Parker salva San Antonio, sorpresa Wizards!

Miami batte Detroit e fa 25 W consecutive, vincono OKC e Knicks, Spurs di over-time sui Jazz e i Lakers cadono in casa.

 

 

 

Toronto Raptors – New York Knicks 94-99
TOR: Valanciunas 10, DeRozan 18, Anderson 35
NYK: Anthony 37, Martin 19 (11 rimb), Smith 14

The Italian Job: Bargnani DNP

Un super Carmelo Anthony (37 punti) regala ai suoi Knicks la terza vittoria consecutiva e lo fa in quel di Toronto, contro degli ostici Raptors i quali hanno dimostrato di essere un osso parecchio duro, trascinati da un Alan Anderson che in uscita dalla panchina ha stabilito il suo Career-high (35 punti). Il match molto equilibrato è stato deciso a 4′ dalla sirena finale da una bomba di Felton che ha dato il +10 ai suoi (84-94), vantaggio poi mantenuto fino alla fine.

Orlando Magic – Oklahoma City thunder 89-97
ORL: Harkless 25, Harris 10 (15 rimb), O’Quinn 11, Nelson 16 (10 ass), Udrih 13
OKC: Durant 25, Ibaka 14 (13 rimb), Westbrook 19, Martin 15, Collison 11

Dopo due sconfitte consecutive, i Thunder ritrovano la vittoria sul campo dei Magic e lo fanno soffrendo non poco, con il solito Durant sugli scudi (25 punti). I Magic si dimostrano in questo momento squadra difficile da affrontare soprattutto in casa e c’è bisogno di tutta la classe di Durant per averne la meglio; a quasi 3’dalla fine, sulla parità assoluta (86-86), arriva la sua tripla a lanciare i suoi, poi con i liberi ligittimerà il vantaggio acquisitò, i Magic non riusciranno più a stargli dietro.

Indiana Pacers – Milwaukee Bucks 102-78
IND: George 20, Hansbrough 22 (12 rimb), Hibbert 11, Pendergraph 10, Augustin 10, Mahinmi 10
MIL: Dalembert 10 (13 rimb), Ellis 22

In un possibile eventuale primo turno di playoff, gli Indiana Pacers battono abbastanza nettamente i Milwaukee Bucks e trovano la terza vittoria consecutiva, i top-scores del match sono Hansbrough e Ellis a quota 22. Il momento decisivo della gara è stato il terzo periodo, dopo un primo tempo equilibrato, al ritorno dagli spogliatoi i Pacercs hanno messo a referto un parziale di 28-11 con il quale hanno chiuso il terzo quarto e si sono scrollati di dosso i Bucks; nel quarto periodo hanno gestito il vantaggio.

Atlanta Hawks – Portland Trail Blazers 93-104
ATL: Smith 24 (10 rimb), Horford 15 (17 rimb), Teague 21
POR: Aldridge 20 (13 rimb), Hickson 15 (10 rimb), Matthews 28, Lillard 22

I Portland Trail Blazers espugnano la Philips Arena di Atlanta inaspettatamente e tengono accesa una fiammella di speranza per i Playoff aiutati dalla sconfitta dei Lakers, mattatore della vittoria decisamente Matthews con 28 punti. Portland rimane aggrappata alla gara e sul finire di terzo periodo si avvicina notevolmente nel punteggio agli Hawsk (76-73), per poi azzannare letteralmente il match con Matthews e Lillard trascinatori, a metà quarto piazzano un parziale di 14-6 (98-89) dal quale Atlanta non riuscirà più a risalire nei minuti restanti.

Miami Heat – Detroit Pistons 103-89
MIA: James 29, Wade 19, Chalmers 11, Battier 11, Cole 10
DET: Singler 18, Monroe 23 (15 rimb), Stuckey 11, Calderon 18

Miami vince in casa e piazza la 25esima vittoria contro i Detroit Pistons senza troppi problemi; James predica come al solito pallacanestro e oltre ai 29 punti smazza 8 assist e cattura 8 rimbalzi. A 1′ dalla fine del terzo periodo sul punteggio di 67-68 a favore dei Pistons, si acceondo gli Heat e con un parziale di 8-0, propiziato da una tripla di Battier e chiuso da un layup di Wade si lasciano indietro i Pistons che non riusciranno più a recuperare per il resto del quarto.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=4ohYmEQ9yog]

New Orlenas Hornets – Memphis Grizzlies 90-83
MEM: Randolph 14, Gasol 16, Conley 20, Bayless 12
NOH: Davis 18 (15 rimb), Lopez 23 (10 rimb), Gordon 11, Vasquez 12

I Grizzlies perdono un’importante occasione di rimanere al terzo posto sulla griglia dei playoff ad Ovest, cadendo fuori casa sul campo degli Hornets guidati dalla doppia doppia di Lopez da 23 punti e 10 rimbalzi; non bastano i 20 punti di Conley a Memphis. Dopo un primo tempo equilibrato, nella ripresa, trascinati da Lopez gli Hornets trovano anche 16 punti di vantaggio, gestiti non soffrendo più di tanto nel finale.

