RIley tuona contro Ainge: “Zitto e pensa a te!”

La rivalità tra Heat e Celtics non è solo nei 48′ in campo ma anche fuori, il proprietario dei campioni non ha gradito alcune frasi del GM verde.

Nella Eastern Conference ormai si è stabilita da 3 anni una sola e sentita rivalità, quella dei Boston Celtics contro i Miami Heat, oltre alle accese ed emozionanti serie di Playoffs del 2011 e 2012, ogni stagione le dure regalano sempre grandi match con un alto tasso di agonismo e adesso hanno  deciso di portare questa faida anche fuori dal campo.

Recentemente il proprietario ed ex allenatore Pat Riley non ha gradito alcune esternazioni del GM Danny Ainge, al centro della faccenda c’era LeBron James (28 anni) e le sue proteste per la condotta arbitrale nel match perso a Chicago; il GM ha dichiarato che James dovrebbe provare imbarazzo a commentare l’operato dei grigi e il Riley non ha usato mezzi termini “Should shut the f**k up (in lingua madre rende di più)! E pensi a gestire la sua squadra!”.

Le parole dell’ex Lakers sono arrivate fino al Massachusetts ed ecco la risposta diplomatica di Ainge: “Che cosa avrei detto di male? Abbiamo entrambi ragione! LeBron dovrebbe smettere di parlare di arbitri e io di comportarmi da giocare e pensare a gestire Boston”.

Manca ancora una sfida stagionale tra Boston e Miami che si terrà il 12 aprile all’American Airlines Arena

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • DW3

    un gallo

  • docpretta

    spoelstra era nella stanza film a studiare il labiale di ainge nel frattempo