Ombre su Rose; spinto dai Bulls a tornare?

Non c’è pietà per la stella di Chicago, in settimana la bella notizia dai medici ma adesso stanno emergendo altri fatti sul suo ritorno.

Quando ancora non era arrivato l’ok dei medici per il ritorno di Derrick Rose (24 anni) si facevano molte ipotesi; meglio stare fuori tutta la stagione, deve tornare per trovare fiducia col parquet, ma se torna troppo presto poi ci sono alti rischi o se torna troppo tardi perde il feeling col gioco, tante ipotesi e tra queste mi ero espresso anche io sui social-network…non andandoci così lontano!

Questo è quello che avevo riportato il 14 febbraio:

La città è reduce dalla delusione NFL, i Bulls giocano bene ma non hanno molto seguito, la situazione di Rose è più grave di quel che sembra; lui ha il diritto di stare fuori tutta la stagione, ma l’arena poi chi la riempie? I Bulls NON possono permettersi un’annata alla “Bobcats” (poco seguito) e ancor di più di perdere l’affluenza/tifo dei suoi tifosi.

Il senso del mio intervento, detto in parole povere era: “Se non torna Rose nessuno si fila i Bulls (pubblico, immagine), merchandising ecc..quindi la franchigia ha bisogno di lui in questa stagione”, l’idea infatti che dietro questo ritorno di cose ci sia una forte spinta da parte della franchigia sta venendo a galla in questi giorni; il “Chicago Tribune” riporta che D-Rose non si è allenato ieri e che i Bulls lo stiano “obbligando” a tornare in campo al più presto, il GM Gar Forman ha negato logicamente tutte queste voci ma anche ESPN ha analizzato questa situazione da un altro aspetto. I Bulls pressano ma l’ex Tigers non è ancora pronto a livello mentale e che la “scusa” del problema al piede sinistro sia solo un modo per prendere tempo.

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=wmQIOL8KFUU]

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B