Bucks di OT, cade ancora Golden State!

Phila vince dopo 7 K.O consecutivi e mandano in crisi i Warriors, i Bucks vincono all’over-time mentre Noah e Chicago battono Brooklyn.

 
Philadelphia 76ers – Golden State Warriors 104-97
PHI: Turner 22 (10 rimb), Young 14 (16 rimb), Ivey 17, Holiday 27, Wright 13
GSW: Lee 13 (16 rimb), Thompson 29, Curry 30, Landry 12

Non bastano i 29 punti di Thompson e i 30 punti di Curry a trascinare i Golden State Warriors alla vittoria in quel di Philadelphia, i 76ers a sorpresa si riscoprono squadra ostica e solida e guidati dai 27 punti di Holiday ottengono spezzano il il filotto di 7 sconfitte consecutive. Il match è stato in equilibrio fino all’ultimo minuto quando i “Phila”, grazie a dei jumper consecutivi della media distanza va sul +6 (100-94) e Golden State non riesce più a recuperare perdendo la decima partita delle ultime 13.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=g-6OBqjKsgo]

Chicago Bulls – Brooklyn Nets 96-85
CHI: Boozer 20, Noah 21 (10 rimb), Hinrich 12, Robinson 12, Butler 13
BKN: Lopez 22, Johnson 11, Williams 14, Blatche 13

The Italian Job: Belinelli 12 punti (1/5, 2/3, 0/0), 1 rimb, 4 ass, 2 perse

Una solita prestazione solida di Joakhim Noah 21 punti e 10 rimbalzi) sotto le plance con la complicità di Carlos boozer (20 punti) ai Chicago Bulls di avere la meglio dei Brooklyn Nets. I Bulls sul punteggio di punteggio di 39-38 prima di andare al riposo lungo, segnano gli ultimi 15 punti del periodo e vanno sul 53-39, nel secondo tempo i Net non riusciranno più a risalire la china.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=Bbnm4CcntUY]

Milwaukee Bucks – Toronto Raptors 122-114 OT
MIL: Mbah a Moute 10, Ilyasova 29 (11 rimb), Sanders 13 (12 rimb), Jennings 11 (19 ass), Ellis 23, Redick 19
TOR: Fields 15, Johnson 19, Bargnani 11, DeRozan 18, Lowry 16 (10 rimb, 10 ass), Lucas III 16, Anderson 21

The italian Job: Bargnani 11 punti (3/11, 1/3, 2/2), 7 rimb (1 off), 3 ass, 2 perse, 2 stop

Ci vuole un over time ai Milwaukee Bucks per avere la meglio dei Toronto Raptors del nostro Andrea Bargnani, Brandon Jennings trascina completamente la sua squadra alla vittoria grazie ad una doppia doppia da 11 punti e ben 19 assist, non basta a Toronto la tripla doppia invece di Lowry da 16 punti, 10 assist e 10 rimbalzi. A 6″ dalla sirena Ilyasova regala il +2 ai Bucks grazie ad un rimbalzo catturato in attacco, subito dopo sulla sirena ci pensa Anderson con una schiacciata ad inchiodare il risultato sul 104 pari; nel supplementare Ilyasova trascina i Bucks subito sul 111-104 e nonostante la resistenza di Lowry e DeRozan i Raptors non riescono più a recuperare il punteggio, perche a 39″ dalla sirena finale Jennings chiude la gara con un tiro da tre punti sul 118-111.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=w_LagRliOLk]

Portland Trail Blazers – Minnesota Timberwolves 109-94
POR: Batum 12m Aldridge 17, Hickson 18 (16 rimb), Lillard 24, Leaonard 12, Claver 10
MIN: Williams 23, Ridnour 18, Rubio 12, Barea 14, Cunningham 16

I Portland Trail Blazerd vincono senza troppi patemi contro i Minnesota Timberwolves che ormai non hanno più nulla da dare a questa stagione, grazie alla prestazione importante di J.J. Hickson (18 punti e 16 rimbalzi. I blazers hanno messo le cose in chiaro fin dal primo quarto quando hanno chiuso il parziale sul +11 (31-19).

