Jackson difende Howard: “Troppo penalizzato”

Dopo una bordate di critiche arriva il coach Zen tende la mano al centro dei Lakers giustificando il difficile rendimento di metà stagione.

Settimana turbolenta e anche critica per i Los Angeles Lakers, la morte dello storico proprietario Jerry Buss, il big-match di stanotte contro i Boston Celtics, la dead-line di domani e una seconda parte di stagione assolutamente da raddrizzare, il tutto oltre al solito Kobe Bryant (34 anni) girerà attorno al discusso Dwight Howard (26 anni).

Il centro è atteso ad una seconda parte di stagione più concreta, le critiche lo accompagnano da mesi ma coach Phil Jackson lo difende spiegando il perché dei problemi di Dwight: “I Lakers non giocano mai in post-basso, usano sempre uno screen-roll per portare i giocatori sotto ma di base non c’è nessun piano predefinito” aggiungendo: “Si, per Kobe va bene ma Dwight non tocca praticamente mai la palla, in poche parole hanno neutralizzato il suo gioco”.

Poi il coach Zen fa riferimenti ai suoi super Lakers che centrarono il “Three-Peat” tra il 2000 e il 2002: “Con Shaq giocavamo coì, palla lontano poi dentro, lui veniva raddoppiato sistematicamente e fuori avevamo tiratori come Derek Fisher, Rick Fox e Robert Horry”

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B