Magia Nowitzki ma Jazz e Bryant rispondo!

Nowitzki sul fil di sirena batte Chicago, Memphis vola in Minnesota, Westbrook trascina OKC, Utah c’è e Bryant è da applausi e da record!

 

 

 

 

Dallas Mavericks – Chicago Bulls 100-98
DAL: Marion 10, Nowitzki 35, Carter 15, Wright 17 (17 rimb)
CHI: Deng 25, Boozer 25 (11 rimb), Hinrich 10, Robinson 25

The Italian Job: Belinelli DNP

Dirk Nowitzki si carica i Dallas Mavericks sulle spalle e vincono in rimonta, sulla sirena, contro dei Chicago Bulls ancora rimaneggiati senza Belinelli e Noah, ma ben ispirati soprattutto con Deng e Robinson (25 punti a testa. Deng a 4′ dalla sirena finale piazza la tripla del +12 (97-85), ma da li in poi Chicago non segna più, Nowitzki prima si scalda infilando la tripla del -4, e poi a 2″ dalla fine, dopo 0/2 in lunetta di Butler, piazza un’altra tripla quella del +2 e della vittoria.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=Iq92R568Pp4]

Atlanta Hawks – Orlando Magic 97-88
ATL: Smith 21, Harris 17, Johnson 21 (10 rimb)
ORL: Harkless 17, Harris 11 (10 rimb), Vucevic 17 (15 rimb), Udrih 20

Gli Atlanta HAwks battono senza troppi problemi gli Orlando Magic e tengono a distanza di mezza partita Chicago dal quinto posto ad Est; protagonista della vittoria ovviamente Josh Smith con 21 punti. Decisivo il terzo periodo, quando Tolliver prima colpisce da tre punti con 2:15 rimanenti all’ultimo riposo e poi ci pensa Mack sempre da tre punti quasi sulla sirena a dare il +8 agli HAwks, nel quarto periodo i Magic non preoccupano più di tanto e rimangno a distanza di 3 possessi.

Philadelphia 76ers – Charlotte Bobcats 100-92
PHI: Turner 22, Young 15 (10 rimb), Hawes 19, Wilkins 15, Holiday 14, Ivey 11
CHA: Kidd-Gilchrist 21, McRoberts 15, Henderson 19, Walker 16, Pargo 11

Torna Allen Iverson (come spettatore) e terza vittoria consecutiva per i Sixers e finche la matematica non li condanna continuano a tenere viva la piccolissima speranza playoff, con un Turner da 22 punti, invece per i bobcats arriva la sconfitta numero 56 in stagione. A 4′ dalla fine ci pensa Holiday con 4 punti filati a decidere la gara con un lay-up e la schiacciata del +7 (91-84, i minuti rimanensti servono solo a fissare il punteggio sul 100-92.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=ZnGvPEpCW2c]

Houston Rockets – Los Angeles Clippers 98-81
HOU: Parsons 15, Asik 13 (10 rimb), Lin 15, Delfino 11, Garcia 15
LAC: Griffin 12, Paul 19, Crawford 15

Seconda partita in Texas nel giro di due giorni per i Los angeles Clippers, questa volta a Houston e arriva un’altra sconfitta, questa molto più pesante e più larga, per i Rockets nei quali non ha giocato Harden (infortunato), grande dimostrazione di forza trascinati da Lin e Parsons (15 punti a testa). Il terzo periodo è eloquente, i clippers non hanno retto l’energia messa in campo dai Rockets che chiudono il terzo parziale 30-13; nell’ultimo quarto la partita è sostanzialmente finita e Houston tiene a distanza di due gare Lakers e Jazz.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=uOHXPBI-5yQ]

Minnesota Timberwolves – Memphis Grizzlies 86-99
MIN: Williams 19, Stiemsma 12, Rubio 23 (1′ ass)
MEM: Randolph 14, Gasol 21, Conley 19, Arthur 15

Dalla sconfitta dei Clippers ne approffitta Memphis (vittorie pari ma una sconffitta in meno) che a Minneapolis conferma l’ottimo momento grazie ai suoi due lunghi Gasol e Randolph che dominano sotto i tabelloni come quasi sempre gli capita; a T-Wolves non basta Rubio (23 punti e 10 ass). Dopo essere stati sotto in alcuni momenti della partita, nell’ultimo periodo vengono fuori decisamente i Grizzlies e con un quarto da 34-19, fanno propria la gara, a Minnesota è mancata l’energia e la lucidità per stare con i grizzlies fino in fondo.