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P

  • Slevin1985

    Pessima settimana per i Warriors che perdono la 4 partita consecutive nel tour ad East, meno male che ritornano a casa dalla prossima, Curry si è letteralmente spremuto con prestazioni da panico ma non sono servite a niente, adesso la loro posizione PO è a rischio.
    Holiday spettacolare come pochi

  • gasp

    E si i Warriors se non si svegliano possono anche uscire inaspettatamente dalle migliori otto che sarebbe ingiusto;dall’altra parte ottimo Turner vicinissimo alla tripla doppia e il solito Holiday e Young,se fossi nella dirigenza Sixers ricostruirei senza battere ciglio su sti tre.
    Bargnani prende 7 rimbalzi!Festa grande oggi!
    Noah sempre più l’anima di Chicago

  • brazzz

    w che non serve a niente, tranne che a confermare che la base,con hlliday,turner e taddeo,è più che buona..via il bamboccio, e andare su qualche fa..squadra che può diventare da prime 4 in 2 anni o anche meno…peccato x i warriors,che meritano i po..comunque da qui alla fine hanno un clandario ottim,conunavalanga di partite in casa…
    il gelato 7 rimbalzi..mostruoso,un leone..ahahah…

  • Danilo

    CHE FICO CONSTATARE QUANTI TIFOSI SIXERS BLOGGANO…..

  • Accio

    Non è che a Phila più che un top player serva una chioccia per i suoi baby? Spesso un buon maestro in campo fa sviluppare i giovani molto meglio del solo lavoro in palestra.

    Riguardo la FA quest’estate di uomini sotto le plance se ne liberano. Non dei crack in senso assoluto ma ottimi giocatori si.
    Anche se tutti i nomi farebbero rabbrividre il tifoso 76ers più vetusto di questo sito.

  • Accio

    Jennings: 19 assist. Che abbia deciso di mettersi in vetrina per la FA di questa estate e far vedere che non è un mangia palloni? Se ci riesce gabberà tutti e si beccherà un bel po di soldini in più.

    Nets sempre deludenti. Potranno mai diventare una franchigia seria?

  • brazzz

    parli di me?ahahah..
    non so chi si liberi,ma visto il livello generale dei lunghi,è facile che io possa rabbrividire…voglio dire..abbiamo avuto,fra i lunghi,moses,poi chuck(che era largo,ok,e non lungo,ma che a rimbalzo andava mica male..)per cui tendo a essere difficilmente accontentabile…

  • Danilo

    CMQ direi :

    1) Tenere Holiday ( must! )
    2) Tenere Turner
    3) Tenere Thaddeo, ma monitorare i progressi….
    4) Lanciare Moultrie ( tanto i PO sono fottuti )
    5) panchinare Allen ( buono dal pino )
    6) INOCULARE L’ALOPECIA A BYNUM e poi sfancularlo
    7) panchinare Hawes ( buon back-up e nulla più )
    8) via anche Nick Young e Wright
    9) tenere Pargo ( non male alla fine )
    10) prendere un lungo al draft
    11) prendere Millsap o JJ Hickson dai FA
    12) prendere due seconde scelte per talento a dispo
    13)riprendersi Jason Smith dagli Hornets con pochi soldi

  • Slevin1985

    Ho appena guardato una lista dei giocatori che si liberano questa estate e sinceramente non vedo dei lunghi che possano spostare veramente qualcosa. D. West – Al Jefferson – Millsap.
    C’è anche Howard nel caso che non resti a Los Angeles

  • Accio

    Ci piace la 6.

  • Slevin1985

    A milwaukee oltre a Jennings c’è anche Ellis e Redick in scadenza, secondo me con un alto rischio di vederli partire tutti e tre

  • Danilo

    Parte Ellis e tengono Redick……

  • Danilo

    Brazz :
    non dimentichiamoci di Wilt…..

    podio anche per la coppia di scemi Caldwell Jones-Darryl Dawkins…… CULT!!!!!!!!!!! ( il secco e il gigante )

  • Accio

    Slevin ma allo stato attuale quale lungo “sposta” realmente? Diciamo che non ce ne sono. Quindi è normale che pensiate che per nessuno valga la pena di offrire un contratto lungo.

