Harden supera gli Spurs, Miami resiste (26)!

Miami batte Charlotte senza Wade, i Rockets beffano gli Spurs in volata come i Nets a Phoenix, facile W per OKC e Chicago.

 

 

 

Milwaukee Bucks – Atlanta Hawks 99-104
MIL: Ilyasova 19 (10 rimb), Sanders 15 (12 rimb), Ellis 20, Jennings 12 (13 ass), Udoh 10
ATL: Smith 23, Horford 24, Harris 16, Teague 14

Gli Atlanta Hawks espugnano il Bradley Center in un match molto combattuto risolto nel finale; a 27″ il punteggio è sul 99-99, J.J Redick perde palla e commette fallo su Danthay Jones. Jone mette il 1°, sbaglia il 2° ma ecco che sbuca Anthony Tolliver che strappa il rimbalzo offensivo, apre per Horford che va in lunetta per un 2/2 che da il +3 (99-102) a 20″, Monta Ellis va per il pareggio am sbaglia la tripla.

Miami Heat – Charlotte Bobcats 109-77
MIA: James 32 (10 ass), Bosh 15, Allen 14, Cole 15
CHA: Kidd-Gilchrist 13 (10 rimb), Biyombo 2 (11 rimb), Henderson 18, Walker 20

Anche senza Dwyane Wade Miami non si ferma, doppia-doppia per LeBron James e 26 esima vittoria consecutiva; i padroni di casa soffrono un po’ all’inizio (8-19) poi infilano un 15-0 di break, prendono il comando e non si guarderanno più indietro.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=2CYE6DXR1VM]

Houston Rockets – San Antonio Spurs 96-95
HOU: Parsons 20, Motiejunas 10, Asik 5 (14 rimb), Harden 29, Beverley 11
SAS: Leonard 12, Duncan 17, Splitter 10, Parker 23, Diaw 19

Gli Houston Rockets chiudono al serie stagionale contro gli Spurs riuscendo a batterli (1-3) grazie ad una prodezza nel finale di James Harden; succede tutto negli ultimi 42″, Duncan sbaglia il tiro del possibile +3, rimbalzo conteso da entrambe e palla a due tra Asik e lo stesso Duncan, la vince il caraibico e Kawhi Leonard cerca di uccidere il match con la tripla del possibile +4, niente da far ee palla a Houston. Ci pensa “Il Barba” che con un tiro fuori equilibrio segna il canestro del sorpasso (96-95) a 4″, San Antonio sbaglierà prima con Duncan e poi con Ginobili.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=3w1ICpWS0UA]

Oklahoma City Thunder – Portland Trail Blazers 103-83
OKC: Durant 24 (10 rimb), Ibaka 16, Westbrook 21, Collison 10, Martin 11
POR: Batum 13, Aldridge 10 (12 rimb), Hickson 12, Lillard 19, Maynor 10

Anche i Thunder faticano un po’ prima di battere i Blazers; gli ospiti chiudono avanti 45-47 il primo tempo grazie ad un canestro sulla sirena di Hickson e stanno in partita fino a 90″ dal termine del 3° quando, dopo un break di 10-3, OKC riesce a mettere quei 7 punti di margine (75-68) per poi scappare via nel 4° periodo.

Minnesota Timberwolves – Chicago Bulls 97-104
MIN: Williams 28, Pekovic 15, Rubio 15, Cunningham 10
CHI: Deng 17, Boozer 19 (12 rimb), Butler 20, Mohammed 4 (10 rimb), Robinson 22 (10 ass), Gibson 12

Italian Job: Belinelli DNP

I Bulls ci impiegano molto poco ad archiviare la pratica T-Wolves senza tra l’altro Marco Belinelli (addominali); Chicago infatti piazza un parziale di 32-10 a cavallo tra il 1° e il 2° quarto andando a toccare il +15 (22-37), vantaggio che amministrerà fino alla fine.

Dallas Mavericks – Utah Jazz 113-108
DAL: Marion 15, Nowitzki 17, Mayo 10, James 19, Collison 13, Carter 15, Brabd 10
UTA: Hayward 13, Millsap 15, Jefferson 15, Foye 12, Mo.Williams 10, Burks 11, Kanter 17

Terza sconfitta su tre trasferte in Texas per i Jazz, stavolta sconfitti a casa di Dirk Nowitzki; partita combattuta con ben 23 cambi di guida e 7 situazioni di parità, ci penseranno i texani con un 20-2 tra il 3° e il 4° periodo a rompere in due la partita scappando sul +18 (89-71).