Milwaukee Bucks – Oklahoma City Thunder 99-109
MIL: Ilyasova 29 (14 rimb), Daniels 12, Sanders 12, Udoh 14 (11 rimb), Redick 10
OKC: Durant 30, Ibaka 16, Westbrook 23 (13 rimb e 10 ass), artin 17, Collison 10

Dopo la prova opaca di ieri notte a Minneapolis, gli Okalhoma City thunder si riscattano a Milwaukee, a trascinarli ci pensa Russel Westbrook che piazza una tripla doppia da 23 punti, 13 rimbalzi e 10 assist; ai Bucks non bastano i 29 punti e i 14 rimbalzi di Ilyasova. La prova non è stata troppo convincente dei thunder e la vittoria è arrivata in rimonta, infatti Daniels a 9′ dalla sirena piazza la tripla del +5 (92-87), ma dopo il time-out i Thunder fanno valere la legge del più forte, Collison suona la carica con 6 punti e OKC piazza un parziale di 12-0, per poi proseguire fino concluderlo 19-2, portando a casa un’importante vittoria.

Utah Jazz – Brooklyn Nets 116-107
UTA: Jefferson 20, Foye 26, Williams 20, Favors 13, Ma. Williams 14
BKN: Loopez 27, Williams 21 (11 ass), Brooks 10, Watson 22, Blatche 10

I Jazz battono i Brooklyn Nets e mettono a referto la quarta vittoria consecutiva, adesso sarà difficile fermarmi da qui fino alla fine della regular season; a trascinarli ci pensa il trio Foye-Jefferson-Williams con un totale di 66 punti in tre. I jazz scappano via nel terzo periodo piazzando un parziale di 15-3 griffato Foye (79-68), i Nets rimangono aggrappati al match con Lopez (74-68), ma a ricacciarli indietro ci pensano ancora Foye e poi Jefferson con un fadeaway.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=TIW4kaPHB5I]

Phoenix Suns – Indiana Pacers 104-112
PHO: Tucker 11, Markieff Morris 18, Johnson 11, Dragic 21, Beasley 10, O’Neal 10, Dudley 10
IND: George 25, West 14, Hibbert 20 Stephenson 16, Hill 15

I Pacers espugnano Phoenix e non vogliono saperne di mollare il secondo posto ad Est, con una bella vittoria convincente, trascinati dal loro leader ormai indiscusso Paul George (25 punti), per i Suns i quali ormai non hanno più nulla da chiedere a questa brutta staigone non bastano i 21 punti di Dragic. A 1′ dalla sirena finale 5 tiri liberi danno un cospicuo +6 ai Pacers (101-107), ma il canestro che decide la gara è quello di West che arriva a 34″ dalla sirena finale, i suns ci provano a rispondere ma ormai manca troppo poco tempo e Indiana legittima la vittoria.

Sacramento Kings – Los angeles Lakers 98-103
SAC: Salmons 13, Thompson 15, Cousins 19 (11 rimb), Evans 21, Thomas 10, Thornton 18
LAL: Bryant 19 (14 ass), GAsol 12 (10 ass), Howard 24, Meeks 14, Blake 15, Clark 10

I Los Angeles Lakers molto a fatica tengono il passo degli Utah Jazz a Sacramento dove confermano tutti i loro problemi di gestione della gara e di coesione tra i giocatori; Kobe Bryant non molla mai e supera grazie ai 19 punti messi a referto Wilt Chamberlain nella classifica di tutti i tempi per punti segnati. I Lakers dopo aver sofferto per una buona parta di gara, vanno sul 93-100 grazie a Kobe, il match sembra chiuso, ma non quando ci sono i Los Angeles Lakers in campo, i Kings vanno fino al -2 facendo vedere i fantasmi agli avversari. Sul ribaltamento di fronte un fallo dubbio viene fischiato a Kobe che in lunetta segna soltanto un libero, dall’altra parte a Cousins non viene fischiato un fallo su tiro da tre punti e subito dopo la tripla sempre di Cousins della parità si stampa sul primo ferro.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=JfNz5FcT3Yo]

