Stoici Knicks, K.O Warriors e Rockets!

I Knicks dominano i Jazz senza Anthony e Stoudemire, i Rockets cadono a Phoenix, male i Warriors in casa e Ok il Gallo.

 

 

 

Atlanta Hawks – Brooklyn Nets 80-93
ATL: Smith 12, Horford 15 (12 rimb), Petro 10, Jenkins 10
BKN: Lopez 18, Williams 17, Blatche 18

Alla Philips Arena di Atlanta, arriva la vittoria dei Brooklyn Nets, facendo il minimo indispensabile con Lopez e Blatchs (18 punti a testa) a farla da padroni sotto le plance; non basta la doppia doppia da 15 punti e 12 rimbalzi di aL Horford per gli HAwks. Decisivo il secondo periodo (parziale 14-28), che grazie alla panchina, i Nets spaccano la gara.

New York Knicks – Utah Jazz 113-84
NYK: Felton 15, Shumpert 10, Martin 10, Smith 24, Novak 20
UTA: Hayward 13, KAnter 11, Burks 14

I New York Knicks tornano a vincere e lo fanno senza Carmelo Anthony e anche senza Amar’e Stoudemire, al Madison Square Garden con la panchina sugli scudi, Smith (24 punti) e Novak (20 punti), inguaiando completamente gli Utah Jazz (4 sconfitta consecutiva) che adesso si ritrovano con il record pari ai Los Angeles Lakers (32-31), cosa letteralmente impensabile fino ad un mese fa. Momento decisivo del match, il secondo periodo appunto, dove la panchina Knicks ha fatto la differenza, all’intervallo lungo il punteggio diceva 55-38, nella ripresa Smit e compagni hanno gestito senza patemi la gara.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=AeVAuEEkj2U]

Whashington Wizards – Charlotte Bobcats 104-87
WHA: Webster 20, Nene 19, Temple 13, Ariza 26 (10 rimb)
CHA: Henderson 17, Walker 29, Haywood 10, Gordon 13

In un match tra le zone molto basse della classifica della Eastern Conference, i Whashington Wizard rifilano ai Bobcats la decima sconfitta consecutiva, nonche cinquantesima sconfitta stagionale, con la doppia doppia di Ariza da 26 punti e 10 rimbalzi; non bastano invece per i Bobcats i 29 di Kemba Walker. Decisivo anceh in questa gara il secondo periodo dove il parziale 32-18, gira completamente la gara; nella ripresa gli Wizards controllano senza problemi.

Memphis Grizzlies – New Orleans Hornets 96-85
MEM: Prince 13, Davis 12, Gasol 10, Conley 22, Pondexter 13, Bayless 10
NOH: Davis 20 (18 rimb), Gordon 11, Vasquez 12, Anderson 17

Mike Conley (22 punti) trascina i Memphis Grizzlies alla vittoria numero 42 contro i New Orleans Hornets ai quali non basta Anthony Davis (20 punti e 18 rimbalzi), la gara fin da subito non è stata mai in bilico, ma il parziale decisivo è arrivato nel terzo periodo (31-19, dove i Grizzlies hanno staccato con decisione gli Hornets.

Denver Nuggets – Minnesota Timberwolves 111-88
DEN: Gallinari 11, Iguadala 11, Lawson 32, Brewer 15
MIN: GElable 19, Williams 13, Rubio 11, Barea 15

The Italian Job: Gallinari 11 punti (0/2, 2/5, 5/5), 5 rimb, 1 rec, 1 persa

I Denver Nuggets regolano senza soffrire più di tanto, ormai dei Minnesota Timberwolvs che non hanno più nulla da dare, lo fanno grazie a TY Lawson (32 punti) sempre più incontenibili per le difese avversarie. Nel terzo periodo il momento decisivo del match, dove i Nuggets girano la gara con il parziale di 33-21, i T-Wolves non riusciranno più a risalire la china.

Phoenix Suns – Houston Rockets 107-105
PHO: Morris 14, Beasley 10, Dragic 18, Dudley 22
HOU: PArsons 14, Harden 38, Lin 11, Delfino 21

Cadono a sorpresa sul campo dei Phoenix Suns, gli Houston Rockets di James Harden (38 punti), Suns guidati dalla panchina e da soprattutto Dudley reo di aver piazzato ben 22 punti. Il match è stato in quilibrio fino agli ultimi secondi, e a 5″ dalla sirena finale Dragic è stato glaciale dalla lunetta, segnando i due liberi del +5, subito dopo è arriva la tripla di Motiejunas, ma non è servita a nulla.

Golden State Warriors – Milwaukee Bucks 93-103
GSW: BArnes 10, Landry 18 (10 rimb), Thompson 18, Curry (16 (10 ass), Jack 11
MIL: Jennings 31 (10 ass), Ellis 26, Redick 15

Senza David Lee, perdono male ed in casa i golden State Warriors continuando il loro momento di piccola crisi, contro degli ottimi Milwaukee Bucks, trascinati letteralmente da Ellis (26 punti) e soprattutto da Jennings (31 punti e 11 assist). Il momento decisivo della gara è arrivato a 4? dalla fine quando i Bucks piazzano un parziale di 8-0 griffato Saunders e REdick, dal quale i Warriors non hanno più saputo risalire.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=wu8egR4AuYU]

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P