Miami scaccia l’incubo NY con super-LeBron!

Miami allunga la striscia a 14 W e batte finalmente la sua bestia nera in rimonta e grazie ad un solido secondo tempo di James!

 

 

 

New York Knicks – Miami Heat 93-99
(22-23; 59-45;77-74)

Knicks: Anthony 32, White, Chandler 10, Felton 9, Shumpert 3, SMith 13, Stoudemire 12, Kidd 14, Novak, Camby ne, Prigioni ne, Martin ne, Thomas ne
All.Woodson

Heat: James 29 (11 rimb), Haslem 4, Bosh 16, Chalmers 6, Wade 20, Allen 7, Battier 12, Andersen 1, Cole 4, Lewis, Anthony ne, Jones ne
All.Spoelstra

Top performance
Rimbalzi: Smith 12 (1 off, NYK) / James 11 (3 off, MIA)
Assist: Kidd 6 (NYK) / Wade 8 (MIA)
Recuperi: Smith 3 (NYK) / James 3 (MIA)
Palle perse: Felton 4 (NYK) / Wade 4 (MIA)
Stoppate: Chandler 2 (NYK) / Andersen 2 (MIA)

MVP: LeBron James (MIA) 29 punti (10/17, 2/6, 3/6), 11 rimbalzi (3 off), 7 assist, 3 recuperi, 2 perse, 1 stop

Recap

Matinée nella Grande Mela con la terza sfida stagionale tra New York e Miami e Carmelo Anthony comincia subito con le marce alte segnano 9 degli 11 punti di squadra nei primi 7’ del 1° quarto (11-10), a 3’46” dalla prima sirena LeBron sale con la palla, apre nell’angolo per Wade, la difesa di NY perde James e alley-oop spettacolare per gli Heat (video sotto) che al primo mini-riposo saranno avanti 22-23 malgrado i 17 punti di Carmelo (4/5 dal campo e 8/9 ai liberi).

Nel 2° quarto le seconde linee fanno un po’ di confusione in campo, Stoudemire si prende la sua rivincita sul Birdman (reo do averlo stoppato in precedenza), ma complessivamente molti errori, tiri frettolosi e palle perse banalmente (J.R 24” con la palla in mano e poi tiro da 10 metri), dopo 4’ di gioco Miami avanti 30-29. Non c’è Melo ma Jason Kidd ritrova la mano dalla lunga distanza realizzando 3 triple (2 consecutive) e spingendo i suoi sul +5 (39-34) a metà frazione, gli Heat e James non cambiano marcia ma anzi, negli ultimi 3’50 vanno in totale black-out subendo un terrificante break di 17-3 che spinge i Knickerbockers avanti 59-43 con 36” da giocare, durante il break Anthony ha subito un fallo su tiro che lo ha costretto a lasciare il campo per un dolore alla schiena.
Al riposo lungo padroni di casa avanti di ** con: un 2° quarto da 37 punti (14/19 dal campo), Melo a quota 26 punti (6/8 dal campo e 11/12 dalla lunetta), Kidd chirurgico da 3 (4/4) e un LeBron molto sottotono (4/10 per 10 punti).

Nella ripresa Miami prova ad abbozzare la rimonta ma una volta arrivata sul -4 (63-59) a metà frazione, subisce un break di 7-0 chiuso con una tripla di J.R per il nuovo +11 (70-59) a 5’55” dalla sirena, gli uomini di Woodson non uccidono la partita e il vantaggio non verrà gestito bene forzando troppi tiri e sbagliandone alcuni comodi, gli Heat ci credono e la tripla a 4” dalla sirena di Battier (dopo tripla piedi a terra sbagliata da Smith) vale il -4 (77-74)!

La rimonta di Miami viene completata da due bombe consecutive di un rinato LBJ che pareggia a quota 79 dopo 120”, la seconda tripla è nata dalla 2^ stoppata d Birdman nei confronti di Stoudemire!
A 8’20” Battier segna la tripla del primo sorpasso Heat del 2° tempo sull’81-82 e il match si fa avvincente, l’intensità difensiva si alza, le squadre si rispondo colpo su colpo entrando negli ultimi 4’ sul punteggio di 87-91 Miami grazie al duo Wade-James.
LeBron va per la giugulare a 2’ dalla fine, la sua tripla non va ma anche J.R sbaglia la bomba del sorpasso, LBJ si riscatta con una poderosa entrata di potenza per il +4, Battier si tuffa recupera una preziosa palla e stavolta è Chris Bosh che salta fuori col suo jumper per il prezioso +6 (91-97) a soli 66” dalla fine.

Felton va in lunetta e accorcia sul -4, James sbaglia il jumper ma poi scippa la palla per la schiacciata del +6 che di fatto ammazza la partita, cosa che New York non è riuscita a metà del 3° quarto.

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=ccqkrrQXvjY]

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B