Houston Rockets – Cleveland Cavaliers 116-78
HOU: Parsons 13, Motiejunas 10, Asik 13 (11 rimb), Harden 20, Beverley 11, Robinson 15, Anderson 11
CLE: Gee 11, Ellington 13, Livingston 14

Houston trova la seconda vittoria di fila allungando sui Lakers e accorciando notevolmente sui Warriors (solo una vittoria di distanza), battendo i Cavs senza troppi problemi, grazie ai soliti 20 punti di Harden. Houston già da secondo periodo ha messo le cose in chiaro, piazzando un parziale da 30-18 il quale gli ha permesso di andare al riposo sul 58-43; nella ripresa hanno legittimato il vantaggio mentre Cleveland è scomparsa dal campo.

Dallas Mavericks – Boston Celtics 104-94
DAL: Marion 11 (13 rimb), Nowitzki 22, Wright 23, Mayo 10, Carter 19
BOS: Pierce 16, Bass 16 (11 rimb), Garnett 16 (12 rimb), Green 10

Fiammella di speranza playoff che rimane accesa anche per i Dallas Mavericks, i quali battono i Boston Celtics con le belle prestazioni di Wright (23 punti) e Nowitzki (22 punti); mentre per i Celtics non bastano i 16 punti a testa di Pierce, Garnett e Bass. La giocata della partita arriva sul punteggio di 97-92 Mavs con 1:21 sul cronometro, quando Wright cattura un rimbalzo offensivo su un tiro sbagliato di Carter e subito dopo arriva la bomba di Mayo a chiudere i giochi (100-92), nell’ultimo minuto viene fissato il risultato sul 104-94.

San Antonio Spurs – Utah Jazz 104-97 OT
SAS: Leonard 21, Duncan 19 (16 rimb), Green 15, Parker 22
UTA: Millsap 11, Jefferson 18 (13 rimb), Williams 23, Burks 14

Gli Utah Jazz sfiorano il colpaccio a San Antonio che grazie all’over time si salvano e tengono a 2,5 vittorie di distanza gli Oklahoma City Thunder; il rientrante Parker dall’infortunio (dopo otto partite saltate) trascina i suoi alla vittoria con 22 punti. A 10″ dalla sirena finale Parker capitalizza 2 liberi e da ai suoi il +3 (90-87), ma Williams segna da tre punti sulla sirena e manda tutti al supplementare. Nell’over-time a 2′ dalla fine, una tripla di Ginobili e un bel canestro di Leonard regalano il +5 Spurs (100-95), nel ribaltamento di fronte Millsap fa 1/2 in lunetta e subito dopo Parker affonda il colpo con un canestro dalla media (102-96), i Jazz non trovano più canestro e nei secondi finali c’è spazio per un paio di lberi di Parker che fissano il punteggio sul 104-97.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=4ohYmEQ9yog]

Phoenix suns – Minnesota Timberwolves 86-117
PHO: Tucker 11, Scola 17 (12 rimb), Dragic 13 (10 ass), Beasley 11
MIN: Kirilenko 20, Pekovic 11, Ridnour 12, Rubio 12, Stiesma 14 (10 rimb), Budinger 11, Cunningham 18

In un match che non conta più nulla, che lo si può definire tra due squadre retrocesse ormai in classifica ad Ovest, arriva la netta vittoria in trasferta dei Minnesota Timberwolves, in Arizona a Phoenix, grazie ai 20 punti di Kirilenko; il match era già finito all’intervallo lungo con un punteggio di 39-67.

Los Angeles Lakers – Washington Wizard 100-103
LAL: Howard 10 (15 rimb), Bryant 21 (11 ass), Jamison 11, Meeks 16
WAS: Webster 13, Nene 15, Temple 10, Wall 24 (16 ass), Seraphin 12, Ariza 25

Tornano Gasol e Bryant e i Lakers perdono in modo sanguinoso in casa contro gli Whashington Wizard completamente guidati da un Wall in stato di grazia (25 punti e 16 assist), complicandosi le cose in vista dei playoff. Il match è stato tiratissimo e si è deciso tutto negli ultimi secondi dove è successo di tutto: a 4″ dalla sirena finale Wall realizza dalla lunetta 2 tiri liberi e da il +4 ai suoi (97-101), dopo il tim-out Kobe Bryant fa passare due secondi e pizza la tripla del -1, ormai mancano davvero pochi secondi e Wall viene spedito di nuovo in lunetta che capitalizza al meglio dalla lunetta regalando ai suoi un’inaspettata vittoria, mandando nel baratro i Lakers.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=tZAwZUMcJ9Q]

