Oklahoma City fatica ma batte Boston!

I Thunder faticano, sudano ma alla fine escono col talento di Durant e Martin, Boston troppi rimpianti malgrado la solita grinta.

 

 

 

 

Oklahoma City Thunder – Boston Celtics 91-79
(23-22; 50-45; 68-65)

Thunder: Durant 23 (11 rimb), Ibaka 7, Perkins 6, Sefolosha 8, Westbrook 15, Martin 12, Collison 8, Jackson 6, Brewer, Fisher 6, Thabeet ne
All.Brooks

Celtics: Pierce 20, Bass 6 (13 rimb), Garnett 10 (11 rimb), Lee 8, Bradley 12, Wilcox 2, Green 8, Terry 9, Crawford 4, Williams, White ne, Randolph ne.
All.Rivers

Top performance:
Rimbalzi: Durant 11 (OKC) / Bass 13 (5 off, BOS)
Assist: Perkins 5 (OKC) / Bradley 5 (BOS)
Recuperi: Sefolosha 3 (OKC) / Bradley 1 (BOS)
Palle perse: Westbrook 3 (OKC) / Terry 4 (BOS)
Stoppate: Ibaka 2 (OKC) / Lee 2 (BOS)

MVP: Kevin Durant (OKC) 23 punti (6/12, 0/4, 11/11), 11 rimbalzi, 3 assist, 1 rec, 3 perse

Recap

Boston comincia subito bene portandosi subito sul 4-8 dopo 4’ di gioco grazie agli ottimi tiri e alla mano calda di KG, poi però l’attacco verde si inceppa e OKC si sveglia, in neanche 120” i padroni di casa rifilano un 10-0 portando il match dalla loro (14-8), il tutto a metà della prima frazione.
La Chesapeake Arena si scalda dopo un paio di bei recuperi mai suoi beniamini si mangiano dei comodi appoggi da sotto anche avrebbero potuto dato un ipotetico +11, Boston non perdona e i layup in contropiede di Pierce vale il -3 (21-18) a 2’49” dalla prima sirena, i Thunder non segneranno più un canestro dal campo negli ultimi 4’ ma chiuderà avanti 23-22.

Dopo qualche botta e risposta, Derek Fisher suona la carica segnando 6 punti (gioco da 3 + tripla) nel break di 10-0, chiuso da un bellissimo cross-over+fade-away di Durant, che lancia i suoi avanti di 11 (37-26) dopo 3’30” del quarto!
Pierce segna i suoi classici canestri d’astuzia rosicchiando qualche punto ma stavolta i Thunder non si addormentano, tripla di Sefolosha, recupero di Perkins e liberi per Durant che ridanno il +11 (48-37) a 2’42” dal riposo lungo, Courtney Lee si innesca nell’ultimo minuto segnando 5 degli 8 punti finali di Boston che valgono il -5 (50-45) dell’intervallo.

Durant top-scorer con 16 punti (4/8) seguito da Paul Pierce (12 con 5/7) ma sono le 12 perse che incidono sui verdi.

La ripresa vede qualche scintilla tra Serge Ibaka e Kevin Garnett; KG sferra una gomitata intimidatoria a vuoto senza colpire lo spagnolo che, per eccessive proteste, si becca un fallo tecnico che vale il -5 (56-51) dopo 4’, la partita rimane tirata con Boston che resta sempre a contatto sul -4/-6 e Oklahoma City che non riesce a trovare lo spunto per la fuga, da sottolineare il 1° assist della partita di Westbrook a 4’20” dal termine per il jumper di Ibaka (65-57), i Celtics tornano a perdere palloni e sbagliare tiri consentendo alla banda di coach Brooks di mettere ancora qualche punto di distacco (+9), ma è un match ad elastico e alla fine i verdi rimonta e chiude ancora sotto il singolo possesso (68-65).

L’ultimo quarto si apre nel segno dei Thunder, parziale di 11-2 nei primi 4’ con all’interno un incredibile jumper sulla sirena dei 24” di Reggie Jackson, seguito poi da un 2+1 di Martin per il massimo vantaggio sul +12 (79-67).
I Celtics, malgrado una buona esecuzione offensiva, non riescono a reagire, il mattone contro il tabellone da 3 di Pierce e il successivo canestro di Durant (layup dalla linea di fondo vs 3!) per il +14 (87-73) a 3’ dalla fine hanno segnato l’esito dell’incontro, malgrado il solito, infinito orgoglio che i giocatori di Rivers hanno messo nel finale.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B