Due parole con…DeAndre Liggins!

Ha militato per 3 anni nei Wildcats di Calipari, adesso milita in D-League con Tulsa e il nostro Ste lo ha intervistato sulla Marc-Madness!

Dal 2008 al 2011 ha vestito i colori dei Kentucky Wildcats salutando la compagnia l’anno prima della dominazione firmata Anthony Davis, è stato la scelta #53 del Draft 2011 finendo prima agli Orlando Magic per poi essere girato agli Oklahoma City Thunder i quali lo hanno segregato ai Tulsa 66ers in D-League con 10.2 punti e 5.6 rimbalzi, ha esordito in NBA il 13 gennaio 2013 con 11 punti nel match vinto dai Thunder contro Portland, chi è costui?

Stiamo parlando di DeAndre Liggins (24 anni) che il nostro Ste ha intervistato per parlarci dell’imminente March-Madness

Come ci si sente a giocare nel torneo?
È da brividi, che tu sia un titolare o una riserva, un allenatore o un fan, senti l’atmosfera, Sai che è un privilegio e una benedizione essere li, tutti gli occhi dello stadio sono su di te quando la palle è nelle tue mani e il tuo gioco contribuisce al modo in cui la gente ti vede, sia in Tv che al palazzo. Non c’è molto altro di simile, è qualcosa che non si può dimenticare

Le tue favorite per la final 4?
Le mie favorite per la Final Four sono Louisville, Gonzaga, Ucla e Miami.
Dico queste perchè sono quattro squadre fatte per vincere da subito. Non riesco a dire chi tra queste sia la favorita ma queste 4 mi danno ottime impressioni.
Mi piace guardare Ucla e Miami in particolare ma come ho detto le squadre sono tutte ben livellate, con grandi allenatori e grandi roster che rende quasi impossibile sceglierne una . Sarebbe stato un sogno essere in quintetto con questi ragazzi quando ero a Kentucky
.

Come giudichi la stagione dei Kentucky?
La stagione di Kentucky è stata ben al di sotto degli standard, i tifosi, i giocatori, lo staff e anche le avversarie sanno che a Kentucky si punta alla vittoria e a niente di meno. Ho detto sotto agli standard ma bisogna considerare che la squadra ha dovuto superare grandi ostacoli come l’infortunio al ginocchio di Nerlens Noel e non abbiamo potuto giocare in un modo che noi Wildcats riteniamo accettabile.
Nonostante questo anno abbia fatto male al cuore posso essere sicuro che Kentucky sarà di nuovo competitiva e vincente abbastanza presto. La squadra che abbiamo ora è il punto di partenza, l’arrivo dei gemelli Harrison (nel miglior posto per crescere come giocatori) e gli altri giocatori che arriveranno possiamo tornare ai vertici già nella prossima stagione, sto già pregustando i successi.

Il tuo Quintetto ideale NCAA?
PG: Trey Burke
SG: Ben McLemore
SF: DeShaun Thomas
PF: Elias Harris
C: Cody Zeller

Questo mio starting five è basato solo sulle abilità dei singoli e non necessariamente sulla sinergia o chimica o altri fattori.

Il tuo quintetto ideale NBA?
La mia formazione si baserebbe su Chirs Paul come play, è impareggiabile e ha doti impareggiabili, incredibile visione del campo e grande IQ, il suo palleggio è uno dei migliori che la lega abbia mai visto, non solo crea spazi per gli altri, è un leader altruista che conosce il suo ruolo inoltre quando serve sa anche segnare

Come Guardia il mio uomo è Dwayne Wade. Wade è un giocatore fenomenale e non gli è stato quasi mai attribuito il merito di quello che ha fatto per la squadra prima che arrivasse LeBron. La sua difesa unita alla sua capacità di sparare dai blocchi, la sua leadership e il suo altruismo formano uno dei migliori Backcourt possibili con Chris

Come ala Piccola scelgo il mio migliore amico e compagno di squadra Kevin Durant. E’ umile come lui vuole essere e spesso dice in spogliatoio che non merita tutti questi riconoscimenti che ottiene, è il giocatore piu offensivo e perfetto che il gioco abbia mai visto negli ultimi anni. È 6 piedi e 11, si avete letto bene, e 235 libre di peso, e ha della braccia e della gambe davvero lunghe. Kevin è piacevole da guardare e i suoi miglioramenti si vedono ogni giorno. Può segnare a ripetizione ma sa anche passare bene la palla e questa è una prova degli enormi miglioramenti in regia e nella sua Leadership. Tutti sanno che Kevin è una forza offensiva ma in realtà sta migliorando tanto in difesa e non è divertente. Kevin sarà presto il miglior giocatore della NBA, sicuramente quello che lavora più duramente.