    Però vedo che tutti sperano di pescare qualche nome semi-sconosciuto al draft sperando di trovare il jolly. E nella stragrande maggioranza dei casi falliscono.

    Invece penso che sia meglio spenderne 7-8 per un Pekovic piuttosto che andare alla ricerca dell’affare in draft e poi ritrovarmi scoperto.

  • Magic

    Al Jefferson in una squadra forte sposta eccome, è uno dei lunghi più completi dell’nba ed è sottovalutatissimo, io farei carte false per averlo.

  • Slevin1985

    Accio
    Sono pienamente d’accordo con te, lunghi di una certa qualità si contano su una mano e ai migliori non mancano tante stagioni alla fine della loro carriera.
    sempre meno qualità sotto i canestri

  • gasp

    I Bucks questa estate dovranno ricostruire perchè mi sembra che sia Jennings che Ellis non vogliono restare e forse anche Redick.
    Sul discorso mancanza di veri lunghi:secondo me è colpa,anche se indirettamente,di Shaq perchè i coach che formano i futuri centri si ispirano a lui con risultati non lontanamente paragonabili al centro di Newark,per avvalorare la mia tesi vi chiedo:quando è che i centri alla Malone o Ewing hanno cominciato a scarseggiare?

  • brazzz

    la 6 è geniale
    io andrei su jefferson,millsap è troppo piccolo,al in una squadra buona sposta eccome..e magari jj hickson..poi hawes dalla panca..la squadra ha bisognodi un paio di innesti in tutto
    wilt,vero..ma non sono così vecchio nemmeno io da averlo visto
    chocolate thunder sarà stato scemo,ma ne abbiam già parlato..era buono,ora sarebbe buonissimo..tecnica e fisico..non voglio riaprire la questione,ma molto ma molto meglio lui di quel cretino di howard..non era,allora,centro da squadra da titolo,era,allora,da seconda fascia,perchè era molto,come dire,naive…poi voglio dire..malone,parish,walton,sikma,lanier,gilmore,kareem..li doveva giocare contro questi qua,mica contro non so nemmeno chi…

  • brazzz

    gasp
    i centri alla malone,alla hakeem,han cominciato a scarseggiare da quando si è visto che è difficile avere buona tecnica,che le botte sono brutte,e che si sta meglio a 5 metri dal canestro,e che è più facile giocare fuori..shaq non c’entra ..con questo ragionamento,ai tempi di wilt,cosa sarebbe dovuto succedere?

  • Slevin1985

    E’ cambiata l’etica dei fondamentali, è molto più semplice imparare a fare un salto da tre metri e fare una super schiacciata rispetto ad un movimento in post basso, peccato.
    Forse adesso è aumentato di misura l’allenamento in palestra e meno allenamenti basilari in campo?

  • Danilo

    Brazz :

    concordo, magari averli adesso nel pitturato due come Dawkins e C. Jones….
    Al Jefferson è un lungo di pregio, gli preferivo Millsap solo per motivi anagrafici/salariali…ma andrebbe benissimo anche lui sia chiaro…
    cmq si può essere centri “fisici” anche tirando dai 5 metri o più, un nome su tutti : Bill ” ti rompo il culo” Laimbeer…..

  • gasp

    Ma ai tempi di Wilt c’era anche Russell che era più vincente e più imitabile di Chamberlain che per motivi di fisico non lo era, quindi (sempre secondo me) i coach che dovevano formare i futuri lunghi si ispirarono a Mikan o Russell e successivamente a Jabbar,mi sbaglierò ma stranamente i centri di qualità sono iniziati a scarseggiare in coincidenza del dominio di Shaq

  • mad-mel

    E’ da un po che dico che i Warriors sono in caduta libera e secondo me entrano con utah houston e l.a. per la lotta ottavo posto.
    Mi hanno preso per pazzo.

