Buss impedì lo scambio di Bryant a Detroit!

La stella dei Lakers racconta un retroscena della sua carriera ricordando l’influenza che ebbe Jerry Buss quando sembrava imminente l’addio da L.A.

Prima dell’inizio della stagione 2007/08 il solido futuro di Kobe Bryant (34 anni) in quel di Los Angeles con i Lakers ebbe un forte scossone tanto che c’era il rischio di dover fare i bagagli e andare nella Eastern Conference alla corte dei Detroit Pistons, ma un colloquio con Jerry Buss cambiò i piani.

L’infatti l’allora proprietario recentemente scomparso invitò a casa sua il “Black Mamba” avvertendolo che ci sarebbe stata una tarde con i Pistons, tra l’altro una squadra non presente nella lista delle preferenze del giocatore, Kobe aveva a disposizione la stessa clausola che ha oggi Kevin Garnett (37 anni) con i Celtics (quella della no-trade, ndr): “RImasi colpito dalle sue parole, non volevo rinunciare alla clausola e non volevo lasciare il Dt.Buss” ha dichiarato ad NBA On Yahoo.

Nel pacchetto i Pistons avevano messo giocatori importanti e che, stando alle parole del GM Micth Kupchak, molto importanti per il sistema Lakers, ma Buss non voleva perdere Bryant.

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • hanamichi sakuragi

    non ci ho capito nulla…

  • gasp

    Ma che anno fu?

  • Accio

    Scusate se faccio il cinico ma questo tipo di notizie a mio avviso vengono fatte uscire in un processo di “beatificazione” del morto.

    Boh

  • Ammiraglio

    Il fatto può anche essere vero, ma devo concordare con Accio.

  • michele

    nel 2007 bryant fu a un passo dall’andare via dai lakers (dopo l’eliminazione coi suns per 4-1 al primo turno si era rotto le scatole), egli stesso disse “i want to be traded” e si era parlato anche dei pistons. poi lui solo sa come siano realmente andate le cose.

  • michele

    comunque per un curioso intreccio del destino la prima partita dei lakers post- jerry buss sarà proprio contro i celtics, domani sera allo staples….imamgino che i losangelini vorranno vincerla a tutti i costi per dedicarla a jim, sarà certamente una bella partita ( e credo che LAL vincerà).

  • jsaoijdoi

    Per fortuna! Comunque concordo con Accio.

  • DW3

    mi piace kuptchuk “i pistons avevo messo giocatori molto importanti per il sistema Lakers”… ah perchè c’era un sistema lakers oltre a bryant??! ahahaha
    tra l’altro avrebbe deciso kobe dove andare e non voleva in una piazza come detroit quindi il vecchio jery non ha impedito proprio nulla…

  • hanamichi sakuragi

    o sono io che sono idiota, probabile però leggendo l’articolo pare che buss lo inviti a casa sua per tradarlo e poi lo convinca a restare… non vedo la logica dato che kobe ai pistons, secondo quanto scritto nell’articolo, non ci voleva andare

  • in your wais

    Che io sappia l’unica squadra che aveva qualche chance di prenderlo all’epoca erano i Bulls, che misero un po’ di roba sul piatto…