Spettacolo James & Bryant, KD con brivido!

Show di James a NY per la 14^ di fila, Durant passa a casa di Paul con brivido, Bryant di forza batte Atlanta ma Houston ne rifila 136 ai Mavericks.

 

 

 

New York Knicks – Miami Heat 93-99

Los Angeles Clippers – Oklahoma City Thunder 104-108
LAC: Butler 10, Griffin 20, Paul 26, Crawford 20
OKC: Durant 35, Ibaka 16, Westbrook 29 (10 ass), Martin 10

Anche allo Staples Center grande partita con rimonta e finale in volata, ai Clippers non è bastata la grinta per piegare i Thunder; a metà del 3° quarto il match sembra indirizzato verso i Thunder che toccano il +19 (), i Clippers reagiscono e a 90″ dal termine Jamal Crawford spara la tripla del sorpasso sul 100-99!
È botta-e-risposta, a 59″ Ibaka segna col fallo e porta OKC sul +4 (100-104), Crawford accorcia sul -2 a 47″ e Westbrook gli risponde per il nuovo +4 (102-106) lasciando solo 26″ ai padroni di casa, si va per un canestro veloce ma Odom, sbaglia da 3, riuscirà a segnare CP3 dopo un rimbalzo offensivo ma con 1″ sul cronometro, KD non tremerà.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=brCQVLyTpxs]

Washington Wizards – Philadelphia 76ers 90-87
WAS: Webster 16, Nene 15, Okafor 12 (16 rimb), Beal 14, Wall 16
PHI: Turner 11 (10 rimb), T.Young 14, Hawes 14 (11 rimb), Holiday 14, Wright 15

Washington manda tutto il quintetto in doppia-cifra nel successo di misura su Philadelphia; a 2’10” dalla fine Thaddeus Young segna il jumper del +3 (84-87) e sarà anche l’ultimo canestro degli ospiti, Wall segnerà 6 punti consecutivi compreso quello decisivo a 4″ dopo un rimbalzo offensivo di Nene.

Orlando Magic – Memphis Grizzlies 82-108
ORL: Hakless 11, Nicholson 12, Afflalo 12, Moore 12
MEM: Prince 14, Gasol 12 (11 ass), Allen 13, Conley 13, Davis 10 810 rimb), Pondexter 12

Anche senza Zach Randolph i Memphis Grizzlies non hanno avuto problemi ad archiviare i Magic; match chiuso nei primi 24′ specialmente dopo il 16-31 del 2° quarto, all’intervallo lungo Grizzlies avanti 35-60!

Sacramento Kings – Charlotte Bobcats 119-83
SAC: Salmons 22, Thompson 18 (14 rimb), Cousins 14, Evans 13, Thomas 10, Thronton 18, Hayes 6 (12 rimb)
CHA: Kidd-Gilchrist 10, Mullens 12, Henderson 12, Walker 11

A Sacramento i Kings trovano la mira giusta nel 3° quarto e spazzano via i Bobcats; dopo un primo tempo chiuso sul +14 (54-40), i Kings giocano una terza frazione da 43 punti con John Salmons reo di 19 dei suoi 22 finali, ad inizio 4° periodo Thornton segna il canestro del +40 (99-59)!

Houston Rockets – Dallas Mavericks 136-103
HOU: Parsons 32, Asik 10 (10 rimb), Harden 21, Lin 21, Robinson 10
DAL: Marion 14, Mayo 18, Carter 12, James 11, Wright 12

Anche al Toyota Center di Houston 3^ frazione scintillante per i padroni di casa che battono i Mvas nel derby; Houston va al riposo lungo sotto di 3 (61-6) poi si scatena realizzando 44 punti nel 3° quarto in una partita che li ha visti realizzare 36 punti in contropiede e con un Parsons da 12/13 dal campo, all’inizio dell’ultima frazione Rockets avanti 108-78!

San Antonio Spurs – Detroit Pistons 114-75
SAS: Leonard 14, Duncan 16 (11 rimb), Green 16, Ginobili 17
DET: Monroe 16, Calderon 14, Villanueva 10 (10 rimb), Jerebko 10

No Tony Parker no problem per gli Spurs contro Detroit in una partita già segnata dopo il 1° quarto; entra Manu Ginobili a metà frazione e subito segna 10 punti compreso un gioco da 4 punti sulla sirena, 32-19 e match in archivio.

Indiana Pacers – Chicago Bulls 97-92
IND: George 10 (10 rimb), West 31, Hibbert 18 (10 rimb), Hill 21
CHI: Deng 15, Noah 14 (10 rimb), Belinelli 20, Butler 20

Italian Job: Belinelli 20 pt (4/12, 4/5 da 3), 1 rimb, 5 ass, 1 rec, 3 perse

Non sono bastati i 20 punti di Marco Belinelli ai Bulls per espugnare Indiana; Belinelli e Butler combinano per 29 punti nel secondo tempo portando i Bulls sul -1 (90-89), Indiana ri-scappa ma il Beli segna da 3 per il -3 (95-92) a 19″, Hill va in lunetta e commette uno grave 0/2, ultima chance per il pareggio nelle mani di Marco che però non troverà il bersaglio.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=MgjN1xukXFg]

Los Angeles Los Lakers – Atlanta Hawks 99-98
LAL: World Peace 13, Howard 11 (15 rimb), Bryant 34, Nash 15 (10 ass), Jamison 10
ATL: Smith 19, Horford 24, Harris 16, Korver 16

Continua la rincorsa dei Lakers verso i Playoffs e stavolta portando a casa una vittoria di forza e in volata grazie allo stoico Kobe Bryant; il “Black Mamba” segna 11 dei suoi 34 punti nel 4° periodo compreso il decisivo layup del sorpasso a 9″ (99-98), Atlanta ha l’ultimo tiro per vincere ma Josh Smith perderà la palla.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=xqJ180toczY]

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • LOL

    a prescè ma che stai a di? è arrivato quarto l’anno che ne metteva 35 di media portando ai playoff una massa di scappati di casa figuriamoci se arriva secondo quest’anno.