Golden State Warriors – Portland Trail Blazers 125-98
GSW: BArnes 11, Lee 13, Bogut 10, Curry 39, Landry 25 (10 rimb)
POR: Hickson 15 (10 rimb), Leonard 22 (10 rimb), Matthews 18, Lillard 16

Un fantascientifico Stephen curry strapazza con 39 punti i Portland Trail blazers che dicono ormai addio definitivamente ai Playoff, dal canto proprio i Warriors tengono a distanza di 2 partite dal sesto posto ad Ovest i Rockets. Il match dei Balzers dura bene o male solo un quarto, poi dal secondo periodo i Warriors mettono le cose in chiaro dal momento che vanno in doppia cifra di vantaggio, i Blazers non riescono più a risalire.

 

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole.

Nickname: Nico P

  • jsaoijdoi

    Ieri sera Kobe è stato LEGGEN…DARIO!

  • cuni

    solo io penso che ci stava il fischio a favore di Cousins nell’ultima azione?

    Comunque cacchio, bella lotta da qui alla fine per l’ottavo a ovest.

    Secondo me comunque Bryant il prossimo anno passa pure jordan nella lista dei migliori marcatori

  • mad-mel

    Quest’anno ad ovest tiferò spudoratamente Golden State.
    Proprio una bella squadra e divertente.
    Anche per me era fallo su Cousins…a Kobe Melo Wade…lo fischiano….

  • Magic

    Buona pasqua a tutti gli utenti, credenti i meno

    Curry è uno spasso.

    Alert
    Ellis è proprio un tiratore assurdo: ) i tuoi complimenti gli portano bene: )

  • redbull

    lakers fanno davvero cagare, spero che ai playoff ci vadano i jazz, se lo meritano molto di più, e almeno non verranno spazzati via 4a0 dagli spurs

  • redbull

    ah, comunque

    buona pasqua

  • LOL

    Bryant 48 minuti filati in campo, aahahahahahhahahahahha

  • alert70

    Non importa se c’era fallo su Cousins (ovviamente c’era sul primo), non ha senso che un centro si prenda due tiri da tre, quando sul cronometro hai 24 secondi e per giunta in campo ci sono Thornton, Salmons, Evans e Thomas. Cosa gli abbia detto la testa non lo so.

    La gara l’abbiamo persa nel finale del terzo quarto, quando il coach non ha chiamato timeout e messo fuori Cousins e Thompson che non riuscivano a tenere a bada i lunghi losangelini perchè in debito di ossigeno. Smart ha lasciato LA scappare via sul +7.

    Comunque serata interessante con Rockets, Jazz (importante), Warriors e Mavs vincenti. Insomma la tonnara è servita.

    45 è il numero magico di W per andare ai PO, salvo che Jazz e Lakers non perdano. Per cui i Warriors sono a 3 e i Rockets a 5 gare dal traguardo.

    Martedi ci sarà la sfida tra Lakers e Mavs che potrebbe di fatto estromettere i texani o rimetterli in corsa definitivamente.

    I Jazz stanno rialzando la testa, li avevo dati per spacciati, invece 4 W consecutive con un calendario finale che volge al bello. Delle rimanenti, sulla carta sono toste, Denver, OKC, Warriors e Grizzlies all’ultima. Hanno tre gare casalinghe da dover sfruttare al meglio. Aspettando buone news da LA. Insomma hanno le carte giuste per fare l’ultimo step.

    I Lakers hanno sbancato meritatamente Sacramento rispondendo alle W avversarie ed ora con un paio di giorni di riposo avranno un trittico che dirà tanto sulle loro possibilità, tra Mavs, Grizzlies e Clippers tutte a LA. Considerato che nel frattempo i Jazz avranno Blazers, Nuggets e Hornets in casa, queste gare potrebbero aprire un gap difficilmente colmabile. Sulla carta i Jazz avrebbero un vantaggio. Vedremo.