Come Ala Grande ho messo LeBron James, è ovviamente il miglior giocatore in assoluto in questo momento. LeBron è un giocatore d’elite che fa tutto sopra gli standard, è il giocatore più completo che io abbia mai affrontato. E’ un leader, passatore puro, feroce rimbalzista e realizzatore di livello. A causa degli analisti NBA le persone non riescono a vedere quanto LeBron sia una delle persone migliori da avere nella tua squadra quando la partita si fa dura nel finale

Come Centro l’uomo che ho scelto è Tyson Chandler. Tyson è il centro tradizionale, il Big man che ti da 10 rimbalzi a partita e non solo, gioca intensamente su ogni pallone nelle vicinanze. Molti non prendono in considerazione la sua efficienza offensiva e anche se non ha un tiro in sospensione come quasi tutti gli altri lunghi della Lega con il suo gioco vicino a canestro riesce a tirare con percentuali che sfiorano il ridicolo per quanto sono alte. Ho già detto che lui è uno stoppatore aggressivo e senza paura? Se si lo sapete già, se non l’ho fatto, adesso lo sapete.
E’ un vero 7-1 piedi e con 260 libre è qualcosa che molte squadre non sembrano avere

Il mio quintetto base considerando la forza assoluta dei giocatori è Chris Paul, Kobe Bryant, Kevin Durant, LeBron James e Dwight Howard. Con tutto il rispetto per i giocatori che non ho menzionato questi 5 giocatori sono chiaramente i migliori nelle loro posizioni n questo moemento. Si LeBron da Ala Grande perchè in questo periodo sta giocando un sacco di tempo da 4 e di questo Miami ne sta beneficiando visto che può giocare in tutte le posizioni da 1 a 4.

Evolution-Brackett

S.Bei

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno! Nickname: Ste

  • Nitrorob

    nel ruolo di play e di centro ha messo CP3 e Chandler,
    che abbia voluto lanciare un messaggio alla squadra?ahahaha

  • cuni

    S.Bei

    come hai fatto a intervistarlo?o.o

  • RR#9

    Si in effetti Perkins ci stava…ahahahHh

  • Ste arriva ovunque!

    L’intervista è stata fatta tramite Facebook e DeAndre è stato davvero gentilissimo e molto disponibile!

  • Nitrorob

    infatti anche cosi ad occhio sembra un tipo tranquillo….
    cmq mi fa incazzare che non lo usino più, aveva fatto benissimo ai thunder quelle poche partite che ha giocato e mo lo hanno relegato in D-League
    c’è qualcosa che mi sfugge…… magari solo qualcosa ahhaha

  • RR#9

    Ok Nitro…ma dove lo fai giocare?
    198cm…guardia…
    Avete Thabo come specialista difensivo da cui non potete certo prescindere
    E Martin il Piattellista che porta punti dalla panchina….
    Li di spazio ce n’è pochino…io mi preoccuperei invede per PJIII…
    Pareva il ricambio naturale di KD…e invece…poi io non li vedi certo tutti i giorni peró se ne parlava un gran bene..steal del draft…ed invece non mette piede in campo…mah,.

  • Fosse per me intervisterei solo le riserve o i giovani; alla fine escono sempre interviste belle e diverse da quelle che rilasciano le superstars.

    Sono sempre disponibili ed è chiaro il perché, inoltre non devi passare per gli addetti stampa (Boston mi ha rimbalzato Rondo, Portland Aldridge e San Antonio Ginobili).

    E pi dicono quello che pensano senza dover dare risposte protocollo, vedi Harden l’estate scorsa…potevo compilare io le risposte che non sarei andato lontano dalle sue.

  • Nitrorob

    un buco anche da 3 quando KD o Ibaka sono fuori ci si trova, quando giocava lui 1 non c’era Fish e 2 giocava sempre da 3 i suoi buoni 15 minuti!
    e la squadra andava perchè in difesa era ottimo, non ai livelli di Sefo ma ci dava giù!
    PJ ha fatto poche partite, qualcuna decente qualcuna no, ad atletismo ci siamo, effettivamente sembra forte, ma non da buttare in mezzo al macello (però se l’avesse testato da inizio anno ora sapremo se vale o no che cazzo!!!)
    io figurati che ancora non mi spiego come faccia a giocare 15 minuti Fish, 3 play sono cazzarola bha!
    cmq spero che Liggins, PJ3 e Lamb possano essere “usati” come si vede il prossimo anno in pianta stabile!
    anche perchè Lamb in D-League stà andando veramente forte

  • RR#9

    La “mossa” Fisher in effetti devo ancora capirla…
    6 mesi fermo…ed era gia un giocatore finito 2 anni fa…in una squadra che ha bisogno di difendere forte soprattutto dalle sue seconde linee…
    Mistero…

  • Nitrorob

    ah aspè, perchè la mossa Brewer??
    difensore super ………si si…. avrà giocato 10 minuti in totale

    Fish è stato preso come ricambio del ricambio, solo che magicamente come l’anno scorso ha subito giocato 20 minuti a discapito di altri giovani
    questa cosa mi manda in bestia, un conto è tenerlo come riserva, un conto è farlo giocare come quasi un titolare!
    secondo me ha un rapporto con Brooks o gli minaccia la famiglia, sennò non me lo spiego

    cmq Quoto FMB, i giovani spensierati sono sempre i meglio per quello che dicono

    fosse stata pilotata, nel suo quintetto nba ideale avrebbe messo tutti giocatori di OKC, mentre cosi ha detto veramente chi vorrebbe