  • Nitrorob

    ci sono azioni in cui sembra di vedere la palla a mano più che il basket, gente che si fa metà campo senza mai appoggiare la palla o altro…..
    ma giustamente anche questa è l’nba prendere o lasciare

  • Michael Philips

    Che poi, anche facendo finta di ignorare la questione che in quegli anni si segnava un bel pò di più, si giocavano molti più possessi rispetto ad oggi, e considerando che il tiro da 3 non faceva parte del repertorio dei giocatori(questo sì che lo preferivo) si tirava con % decisamente più alte, se oggi un durant, un lebron, un kobe, un harden, un melo, prendessero i quasi 28 tiri di media che prendeva jordan, beh, pure loro avrebbero delle medie punti assurde.

    Ma nel basket di oggi è impensabile, proprio perché nessuno si sognerebbe di monopolizzare l’attacco in modo così “violento”. Pensate che kobe nella stagione folle dei 35.4 di media, prendeva 27.2 tiri a gara e si “sporcava” le % tirando molto anche da 3.

    I 40 di media non li avrebbe messi nemmeno lo shaq del threepeat, nemmeno se avesse avuto l’80% ai liberi.

  • mad-mel

    @Mp vai tranquillo che quando si ritireranno bryant pierce garnett duncan, il mio interesse verso questa nba attuale calerà di parecchio…mi guardero ogni tanto i miei knicks sperando di vedere vincere un anello prima di morire.

    P.s: pensa alle ultime finals, le due migliori squadre nba con i migliori e futuri allstars di questa lega…beh hanno fatte letteralmente cagare…

  • skin

    Non capisco come i nostalgici possano ancora guardare la nba:se ti fa tanto cagare non guardarla più!Poi dire in continuazione che se jordan sarebbe in attività farebbe 40 di media:a se Kobe,Lebron,kd sarebbe stati in attività negli anni di jordan senza marcatura a zona solamente a uomo?

  • hanamichi sakuragi

    ma il motivo per cui si giocano meno possessi?

  • Quaqquo

    @ hanamichi
    L’inflazione ! palloni e retine costano di più e la Lega ha imposto un ritmo controllato per risparmiare sulle forniture. Già devono spendere un sacco per rifare i ferri dopo le gare delle due squadre di LA 😉

  • lol ma quell’anno non tirava bene come quest’anno e soprattutto non aveva così tanti rimbalzi e assist e soprattutto non aveva 35 anni che mi sembra una nota di merito non indifferente

  • Nitrorob

    Quaqquo dici che in futuro taglieranno pure le ragazze pon pon???

  • hanamichi sakuragi

    quaqquo sei un idolo

  • gasp

    Quaqquo
    La crisi colpisce tutti 🙂

  • Quaqquo

    @ Hanamichi grazie !

    @ Nitro ahahaha no quelle speriamo di no, anzi magari si potrebbe fare una sorta di “lingerie bowl” anche nella NBA.. che so un All Slut Game, roba del genere 😉

    Quasi seriamente.. credo che le ragazze e il merchandising vario, compreso di ristoranti ecc sia al 100% di competenza degli owners. Per quello Boston ha avuto le ‘gnorine solo recentemente.. se avesse potuto fare qualcosa vuoi che il buon Stern non li avrebbe costretti ad avere le cheerleaders molto prima ?

  • Ammiraglio

    Mi aggrego a chi sostiene che il commento di Quaqquo sia geniale.

  • lilin

    ma è un caso o mi sembra di notare che quano il beli faccia tanti punti sia un segnale negativo per chicago e che spesso coincida con una sconfitt?? parlo senza avere dati alla mano eh!

  • brazzz

    mp
    il problema non sono i durant,lebrone,wade,kobe,insomma le star..star sono ora,star sarebbero state 20 anni fa..il punto è un altro..la qualità media dei giocatori,che fa cagare rispetto ad allora, e il tipo di gioco..penetra e scarica o tira da 3..non un movimentoin post,non un arresto e tiro..usare un perno decentemente sembra un reato passibile di arresto..qui è la differenza…e la zona..che spiega i meno punti,anche perchè i 2/3 dei giocatori ha un qi talmente basso da non capire un cazzo su come si attacca quella che a volte è una zonetta da minibasket..insomma,non c’entrano i top,jordan una volta,lebrone adesso..è il contorno il problema…

  • DW3

    quoto brazz

  • BBW_3

    La zona è l’anti basket per eccellenza (e lo dico da giocare che odia attacarla, ma soprattutto difenderla). Fosse per me l’abolirei a qualsiasi livello di gioco, falsa di brutto le partite!

  • gasp

    Brazzz
    Quoto ma più sulla qualità media direi che il problema è il tipo di gioco