Melo 41 e 11 W, OKC vola al #1, Lakers di misura!

Anthony continua a bruciare la retina, i Lakers rispondono ai Jazz battendo Memphis, i Thunder passano ad Indianapolis, bene Miami e Cleveland.

 

 

 

Boston Celtics – Cleveland Cavaliers 91-97
BOS: Green 23, Bass 14, Bradley 10, Randolph 16
CLE: Gee 16, Thompson 29, Ellington 12, Irving 11

Grazie al career high (29) di Tristan Thompson, Cleveland sbanca il Garden di Boston, coi padroni di casa privi di Garnett e Pierce per un match che li ha visti subire dagli ospiti fin dal secondo quarto, dove il parziale di 3-14 ha deciso le sorti della gara

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=q1x7fV5WV0U]

New York Knicks – Milwaukee Bucks 101-83
NYK: Anthony 41, Smith 30
MIL: Ellis 11, Jennings 25, Redick 18

Nella notte in cui il MSG ha celebrato l’ultima squadra campione NBA dei Knicks (datata 1973) solo Melo e JR decidono di scendere in campo per New York, segnando comunque 71 punti (41+30) e asfaltando quel che rimane dei Bucks. Decisivo il terzo parziale da 42 punti che ha lanciato i Knicks verso il comodo successo.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=EDC_dXHrb-s]

Atlanta Hawks – Philadelphia 76ers 90-101
ATL: Smith 19, Horford 18, Korver 11, Teague 12, Johnson 17
PHI: Turner 24, Young 14, Hawes 19, Wilkins 16

Con un primo periodo da 40 punti, Philadelphia spiana la gara alla Philips Arena di Atlanta, amministrando il vantaggio fino alla fine (90-71 a 9′ dall’ultima sirena).

Charlotte Hornets – Miami Heat 79-89
CHA: Kidd-Gilchrist Henderson 11, Walker 12
MIA: Lewis 14, Bosh 18, Miller 26

Pur privi di James, Wade, Chalmers e Ray Allen, Miami passa anche in quel di Charlotte, dove Walker stecca la gara e Mike Miller risulta il mattatore decisivo col season high da 26 punti dal campo e 7/11 dall’arco dei 7,75 metri.

Indiana Pacers – Oklahoma City Thunder 75-97
IND: West 17, Hibbert 22, Hill 10
OKC: Durant 34, Ibaka 12, Westbrook 24

Brividi per coach Brooks nella notte ad Indianapolis dove Durant nel primo tempo ha lasciato dolorante il parquet per una botta subita. Rientrato però dopo la sirena di metà gara, Durantula ha messo a segno 22 dei suoi 34 punti finali, 15 nel solo ultimo periodo, dove Indiana non è stata capace di andare sopra gli 8 punti siglati in 12′, carenza fatale ai fini della bagarre finale.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=kaNYaiopynw]

Chicago Bulls – Orlando Magic 87-86
CHI: Deng 19, Boozer 12, Butler 12, Hinrich 14, Robinson 19
ORL: Harris 12 (11 rimb), Vucevic 16 (15 rimb), Udrih 27, Jones 10

Italian Job: Belinelli DNP

Partita sempre in equilibrio quella disputata a Chicago dove sul 79-78 per i Bulls a 5′ dalla fine, le triple di Deng e Radmanovic unite al jump shot di Nate Robinson, daranno quel parziale di 8-0 che segnerà il match, con Orlando che nel finale sprecherà la palla del match, persa malamente da Udrih.

Minnesota Timberwolves – Toronto Raptors 93-95
MIN: Kirilenko 20, Pekovic 24, Rubio 13 (12 ass)
TOR: Gay 26, Valanciunas 12, DeRozan 25, Lowry 11

Al Target Center di Minneapolis partita decisa negli ultimi 30″. Wolves avanti di 2 (94-92), Gay trova solo il ferro, Rubio recupera, fa 1/2 dalla lunetta, Johnson prende il rimbalzo ma subisce fallo a un decimo dalla sirena, rendendo impossibile ogni preghiera finale

Utah Jazz – new Orleans Hornets 95-83
UTA: Hayward 23, Millsap 20 (10 rimb), Jefferson 14, favors 10 (10 rimb)
NOH: Davis 24, Lopez 12, Vasquez 21

Utah si tiene viva per l’ottavo posto ad ovest, limitando nel quarto periodo il rientro di New Orleans, incapace di segnare nei primi 5′ dell’ultimo periodo e lasciando scappare in modo decisivo Millsap e compagni.

Phoenix Suns – Golden State Warriors 107-111
PHX: Tucker 10, Dragic 32, O’Neal 15, Beasley 25
GSW: Barnes 11, Lee 22, Thompson 25, Curry 18 (15 ass), Landry 13, Jack 14

Nonostante la prova super di Dragic, nell’ultimo quarto Phoenix perde il bandolo della matassa, consentendo a degli ottimi Warriors trainati dal solito Curry di portarsi avanti e accumulare quel vantaggio decisivo che solo O’Neal alla fine renderà meno pesante negli ultimi secondi del match

Sacramento Kings – Dallas Mavericks 108-117
SAC:Patterson 10, Thompson 16, Evans 26, Thomas 29, Douglas 14
DAL: Marion 25, Nowitzki 16, Mayo 13, Wright 20, Collison 18

Equilibrio fino a 10′ dal termine, quando un parziale di 10-0 lancia Dallas verso una vittoria dove la panchina è risultata fondamentale con i 38 punti di Collison e Wright. Discorso playoff ancora tutto da decidere.

Portland Trail Blazer – Houston Rockets 98-116
POR: Aldridge 32, Hickson 11, Matthews 18, Lillard 11
HOU: Gracia 11, Smith 19, Harden 33, Lin 22, Motiejunas 10

Gara senza storia quella di Portland dove Houston si invola sul 92-77 nell’ultimo quarto di gioco in cui Harden e Lin (33+22) regaleranno la vittoria senza troppa fatica.

Los Angeles Lakers – Memphis Grizzlies 86-84
LAL: Bryant 24, Gasol 19, Jamison 13, Clark 13
MEM: Randolph 15, Gasol 11, Conley 21, Bayless 14

Gara vibrante allo Staples Center, dove i Lakers ottengono una vittoria preziosissima in chiave playoff. Tutto si decide nel finale: Bryant da il +1 (81-80) a 4′ dal termine, Randolph riporta avanti i suoi (84-83) a 2′ dalla sirena ma nei successivi attacchi Memphis non troverà più la retina e Howard e il layup di Gasol faranno esultare i gialloviola

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=UdD9lASJcUE]

N.S

N.S

Sangue Romagnolo ma cresciuto 19 anni a Como, si innamora della palla a spicchi nell’ormai preistorico 2001 (militando in squadra con FMB), al Pianella di Cantù per il derby contro i cugini varesotti. Tifoso Lakers, Packers e del Cesena calcio, venera Jason Williams, le IPA fortemente luppolate e la jersey viola dei Raptors di Damon Stoudamire. Nickname: N.S