  • brazzz

    gasp
    è cambiato il gioco..l’abuso del tiro da 3,per esempio..e comunque ha ragione slevin..si fa prima a bombarsi in palestra e saltare come una scimmia,che imparare ilperno..o il semigancio o quel che vuoi…l’intelligenza cestistica,in questi anni,è di conseguenza molto peggiorata…dawkins allora sembrava un cretino,oggi,da quel punto di vista,sarebbe ampiamente nella media,come mancanza di neuroni…

  • Danilo

    Shaq è da considerarsi un “fenomeno” nel senso letterale del termine…. Forse solo Wilt può essere paragonato a lui per soverchiante strapotere fisico nei confronti dei pariruolo… Nelle finali del 2001, contro i Sixers tra l’altro, aveva di fronte l’unico bipede al mondo che poteva opporre una valida resistenza ( Mutombo ) e non di meno l’ha abbattuto in maniera agevole…. Quando era in forma ( e motivato ) era semplicemente inarrestabile… una volta “the big mouth of the south” ( all’anagrafe Dwayne Schintzius ) provò inopinatamente a metterla sul fisico contro il giovane Shaq : lui in schiacciata gli tirò in testa l’intera struttura ( canestro, telecamera e tabellone ) e buonanotte!!!!

  • michele

    sconfitta brutta brutta per i warriors, ormai risucchiati nella TONNARA!

  • gasp

    Danilo
    Lo so,a me piaceva Shaq ma penso che abbia ucciso la concezione di centro perchè tutti pensarono che essendo alti 2,16 e pesare 140 chili si potesse avere un centro che dominasse in lungo e in largo ma sappiamo bene che O’Neal oltre avere potenza e fisico sapeva correre e passare,leggere e capire il gioco sia in attacco che in difesa,sapeva lavorare di piedi e era anche ambidestro ma i coach delle high school si concentrarono sulla potenza e il fisico uccidendo di fatto il centro e facendo venire fuori brutte copie di Shaq

  • Haka

    guardate il calendario dei warriors e capirete che non rischiano più di tanto…

  • gasp

    Brazzz
    Sulla IQ cestistica peggiorata sono d’accordo ma non penso che sia cambiato talmente tanto il gioco da far venire i centri quasi inutili

  • michele

    haka, certamente è come dici tu. avranno comunque molta pressione addosso ( già la rissa di indiana è un sintomo di questo nuovo nervosismo che hanno adesso che sono sotto gli occhi di tutti e non degli underdog ignorati da tutti fino a un mese fa). poi sì, il calendario è in discesa, ero stato il primo a dire che la prima serie di sconfitte era figlia di un calendario pessimo (trasferte con le prime dell’ovest e diversi back to back tipo okc memphis)

  • brazzz

    gasp
    non ho detto che sono inutili..dico che fra gioco cambiato e incapacità ad apprendere(vedi howard)o mancanza di insegnanti(discorso di prima sul fatto che è più facile saltare che fare un perno decente)oggi comeoggi di centri non ce ne sono.perchè se howard è il migliore e bynum il secondo,siamo alle comiche…

  • Danilo

    Auguro ai Warriors di poter accedere ai PO, squadra divertente da vedere e pubblico splendido…. Ma avranno necessariamente bisogno di Bogut perchè così sono moooooooolto leggeri…..

  • michele

    danilo

    è più probabile che il PD vinca le prossime elezioni di un ritorno a breve di Bogut.

  • Danilo

    il problema di Howard è il considerarsi Rocco Siffredi in una spiaggia di nudisti cinesi…. Vivacchia sul fatto che sale in cielo a schiacciare e stoppare, rimane vittima della sindrome di Narciso a constatare quanto sia “più fisico” dei suoi colleghi, ride come nemmeno Eddie Murphy in ” Beverly hills “…. ma l’occhio della tigre non l’ha mai avuto…. infondetegli 1/10 della cattiveria agonistica di Kobe e avrete un super-centro….

