Lakers prova di forza, volano Miami e Denver!

Howard e Nash lanciano i giallo-viola ad Indiana, Miami dice 21 e Denver 11 di fila, super Harden, bene Oklahoma City.

 

 

 

Toronto Raptors – Charlotte Hornets 92-78
TOR: Gay 28, Johnson 12 (21 rimb), Valanciunas 10, Telfair 11
CHA: McRoberts 10, Henderson 22, Walker 20, Gordon 10

Italian Job: Bargnani DNP

Sconfitta numero 51 in stagione per i Bobcats di Kemba Walker (22) che sono riusciti a rimanere in partita tre quarti, prima di affondare nell’ultimo periodo (iniziato sul 68-69) dove un parziale di 15-4 firmato Rudy Gay e Amir Johnson ha fatto volare i canadesi verso la vittoria.

Washington Wizards – New Orleans Hornets 96-87
WAS: Webster 18, Temple 10, Wall 29, Seraphin 10, Martin 10
NOH: Davis 16, Gordon 20, Vasquez 18, Anderson 13

Altra gara non certo tra le più spettacolari quella della capitale Usa. Wizards e Hornets hanno poco ormai da chiedere a questa stagione e per questo la gara ha vissuto sul filo dell’equilibrio finchè John Wall non ha cominciato a scaldarsi al tiro (12/15 dal campo, 3/3 dal perimetro), spezzando la gara in favore dei capitolini.

Indiana Pacers – Los Angeles Lakers 93-99
IND: George 20, Stephenson 12 (11 rimb), Hill 27
LAL: World Peace 19, Howard 20 (10 punti), Nash 15, Jamison 17, Blake 18

Con Kobe Bryant in campo per 12 minuti e da zero punti (0/4 dal campo), i Lakers riescono comunque a espugnare la Bankers Life Fieldhouse di Indianapolis, grazie ad una prova più che positiva di Jamison e Blake, subentrati dalla panchina.
Sull’ 87-87 a 2’40” dalla sirena finale, sette punti di fila combinati tra Howard e Jamison regaleranno una vittoria preziosissima ai gialloviola in chiave playoff (ora sono due le gare di vantaggio su Utah)

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=jJtmp9JPGN0]

Atlanta Hawks – Phoenix Suns 107-94
ATL: Stevenson 12, Smith 17, Horford 16 (11 rimb), Korver 16, Harris 11
PHX: Markieff Morris 15, O’Neal 18, Dragic 21, Beasley 10

Basta una prova corale e tutta in doppia cifra al quintetto base dei georgiani per spazzare via dal campo i Suns, ormai in lotta con gli Hornets solo per evitare l’ultimo posto ad Ovest. A metà secondo quarto (sul 39-37), Atlanta piazza cinque dei sei tiri consecutivi prima dell’intervallo, andando al riposo lungo sul +11 (52-41), vantaggio che non verrà mai colmato nella ripresa da Phoenix.

Houston Rockets – Minnesota Timberwolves 108-100
HOU: Parsons 14, Harden 37, n 24, Smith 12
MIN: Gelabale 10, Williams 19, Stiemsma 12, Ridnour 10, Rubio 14, Barea 19

Basta una prova monster di James Harden (37 punti, 8/16 dal campo, 16/18 dalla lunette) per rimontare dei buoni Timberwolves nel secondo periodo e portare a casa la vittoria, dopo esser stati sotto anche di 20 punti (59-39 all’intervallo). Harden e Lin suonano la carica nella rimonta, che arriva ad inizio quarto periodo con l’ex Knicks (82-82) che poi dispenderà assist preziosi per dare il là all’allungo finale decisivo.

Oklahoma City Thunder – Orlando Magic 117-104
OKC: Durant 26, Ibaka 20, Westbrook 23, Martin 15,
ORL: Harkless 12, Harris 19, Vucevic 21, Afflalo 20, Nelson 26

OKC chiude il primo tempo a quota 73 punti e nel secondo tempo può permettersi di gestire una gara messa subito in discesa e controllare il rientro prepotente nel finale di Orlando, andaqta in doppia cifra comunque col quintetto titolare. Oltre al solito duo Durant – Westbrook (49), bene anche Ibaka con 20 punti

Denver Nuggets – Memphis Grizzlies 87-80
DEN: Gallinari 15, Koufos 18 (16 rimb), Brewer 11, Miller 10
MEM: Prince 11, Randolph 18 (18 rimb), Gasol 14, Allen 11, Bayless 10

Italian Job: Gallinari 15 pt (4/8, 1/3, 4/4), 4 rimb, 1 ass, 2 rec, 1 persa

Anche la striscia dei Nuggets non si ferma più, sconfitti i Grizzlies per la 11esima vittoria filata per gli uomini di Karl; si decide tutto all’inizio del 4° periodo, Denver stringe le vite in difesa e segna i primi 9 punti in quello che sarà un parziale di 17-4 per il +5 (75-70) a metà frazione, Memphis non molla e a 80″ è sul -2 (82-80), ci pensano Gallinari e Iguodala che confezionano un prezioso e decisivo 4-0, soprattutto il secondo che ruba e schiaccia per il +6 (86-80) a 50″.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=nFBoNZDfwXI]

Golden State Warriors – Chicago Bulls 95-113
GSW: Barnes 12, Lee 15, Jack 20
CHI: Deng 23, Boozer 21, Noah 16 (13 rimb), Belinelli 13, Robinson 20

Italian Job: Belinelli 13 pt (2/6, 3/6 da 3), 3 rimb, 6 ass, 6 perse

Serata storta per il duo Thompson-Curry (7 e 8 punti) ei Bulls vincono nella baia battendo le t-shirt dei Warriors; Chicago domina dalla palla a 2 e dopo un primo tempo chiuso avanti di 10 (46-56), la banda di Thibodeau chiude le danze con un 3° periodo da 38-17 entrando nell’ultima frazione avanti di 31 punti (63-94)

Milwaukee Bucks – Miami Heat 94-107
MIL: Daniles 14, Ilyasova 26, Jennings 21, Redick 14
MIA: James 28 (10 rimb), Bosh 28, Wade 20

Successo numero ventuno di fila per Miami (3rzi da soli nella storia a -1 da Houston) che si affida solo ai Three Kings (76 punti) per passare anche sul campo dei Bucks. Parziale decisivo in favore di Miami, il 12-2 di fine secondo periodo che psaccherà la gara e permetterà agli ospiti di controllare agevolmente fino alla sirena finale

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=0inPEqRUPWk]

Dallas Mavericks – Cleveland Cavaliers 96-86
DAL: Nowitzki 13, Mayo 10, Collison 13, Wright 13, Beaubois 18
CLE: Gee 11, Thompson 12, Zeller 10 (10 rimb), Waiters 21, Livingston 13

Senza Irving, Cleveland cede il passo a Dallas, capace di rientrare in gara nel second tempo grazie a tanta sostanza arrivata dalla panchina, con 44 punti arrivati dal trio Collison, Wright Beaubois.
Terminato il terzo periodo sul 68-67 per Cleveland, un parziale di 17-4 manderà avanti i texani, che rimarranno sopra fino alla fine

N.S

N.S

Sangue Romagnolo ma cresciuto 19 anni a Como, si innamora della palla a spicchi nell’ormai preistorico 2001 (militando in squadra con FMB), al Pianella di Cantù per il derby contro i cugini varesotti. Tifoso Lakers, Packers e del Cesena calcio, venera Jason Williams, le IPA fortemente luppolate e la jersey viola dei Raptors di Damon Stoudamire. Nickname: N.S