26 (12 rimb), Wade 21, Chandler 7, Irving 15, Deng 10, George 17, Noah 8 810 rimb), Holiday 6, Lopez 3
All.Spoelstra

Top performance:
Rimbalzi: Howatd 7 (WEST) / Anthony 12 (5 off, EAST)
Assist: Paul 15 (WEST) / Wade 7 (EAST)
Recuperi: Paul 4 (WEST) / Wade 2 (EAST)
Palle perse: Parker 3 (WEST) / James 4 (EAST)
Stoppate: Bryant 2 (WEST) / Wade 2 (EAST)

MVP: Chris Paul (WEST) 20 punti (3/5, 4/5, 2/3), 15 assist, 4 recuperi, 3 perse

Recap

Inizio con le marce alte per i padroni di casa che cavalcando l’estro di Chris Paul (4 assist in 7’) tengono la testa nei primi minuti (20-14) ma le giocate più belle/spettacolari portano la firma di LeBron James assistito prima al vetro dell’amico Wade e poi in volo da Anthony.
Negli ultimi 5’ James inchioda la terza schiacciata della serata e i coach mandano dentro le seconde linee che si fanno rispettare con Harden e Westbrook che tornano agli albori di OKC con un bel alley-oop per il 29-24 a 1’17”, proprio il PG dei Thunder firma la chiusura dei primi 12’ con una sua tipica entrata con affondata finale.

Il 2° quarto si apre nel nome sempre di OKC “old-style” con Harden e Durant che firmano un mini allungo sul +8 (38-20) ma i blu non stanno a pettinare le bambole e piazzano un 11-2 per l sorpasso firmato da Jrue Holiday per il 40-41. Torna CP3 e al primo pallone palombella per la schiacciata per il compagno Blake, l’East invece cavalca Kyrie Irving che in 30” spara una tripla e la alza da centrocampo per Dwyane Wade che vale il 50-50 a metà frazione (ancora senza Kobe & LeBron).
A 4’37” bella giocata a 3 con Paul che lancia dalla sua area Kobe che a sua volta la alza e sopra il ferro c’è sempre Griffin (azione ripetuta in seguito), a 3’41” poderosa schiacciata di KD ad una mano sempre assistito da dietro la schiena da CP3 il quale poi rifila pure un tunnel sulla linea di fondo al povero Chris Bosh.

Nel finale di 1° tempo LeBron che cicca la remix alla McGrady, il match resta comunque equilibrato con e all’intervallo le squadre vanno negli spogliatoi sul 69-65 Ovest con Kevin Durant top-scorer (19 punti, 8/12 dal campo) e CP3 re degli assist a quota 9.

Nella ripresa LeBron James decide di scaldarsi subito prima segnando un fade-away e poi una tripla in transizione arrivata dopo uno spin-move alla CP3, intanto Wade ci tiene e arriva a quota 19 punti e Howard timbra il cartellino con la sua tripla dell’All Star Game con tanto di esultanza alla Westbrook, dopo 4’ 80-77 Western.
Ritmi molto elevati, tornano le riserve negli ultimi 5’ con Joakim Noha che gioca come se fosse con i suoi Bulls difendendo (!) e andando a duro a rimbalzo, alla sirena del 3° quarto sempre i rossi davanti 108-104 grazie alle fiammate del duo Harden-Westbrook.

Ultimo quarto che come da tradizione vede le due squadre fare sul serio, a7’ infatti tornano i big mentre Irving con 2 bombe consecutive porta i suoi sul -1 (119-118), Kobe si prende fisso James in difesa, Paul continua a dipingere pallacanestro e la sua tripla a 3’30” vale il +6 (132-126)!
A 2’40” Bryant si accende: scippa il rimbalzo offensivo e segna in entrata il +8 e successivamente stoppa James lanciando KD in contropiede per il +10 (136-126) a 2’33” dalla sirena finale!

L’Eastern non demorde e due triple consecutive di George valgono il -5 (139-134) a 64” con Noah che lotta come un leone (gomitata a Paul), la partita viene chiusa a 40” con un’altra persa di James e remix di Blake Griffin!!!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • finalmente da domani si torna a giocare sul serio, ma sarebbe stato interessante vedere l’atmosfera nello spogliatoio dell’est dove si apogliavano insieme amiconi come noah e lebron nonchè melo e garnett,non mi soffermo sull’aspetto tecnico anche se paul e durant mi hanno colpito positivamente, ma le partite con qualcosa in palio sono un’altra cosa, vai con lo sprint finale della regular season

  • RR#9

    Tornando all’ALL STAR GAME…beh…è un’esibizione, e come tale va presa…
    In fin dei conti, si sa, e ci sta, dopo 50 partite con tutta la tensione e le polemiche che queste comprtano, un po di distensione ci sta anche…(escluso il venerdi sera che è una roba davvero improba)…
    Poi se arrivano a contatto alla fine diventa assai interessante…vedi nel 2001 e nel 2003….
    Lebron peró non aveva alcun interesse…palesemente…ae avesse avuto voglia sarebbero stati 5′ davvero stupendi…peccato…ma va bene così…