  • jsaoijdoi

    Secondo me il contatto fra Howard e Cousins era molto più fallo di quello fischiato a favore di Kobe. Comunque quoto Alter: perché un centro deve tirare due volte da tre?
    P.S: Buona Pasqua!

  • alert70

    Buona Pasqua.

  • eviix

    A mio parere come squadre da affrontare, i Lakers hanno il calendario più difficile…ma nelle ultime 8 partite, ben 7 ne giocano a Los Angeles… Di solito i Lakers in casa rendono di più.

  • hayes

    Non vorrei mai trovarmi dalle parti di un forum di basket quando accadrà che Kobe sorpasserà pure Jordan…!

  • Iceman

    Di solito tutti rendono di più in casa.

  • Iceman

    hayes
    Vero,anche se è una classifica da prendere con le molle

  • gasp

    Grande Kobe,infortunato fa il play con ottimi risultati e e va molto vicino alla tripla doppia e sorpassa pure Chamberlain!

    Dirk è tornato!

    P.s buona pasqua dalla città degli angeli,Los Angeles

  • Paul

    Quando Bryant sorpasserà Jordan si dirà che è comunque un gradino sotto a Malone eheh

  • alert70

    hayes

    Accadrà a pochi giorni dal prossimo All Star Game……

    Preparati………ehehheehheheeheh

    Ci sarà qualcuno che dirà: Bryant lo ha superato giocando più stagione di Jordan……………eheheheheheh

  • Paul

    Guardando le statistiche nel clutch time, ho notato non con molta sorpresa che Irving è al primo posto e con distacco, ma la cosa sconvolgente è che ha più del 60% da tre negli ultimi 5 minuti di partita:IMPRESSIONANTE.

  • Lakers davvero imbarazzanti comunque, rischiano seriamente la non partecipazione ai playoff e se avvenisse invece dubito possano fare la parte delle scheggia impazzita che piazza upset a destra e a manca, stile Houston 95′.

  • reptile

    Ma….mi pare che ultimamente i lakers abbiano Moggi, in cabina di regia…

  • gigio e la camica nera

    howard sotterra cousins nello scontro diretto.

  • BBW_3

    Paul dove le prendi le statistiche negli ultimi minuti?

  • Paul

    @BBW_3
    Non mi ricordo i nomi dei siti ma trovi tutto online; di solito sono molto precise, specificano i parametri utilizzati e indicano tutte le statistiche e in qualche caso anche il PER.

  • Zio Tom

    Altro che Moggi!! L’altro giorno fallo INCREDIILE di Kobe su Rubio non fischiato, ieri notte altro fallo COLOSSALE di Howard su Cousins non fischiato neanche quello….se fossi in Utah e Dallas (ma soprattutto se fossi in Cuban) urlerei al complotto…

  • ginetto

    zio tom ha ragione tra i lakers che rubano e gli heat che sono l’unica squadra che può permettersi di avere un giocatore che ogni volta che mette palla a terra fa infrazione questa lega così facendo è falsata.

  • Cento13

    Urlereste al complotto…ovviamente lente d’ingrandimento sui lakers, altrimenti bisognerebbe dire che falli dati o non dati sono frequenti in ogni partita…ma questo significherebbe non sapere cosa dire nella fase rosicamento…rimpiango quando eravamo in 10 a seguire l’NBA.

  • cuni

    gasp

    sei un tipo mattutino! Il tuo commento alle 13.47 vuol dire 4.37 a LA se non faccio male i conti….

  • gasp

    Cuni
    Sono arrivato stanotte (ore 9 italiane),un ora alla dogana,45 minuti per arrivare alla casa di mio cugino ma sono abituato al fuso che c’e in Italia e non riuscivo a dormire!

  • quel ragazzo della via gluck

    Ma perché utah affronta sempre squadre in back to back?è successo con new york, memphis, adesso i nets.. Concordo con ginetto, però io ci aggiungerei all’ elenco anche questa storia dei jazz che è poco chiara

  • cuni

    gasp

    eh, il jet lag per uno che non lo ha provato può sembrare uno scherzo ma non è affatto così..quante ore ti sono andate di volo?