  • Danilo

    Michele

    se è così povero Bogut……

  • gasp

    Ma Bogut si è infortunato di nuovo?
    Comunque Brazzz quindi il tuo discorso si collega in parte con il mio:mancanza di insegnanti o incapacità degli insegnanti che insegnano poche cose anche sbagliate cercando di imitare Shaq (forza e potenza) facendo uscire lunghi senza tecnica e tiro che non capiscono niente di basket ma che sono alti 2,15-16 e pesano 120-130 chili

  • Iceman

    Sarà che nn sono un gigante,ma mi ha sempre affascinato quel modo di giocare. Mi dispiace parecchio che nn ci siano più centri come una volta,rimbalzi,post,eleganza,forza. E non sono uno che disprezza l’nba moderna,ma quello è forse l’unico aspetto del gioco che vorrei tornasse vigoroso

  • alert70

    Michele

    Il PD non ha vinto??????……….hehehehehehehheeh

    brazzz

    Perchè ti sorprendi? 7 rimbalzi (ieri) + 0 (la gara precedente) = 3.5………la media del mozzarellone……….heheheheheheheheh

    Due di questi presi in traffico, gli altri caduti tra le braccia!!!!!!

    Gay
    Classico dito al -ulo dei Raptors. Manca e improvvisamente gli assist salgono, c’è più movimento di palla, Fields gran gara, Bargnani buono anche in difesa come i suoi compagni che hanno affrontato una squadra che ha dei polipi a rimbalzo offensivo per non parlare di stoppatori impressionanti. Sanders sposta parecchio. Ilyasova mostruoso, i piccoli di talento che si trovano veramente bene, Ellis, Jennings e Redick sono un lusso non da poco che verrà smantellato a fine stagione, ma oggi fanno male.

    Che dire: ora Colangelo avrà da divertirsi. L’ideale sarebbe non omaggiarlo con un rinnovo, ma a Toronto non sono svegli, per cui si inventerà qualche altra caxxata per la prossima stagione. 67 mln impegnati, rischio altissimo di pagare la luxury salvo cedere Bargs (ovvio) sperando che arrivi qualche pezzo decente, nulla di più. L’arrivo di Gay, mangiapalloni che uno, sarà un bel problemino per la dirigenza. Caxxi loro.

    Warriors
    La prossima contro Toronto che farà esperimenti. la devono vincere, altrimenti si incasinano di brutto.

    W dei Bulls che affilano le armi contro i pacers. Garozza niente male. da vedere. Rose pare a 10 giorni dal rientro. Qualche “fenomeno” in rete lo ha lasciato intendere. Vedremo.

  • Michael Philips

    La teoria che i coach e preparatori hanno preso Shaquille come esempio per formare i giovani pivot non regge. Non regge perché dal 1992 ad oggi(e prima del 1992) non ho visto un solo giocatore anche solo lontanamente vicino a shaq dal punto di vista fisico. Basti pensare che Howard è la metà dello shaq del threepeat: 216(220cm con le scarpe) per 145-150 Kg di potenza e agilità. Ricordo un bryant reeves, una specie di ostertag ma con tecnica, che poteva essere dominante (216cm per 135-140kg)ma che poi non ha concluso nulla. Ma già un bynum 213cm per 130kg, lo avete visto a fianco a shaq? Non c’è proprio paragone. Sarebbe stupido sperare di far crescere una generazione di pivot ispirandosi ad un caso limite, irripetibile.

    Come dire che visto quello che ha fatto magic johnson, allora tutti i giocatori di 203cm possono giocare come playmaker.

    Danilo

    nel 2001 l’unico che poteva limitare davvero shaq era il povero alonzo mourning, altro che mutombo. Anche perchè a quel punto shaq avrebbe avuto un avversario che oltre ad essere il miglior difensore della lega, era pure forte in attacco, e non poco.

  • gasp

    Mp
    Avrò torto ma a me è sembrato così (non tizi di 2.16 con 140 kg ma un pò meno)

  • Michael Philips

    Gasp

    Io credo semplicemente che nel basket di oggi il ruolo del pivot ha perso molto appeal, ciò nonostante avere un lungo ottimo fa ancora la differenza, ma la vittoria degli heat ha dimostrato che si può vincere anche senza. I bulls con i loro 6 anelli lo avevano già dimostrato. Certo se non hai un lungo davvero buono, devi per forza avere due fenomeni(i bulls del 1995-98 ne avevano 3).

    Magari tra 10 anni uscirà fuori una nuova concezione del basket e si rivedranno lunghi dominanti, ma oggi il ruolo pare decisamente meno importante rispetto a quello della combo-guard. Irving, rose, west, lillard, curry, holiday, ma anche parker(perché parker tecnicamente cosa sarebbe un play?). Oggi sono loro ad avere in pugno il team, loro e le ali piccole, che hanno preso il posto delle power forward tra fine 90’s e 2000. Pure le guardie scarseggiano.