Phoenix Suns – Brooklyn Nets 100-102
PHX: Tucker 14, Markieff Morris 10 (15 rimb), Johnson 21, Dragic 31 (12 ass)
BKN: Lopez 21, Evans 4 (10 rimb), Williams 20 (11 ass), Humphries 17, Watson 14

I Brooklyn Nets vincono in volata a Phoenix con brivido finale; a 6″ Deron Williams è gelido dalla lunetta per il +3 (99-102), Dragic va in lunetta e da protocollo mette il 1° e poi sbaglia il 2°, rimbalzo offensivo di Haddadi che però non riuscirà a segnare il layup del pareggio!

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=iCKzcGuFFuo]

Sacramento Kings – Philadelphia 76ers 103-117
SAC: Evans 19, Thomas 25, Patterson 12, Thronton 22
PHI: T.Young 14, Hawes 14 (10 rimb), Holiday 21 (10 rimb), Wright 22, Allen 20

Grazie ai 42 punti dalla panchina del duo Wright-Allen i Sixers vincono a Sacramento contro dei Kings che non hanno avuto niente da DeMarcus Cousins; a 1’46” dalla fine del 3° i padroni di casa si portano sul -5 (82-87) poi Phila si scatena piazzando un parziale di 18-2 col quale manderà i titoli di coda a 8′ dalla conclusione sull’84-108

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • brazzz

    ammiraglio..riguardo a cosa ti han coinvolto ?

  • alert70

    brazzz
    I Mavs sono a meno 2 con uno scontro diretto da fare. Stasera i Lakers affronteranno i Warriors non proprio semplice.

  • Ammiraglio

    Brazz

    Il pop Group è ben successivo al Dark Side, sul quale concordo: album sopravvalutatissimo.

  • brazzz

    pop group siamo nel 79 e 80,il meglio della wave..che a te non piace,ma nessuno è perfetto..ahah..
    adesso verremo massacrati..non so perchè,ma a parlar male di certi dischi molti si offendono manco parlassimo male dei parenti ..ahah..in pratica,si può parlar male di renato zero,ma non del boss(due maroni)dei genesis8due maroni)dei flyd.insomma,di tutto ciò che è diventato,col tempo,istituzionale…

  • DW3

    grazie in IYW ti dirò com’è diventata quando tornerò… sulla questione fica ti dico solo che vado con un’amica che ha la madre serba ed è da star male, mi ha fatto vedere la vicina di casa serba su FB e sono mezzo svenuto… ma so che riusciranno comunque a stupirmi 😉

    MP il tuo discorso sul GOAT vale per tutti gli sport/musica ecc… volendo pure per i personaggi storici… ma io gli unici che metto nello stesso discorso con MJ sono magic e russell… gli altri (bird per guai fisici, chamberlain per il non agonismo, kobe per il rapporto coi compagni) secondo me sono un gradino sotto… ovvero praticamente uno degli anni ‘60,80,90.. volendo si può metter kobe per il 2000 e jabbar per gli anni ’70.. per me ha senso molto di più un discorso diviso in decenni… ma quei 3 sono l’olimpo…

  • Ammiraglio

    brazz

    E di che parlo, del solito…

    Tornando a discorsi seri: io i genesis li adoro fino a Lamb lies. Poi sono diventati spazzatura, cosa che è diventato quasi subito anche Gabriel sinceramente, ma sempre per il solito discorso.

    Pop Group: appunto, iniziano nel ’78 mi pare ed il dark side è sicuramente del ’73.

  • brazzz

    i genesis sono spazzatura ben prima,secondo me..oggi come oggi inascoltabili…gabriel,secondo me fino a so molto buono,poi una tragedia,per fortuna faun disco ogni 25 anni per cui fa poco danno…
    interssante il discorso di dw3..

  • alert70

    Cuban

    Si cimenta anche nella recitazione. Ha aftto una particina nella serie Necessary Roughness (16ma puntata). Ovviamente impersonava se stesso.

  • alert70

    Parlare male dei Genesis è un reato…………..hehehehehe

    Che dire degli A-ha………….

  • Ammiraglio

    Alert

    Gli A-ha hanno fatto uno dei più grandi video della storia! Più che memorabile la presa per il culo dei Griffin, scena a dir poco geniale.