Stoici Knicks, K.O Warriors e Rockets!

I Knicks dominano i Jazz senza Anthony e Stoudemire, i Rockets cadono a Phoenix, male i Warriors in casa e Ok il Gallo.

 

 

 

Atlanta Hawks – Brooklyn Nets 80-93
ATL: Smith 12, Horford 15 (12 rimb), Petro 10, Jenkins 10
BKN: Lopez 18, Williams 17, Blatche 18

Alla Philips Arena di Atlanta, arriva la vittoria dei Brooklyn Nets, facendo il minimo indispensabile con Lopez e Blatchs (18 punti a testa) a farla da padroni sotto le plance; non basta la doppia doppia da 15 punti e 12 rimbalzi di aL Horford per gli HAwks. Decisivo il secondo periodo (parziale 14-28), che grazie alla panchina, i Nets spaccano la gara.

New York Knicks – Utah Jazz 113-84
NYK: Felton 15, Shumpert 10, Martin 10, Smith 24, Novak 20
UTA: Hayward 13, KAnter 11, Burks 14

I New York Knicks tornano a vincere e lo fanno senza Carmelo Anthony e anche senza Amar’e Stoudemire, al Madison Square Garden con la panchina sugli scudi, Smith (24 punti) e Novak (20 punti), inguaiando completamente gli Utah Jazz (4 sconfitta consecutiva) che adesso si ritrovano con il record pari ai Los Angeles Lakers (32-31), cosa letteralmente impensabile fino ad un mese fa. Momento decisivo del match, il secondo periodo appunto, dove la panchina Knicks ha fatto la differenza, all’intervallo lungo il punteggio diceva 55-38, nella ripresa Smit e compagni hanno gestito senza patemi la gara.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=AeVAuEEkj2U]

Whashington Wizards – Charlotte Bobcats 104-87
WHA: Webster 20, Nene 19, Temple 13, Ariza 26 (10 rimb)
CHA: Henderson 17, Walker 29, Haywood 10, Gordon 13

In un match tra le zone molto basse della classifica della Eastern Conference, i Whashington Wizard rifilano ai Bobcats la decima sconfitta consecutiva, nonche cinquantesima sconfitta stagionale, con la doppia doppia di Ariza da 26 punti e 10 rimbalzi; non bastano invece per i Bobcats i 29 di Kemba Walker. Decisivo anceh in questa gara il secondo periodo dove il parziale 32-18, gira completamente la gara; nella ripresa gli Wizards controllano senza problemi.

Memphis Grizzlies – New Orleans Hornets 96-85
MEM: Prince 13, Davis 12, Gasol 10, Conley 22, Pondexter 13, Bayless 10
NOH: Davis 20 (18 rimb), Gordon 11, Vasquez 12, Anderson 17

Mike Conley (22 punti) trascina i Memphis Grizzlies alla vittoria numero 42 contro i New Orleans Hornets ai quali non basta Anthony Davis (20 punti e 18 rimbalzi), la gara fin da subito non è stata mai in bilico, ma il parziale decisivo è arrivato nel terzo periodo (31-19, dove i Grizzlies hanno staccato con decisione gli Hornets.

Denver Nuggets – Minnesota Timberwolves 111-88
DEN: Gallinari 11, Iguadala 11, Lawson 32, Brewer 15
MIN: GElable 19, Williams 13, Rubio 11, Barea 15

The Italian Job: Gallinari 11 punti (0/2, 2/5, 5/5), 5 rimb, 1 rec, 1 persa

I Denver Nuggets regolano senza soffrire più di tanto, ormai dei Minnesota Timberwolvs che non hanno più nulla da dare, lo fanno grazie a TY Lawson (32 punti) sempre più incontenibili per le difese avversarie. Nel terzo periodo il momento decisivo del match, dove i Nuggets girano la gara con il parziale di 33-21, i T-Wolves non riusciranno più a risalire la china.

Phoenix Suns – Houston Rockets 107-105
PHO: Morris 14, Beasley 10, Dragic 18, Dudley 22
HOU: PArsons 14, Harden 38, Lin 11, Delfino 21

Cadono a sorpresa sul campo dei Phoenix Suns, gli Houston Rockets di James Harden (38 punti), Suns guidati dalla panchina e da soprattutto Dudley reo di aver piazzato ben 22 punti. Il match è stato in quilibrio fino agli ultimi secondi, e a 5″ dalla sirena finale Dragic è stato glaciale dalla lunetta, segnando i due liberi del +5, subito dopo è arriva la tripla di Motiejunas, ma non è servita a nulla.

Golden State Warriors – Milwaukee Bucks 93-103
GSW: BArnes 10, Landry 18 (10 rimb), Thompson 18, Curry (16 (10 ass), Jack 11
MIL: Jennings 31 (10 ass), Ellis 26, Redick 15

Senza David Lee, perdono male ed in casa i golden State Warriors continuando il loro momento di piccola crisi, contro degli ottimi Milwaukee Bucks, trascinati letteralmente da Ellis (26 punti) e soprattutto da Jennings (31 punti e 11 assist). Il momento decisivo della gara è arrivato a 4? dalla fine quando i Bucks piazzano un parziale di 8-0 griffato Saunders e REdick, dal quale i Warriors non hanno più saputo risalire.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=wu8egR4AuYU]

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B