  • brazzz

    alert
    adesso è colpa di gay???a me a memphis sembrava un ottimo giocatore,con troppa personalità x diventare un super,ma buono buono,e soprattutto,tutto tranne che mangiapalloni.adesso arriva in canada e lo diventa..ma suvvia..magari si è accorto di avere dei cessi vicino e tira di più, e mi par pure giusto..forse solamente si prende delle responsabilità che nessuno,marshmellow in primis,mai si è preso…
    sui centri concordo con mp..è anche più facile,aggiungo, far tirare un lungo da fuori,che insegnargli un gioco appena decente in post..

  • Ammiraglio

    “magari si è accorto di avere dei cessi vicino e tira di più, e mi par pure giusto..forse solamente si prende delle responsabilità che nessuno,marshmellow in primis,mai si è preso…
    sui centri concordo con mp..”

    Discorsi che sottoscrivo in pieno, sia quello su Gay che quello sui centri esposto da Michael.

  • gasp

    Mp
    Forse hai ragione,sul discorso guardie che scarseggiano bisogna dire che attualmente i ruoli classici stanno scomparendo e stanno prendendo piede i ruoli “aggiuntivi”,può essere un bene o un male solo il tempo ce lo dirà.

  • Accio

    Gay quest’anno a Memphis tirava col 40% da due e 30% da tre. Ripeto avete dato del fallito, finito, iper-pagato, pompato per molto meno.

    Se, con Gay sul mercato e Memphis che non chiedeva la luna, il solo Colangelo ha pensato bene di prenderlo un motivo ci sarà.

    Poi senza un play come potete immaginare che qualsiasi squadra giri bene la palla in attacco? Gay se vorrà diventare importante al prossimo rinnovo dovrà accontentarsi di 10M e andarsene in una contender. Sennò sarà ricco e dimenticato tra 10 anni.

    P.S. Puoi avere attorno anche il deserto tecnico ma se prendi e spari fottendotene degli altri non sei: a) intelligente b) un grande giocatore.

  • Philadelphia a giugno non rinnovando Bynum e Nick Young e magari amnistiando Hawes si ritroverebbe con 30 milioni belli tondi da spendere in free agent, JJ Hicson sarebbe davvero l’ideale per noi, Jrue Holiday, Evan Turner e Thaddeus Young insieme formano una base ottima sulla quale ripartire come avete già detto, Bynum ha deluso un’intera città che ha riposto in lui tantissime speranze e nonostante non sia mai sceso in campo, nel mio soggiorno a Philadelphia ho visto tanta gente girare con la sua maglia, non so davvero come possa continuare a guardarsi allo specchio

  • alert70

    brazzz, ammiraglio

    Dovreste vedere le gare. I Raptors con Gay hanno guadagnato uno abile a mettere i buzzer, a prendersi dei tiri nel finale di gara ma anche uno che tira troppo, un mangiapalloni fatto e finito (7 gare con 20 o pù tiri, 4 gare tirando sopra il 47%, il resto abbondantemente al di sotto, record 7-6). Con DeRozan monopolizzano i possessi, in più ci si mette Alan Anderson che non si lascia mai mancare un tiro. Se aggiungiamo Lowry, non propriamente un play alla Paul……….Calderon……Rubio……si capisce che un Gay non ti porta dei benefici a lungo termine.

    Il problema non sono le responsabilità e nemmeno la mancanza di talento offensivo, perchè un roster che ha Gay, DeRozan, Bargnani, Anderson, Lowry, Johnson, Lucas…..è tutta gente che ha punti nelle mani.

    Ieri 7 uomini in doppia cifra, la palla girava un filino meglio, tutti coinvolti, vicino a battere i Bucks……….

    Quindi ben venga Gay se la smette di fare il fenomeno, se si mette nell’ordine delle idee che non si trova ai Bobcats……….altrimenti fa danni come la grandine.

    Intanto non ricordo una franchigia che gli abbia fatti la corte………solo i Raptors…………