March-Madness 2013: promossi e bocciati!

Il sipario è calato e anche quest’anno la pazzia di marzo non ha deluso le aspettative, andiamo ad analizzare i migliori e i peggiori!

 

 

 

Promossi

Wichita State Shockers: Hanno giocato tutta la stagione all’ombra di Creighton e di McDermott perdendo 2 delle 3 sfide stagionali contri BlueJays ma nel torneo hanno cambiato pelle arrivando ad una storica Final Four facendo vittime illustri come Gonzaga e Ohio State riuscendo a giocarsela anche contro i futuri campioni di Louisvile.
Voto: 9

Oregon Ducks: Ad inzio stagione non hanno ricevuto nemmeno un voto per il ranking prestagionale, entranti in classifica come #21 alla settimana 11 ci sono rimasti per 7 settimane toccando anche il 10 posto, al torneo sono stati protagonisti di due Upset contro Oklahoma State e Saint Louis cedendo solo contro i Cardinals alle Sweet 16.
Voto: 8

Kansas Jayhawks: Ringraziano l’esplosione di Ben McLemore e le stoppate di Withey, partiti bene non sono riusciti subito ad attrarre le attenzioni della nazione, la vittoria contro Ohio State nella seconda metà di dicembre ha cambiato le cose, McLemore è diventato uno dei Top Player in Ncaa e futura prima scelta. Usciti contro i Wolverines al torneo Ncaa, forse erano attesi a qualcosa di meglio ma altre squadre più “pompate” hanno fatto peggio.
Voto: 7

Connecticut Huskies: Con Kevin Ollie in panchina e senza possibilità di fare l’off season per UConn si prospettava un’annata decisamente con record perdente invece il roster allestito dal Management degli Huskies ha reagito bene a ha chiuso la stagione con ben 20 vittorie migliorando addirittura rispetto al stagione scorsa quando in roster c’erano Andre Drummond e Jeremy Lamb.
Voto: 9,5

Marquette Golden Eagles: Partiti lontano dai riflettori hanno combattuto fino all’ultima giornata con Louisville e Georgetown per il titolo di Regular season nella Big East, usciti al primo turno del torneo di Conference, si sono rifatti al torneo Ncaa dove sono arrivati alle Elite 8 eliminando Butler(#6) e Miami(#2).
Voto 8

Bocciati

UCLA Bruins: Nonostante la vittoria in Pac 12 la stagione dei Bruin è stata un fallimento, con la loro classe di reclutamento dovevano fare di più di una sconfitta contro Minnesota al torneo NCAA, Jordan Adams e Tony Parker non hanno reso come si ci aspettava, bene ma non benissimo Shabazz Muhammd, ottime prospettive su Kyle Anderson.
Voto: 3,5

Kentucky Wildcats: Ad inizio stagione erano stati messi in 3° posizione nel ranking ma ben presto si è dimostrata una squadra con troppo talento e niente solidità, per quasi tutta la stagione sono stati fuori dai riflettori, l’infortunio di Noel non è un alibi per una squadra uscita sconfitta al primo turno del NIT.
Voto: 5,5 (sulla fiducia)

North Carolina State Wolfpack: Lo scorso anno sono arrivati alle Sweet 16 sorprendendo molti adetti ai lavori che in questa stagione gli avevano rinnovato la fiducia piazzandoli davanti a Duke nel ranking di inizio stagione, CJ Leslie è forse arrivato al massimo del suo potenziale e Wolfpack sono usciti malamente alla prima partita del torneo.
Voto: 4,5

Indiana Hoosier: Dati da tutti per dominatori incontrastati della Stagione si sono rivelati molto se non troppo vulnerabili e insicuri quando le partita iniziavano a contare nella Big Ten sono usciti contro Wisconsin nella semifinale e nel torneo Ncaa non hanno giocato bene soffrendo anche contro Temple al 3° turno prima di uscire con Syracuse, Zeller sopravvalutato.
Voto: 4,5

Gonzaga Bulldogs: Hanno fatto un stagione in crescita, se si fermavano intorno alla 15a posizione starebbero fra I promossi, ma il primo posto nel ranking e nel seeding del torneo hanno aumentato le aspettative su di loro. Vittoria sofferta contro Southern e sconfitta contro Wichita State, una #1 deve fare di più.
Voto: 5,5 (per la stagione)

Menzione d’onore

Florida Gulf Coast Eagles: La cenerentola più inattesa nei 75 anni del torneo, hano vinto la Atlantic Sun grazie all’entusiasmo che aiuta quest’università giovane nata poco più di 20 anni fa.

Harvard Crimson: Contro New Mexico conquistano la loro prima vittoria al torneo finale, forse non ci sarà un altro Jeremy Lin a fare in salto in NBA, per questa vittoria equivale a quella di Louisville.

Miami (FL) Hurricanes: Usciti all’improvviso, stavano per far saltare il banco dell’intera NCAA, con il duo composto da Kenny Kadji e Shane Larkin.

Ole Miss Rebels: Inutile negarlo, sono qui grazie alla pazzia di Marshal Henderson che nelle ultime settimana è stato letteralmente indemoniato contro qualsiasi squadra quasi riuscendo nell’impresa di arrivare alle Sweet 16.

Saint Louis Billikens: La morte del grande coach Rick Majerus è stata la scintilla che ha acceso il fuoco dei Billikens che arde fino al 3° turno del Torneo Ncaa, la miglior stagione nella storia di Saint Louis

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno! Nickname: Ste

  • Sono stato molto contento di aver trovato questo sito. Voglio dire grazie per il vostro tempo per questa lettura meravigliosa! Io sicuramente mi sto godendo ogni post e ho già salvato il sito tra i segnalibri per non perdermi nulla!