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P

  • NyWorld

    Ha ragione Magic strano oggi si parli dei Knicks…eh eh…comunque a parte tutto i Knicks hanno un potenziale incredibile ma vivono effettivamente di troppi alti e bassi anche se a parziale scusante ci sono gli infortuni che sono di spessore per cui sicuramente compromettono un regolare approccio alle partite. Unica cosa che rimarco spesso (e che a dire il vero quest’anno non posso proprio lamentarmi tutto sommato visto che siamo già ai PO) è il fatto che la squadra a volte si siede e non combatte ci imbattiamo in serie di sconfitte per la troppo sufficienza all’approccio della partita e questo mi manda su tutte le furie…preferirei perdere lottando….e il discorso che faccio per Melo è simile perchè lui ha un potenziale offensivo disumano che con un po’ di sbattimento in più lo porterebbe dritto nell’olimpo dei più grandi ed è lì che lo voglio!!! Per cui il Melo di stanotte lo difendo alla morte e spero di rivederlo spesso così soprattutto ai PO chiaramente e sono certo che comunque nel bene e nel male è meglio non darci per morti anche alla luce che come dice Magic alla fine non facciamo mai partite con il roster completo….e se piano piano per aprile riusciamo a far quadrato con tutti (meno Stat che credo che anche se rientra per l’eventuale secondo turno non possa dare più di tanto visto che ci mette un po’ ad entrare in forma…) ci sarà da dare battaglia e sono certo che ci saremo! Menzione per K-mart immenso!

  • mad-mel

    Se ny non arriva alle finali di conference..la stagione si può definire fallimentare….

  • gasp è morto inchiappettato

    Memphis non può perdere a new orleans..curioso come phoenix sia terra di conquista tranne che per i lakers che ci han perso entrambe le volte

  • cuni

    quoto mad-mel

    DW3

    Anche Memphis-New Orleans non era preventivabile.. 🙂

  • NyWorld

    mad-mel
    si vero ma calcola che non superiamo mai il primo turno e soprattutto quando ci va bene di poterlo giocare il primo turno (vista l’assenza prolungata dai PO nell’ultimo decennio) per cui visti gli ultimi anni e la sfiga che comunque ci perseguita io spero che comunque vada la squadra sputi sangue fino all’ultimo secondo poi quello che viene viene ma voglio essere ORGOGLIOSO della mia squadra nel bene e nel male! Non voglio vederli mollicci ed io sarò già felice.

  • gasp

    Finalmente ho un troll personale!Sono commosso
    Dire che i Knicks se non arrivano alle finali di Conference è una stagione fallimentare mi sembra eccessivo

  • Michael Philips

    “This is a good team that just for whatever reason can’t collectively mentally get stimulated to [play hard] every time,” D’Antoni said after the Lakers wasted an 18-point first-half lead. “I told them today, we put our hands in [the huddle], and you guys have probably seen it, we say, ‘Championship,’ and go out [on the floor]. That’s laughable. Championship? You got to be kidding me. Nobody understands the importance of every possession offensively and defensively. Every time they got to come out with some kind of determination to be a good basketball team, and [until] then, we’re just, we’re fooling ourselves. Right now, that’s what we’re doing. We’re just making a ‘sham-mockery’ out of it.”

    WOW!

    Meanwhile in Miami: 25 and counting…

  • DW3

    cuni hai ragione me l’ero scordata! 😉

    gasp ammettilo che ti stai auto-trollando… sei invidioso di chi c’è l’ha già! 😀

    ny è davvero impronosticabile nei PO.. li vedete vincere 4 gare contro i pacers di un mese fa o contro i celtics di adesso? mah e il derby?? boh! stat è sicuro che non torni??
    curiosissimo di cosa farà melo questa postseason…

    piccolo/grande OT: e Rose??!! quando c…o torna??

  • gasp

    DW3
    E si sotto sotto lo volevo un troll personale 😀
    Io spero che i Bulls ne perdano altre 10 cosi Rose si decide ad andare in campo

  • lilin

    qualcuno che ha già comprato dal sito dato da d-matt può spiegarmi bravemente come pagare??

  • DW3

    hai sempre delle immagini fiche! stai ruotando a scelta i campioni in gialloviola?? 🙂 ade me lo faccio anche io sto account su gravatar

  • gasp

    DW3
    Prima di Shaq avevo Bird e Erving,prima Magic ma di ruotare a scelta i campioni gialloviola non ci avevo mai pensato!

  • hanamichi sakuragi

    non meritiamo i play off. punto.

  • Magic
    Oh sui Knicks ci sono anche io eh, nel senso che ci spero più che altro. Sul crederci veramente non saprei però; ad inizio anno difendevano abbastanza bene, tornassero ad avere quella voglia e quell’intensità difensiva li vedo come unica alternativa a Miami, potrebbero uscire anche ad un primo turno.

  • *altrimenti potrebbero uscire anche ad un primo turno.