Collins affranto: “Mi sento sconfitto!”

La stagione dei Sixers è destinata a non proseguire nei Playoff, l’assenza di Bynum ha pesto molto su una squadra molto giovane.

L’anno scorso ha spaventato i Boston Celtics nel 2° turno dei Playoffs e con l’arrivo di Andrew Bynum (24 anni) Doug Collins quest’anno pensava di poter lanciare definitivamente i 76ers nelle zone nobili della Eastern Conference, così non è stato e il coach veterano deve chinare il capo.

Ad oggi Philadelphia ha un record di 22 vittorie e 33 sconfitte, distanti “solo” 5.5 partite dagli ottavi Milwaukee Bucks, una distanza non allucinante ma difficile da recuperare, l’ambiente nella città dell’amore non è il massimo e ormai l’unico obiettivo di tifosi e dirigenza è capire se vale la pena oppure no rinnovare Bynum, dal canto suo Collins vede questa stagione come un fallimento personale e dopo il K.O contro Orlando ha espresso la sua frustrazione: “Che vi devo dire? Cosa devo fare? Credetemi non c’è giorno in cui non vada da Rod (Thorn, ndr) o Tony (DiLeo, ndr), ma cosa posso fare? Posso fare qualcosa di diverso? Come posso essere un allenatore migliore? Come posso essere un leader migliore? Come posso aiutare questi ragazzi? A volte tu devi aiutare te stesso”.

Aggiungendo: “Io mi auguro che peggio di così non si possa fare, 12 delle prossime 14 sono in trasferta e in casa abbiamo Atlanta e Golden State”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B