  • in your wais

    Peccato che anche Utah fosse in back to back stanotte…e da inizio anno, si è subita B to B a San Antonio, Memphis, Indiana, Denver, Indiana ancora, New York…tutti persi tranne uno…

  • Lob City

    at paul
    secondo me bisogna fare una classifica marcatori all time basandosi su un numero predefinito di stagioni o partite.
    Vuol dire che se uno fa 10 stagioni e un’altro ne fa 15, è ovvio che alla fine lo supera in punti.
    Per questo la classifica odierna è una falsa per me, quindi si Bryant supererà jordan perchè ha fatto più stagioni, non per altri motivi.
    E’ ovvio che se jordan ha fatto più punti in meno anni vuol dire che come scorer era migliore, ma cmq metterei un minimo di partite da giocare uguale per tutti, alla fine i giocatori arrivati a quel traguardo e oltre potranno essere inseriti in una nuova classifica.

  • shaq4ever

    Basta guardare la media punti e non i punti totali
    Jordan 30.1
    Chamberlain 30.1
    Lebron 27.6
    Baylor 27.4
    West 27
    Iverson 26.7
    Durant 26.7
    Petit 26.4
    Robertson 25.7
    Bryant 25.5

    Questi sono i primi 10.
    Ovvio che un confronto migliore è tra quelli già ritirati (lebron e durant caleranno come medie) e certo dipende da quanti anni hanno giocato
    Per dire chamberlain nelle ultime stagioni ha avuto 13 punti di media quando invece nei primi anni ha superato anche i 50 punti di media in una stagione. Se si fosse fermato un paio d’anni prima probabilmente avrebbe medie di 37 punti

  • alert70

    Magic

    Non avevo letto il tuo commento. Non c’è che dire, Ellis mi ringrazierà………….ehehheheheheheh

  • gasp

    Cuni
    In totale 12 ore

  • gasp

    Io avevo già fatto dei viaggi in aereo ma era ormai quasi 15 anni che non viaggiavo per tante ore

  • cuni

    gasp

    dio santo, “lunghetta”

  • mav

    jordan pero tirava molto di piu ragazzi(lo dicono le statistiche,non me lo sono inventato)…quindi è vero che bryant ha giocato piu stagioni ma non vorrei sbagliarmi,ha comunque ancora meno tiri presi di jordan in carriera

  • alert70

    mav

    Jordan: 24537 tiri presi, 12192 segnati per un 49.7% dal campo.

    Bryant: 24175 tiri presi, 10968 segnati per un 45.4% dal campo.

  • shaq4ever

    Jordan 24537 tiri tentati col 49,7%
    Kobe 24175 col 45.4%

    Lo sorpasserà prendendosi parecchi tiri in più (basta pensare che se mettesse i prossimi 350 tiri consecutivi comunque avrebbe stessi tiri di Jordan ma meno punti)

  • shaq4ever

    Grazie alert per avermi bellamente anticipato

  • Paul

    Porco cane LeBron terzo all-time non lo sapevo. Durant “solo” 26,7 ma tenderà ad aumentare, magari avvicinandosi ai 28 o addirittura superandoli.

  • Che discorsi sono la classifica dei marcatori all-time è falsata?
    Di piuttosto che non è oro colato per paragoni sempre piuttosto “difficili” fra giocatori di ere diverse.
    È una classifica marcatori all-time e conta pochino quante partite si giocano, conta quanti punti si fanno, anzi credo sia un pregio il fatto che un giocatore riesca a giocare molte partite, un esempio di professionalità e longevità, come Jabbar ad esempio.

  • Haka

    manco la media punti è indicativa se è per questo, o meglio dipende, perchè se uno gioca 10 anni e un altro 20 direi anche grazie al cazzo che la media punti s’abbassa.

  • makahuna

    Ragazzi..non so se state vedendo duke lousville…ware ha avuto un infortunjo terribile…la gamba destra s è spezzata in due…incredibilmente cruento

  • Iceman

    Non capisco come abbia fatto,sembrava completamente staccata

  • Iceman

    Lebron,wade,chalmers fuori in via precauzionale…che la guardo a fare?

  • shaq4ever

    forse ti conveniva guardarla…..

  • Iceman

    Si,Ho toppato:)

  • Iceman

    Anche se avrei preferito una vittoria degli spurs,ma la partita deve essere stata avvincente nel finale