Irving non ci sta: “Scott deve rimanere!”

L’ex coach degli Hornets è arrivato al capolinea con i Cavaliers anche se la sua stella lo difende a spada tratta chiedendo che rimanga ancora in Ohio.

Ancora 48′ di gioco e poi Byron Scott lascerà la guida dei Cleveland Cavaliers, il coach sapeva già di questo sin da tempo tanto che, in occasione delle dimissioni del collega Doug Collins, aveva fatto capire ampiamente che il suo futuro non sarebbe stato con i Cavaliers.

Malgrado le magie di Kyrie Irving (21 anni) e i progressi di Tristan Thompson (22 anni) i Cavs hanno un desolante record di 24 vittorie e 57 sconfitte, 5 delle ultime consecutive contando che nelle ultime 17 ne hanno vinte solo 2, la dirigenza vuole dare una svolta e il licenziamento di Scott è la prima mossa ma “Unlce Drew” non ci sta: “Certo, voglio tornare il prossimo anno e avere ancora coach Scott alla nostra guida”.

Il diretto interessato nutre lo stesso desiderio: “Mi piacerebbe tornare con questi ragazzi e andare avanti con il nostro lavoro, ho ancora un anno di contratto e penso solo a questo”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Procionide

    Il fatto che la tua stella ti difenda è un buon segno, certo però che la dirigenza non deve lasciarsi prendere in ostaggio dai giocatori in queste scelte.
    La domanda vera però è un’altra: hanno qualche nome per sostituire Scott o cambiano tanto per cambiare?

  • tom

    io vedrei bene proprio doug collins.

  • graphicplayer

    secondo me se riescono ad essere sani tutti prox anno almeno 10/15 vittorie in più le fanno facili. Sono comunque giovanissimi e pagano ovviamente in esperienza

  • graphicplayer

    Comunque dovendo cambiare io andrei con Sloan

  • Procionide

    Sloan ha 71 anni, è fermo da 2 e per 27 anni ha allenato solo i Jazz. Finchè non lo vedrò in un’altra squadra non ci crederò, e in ogni caso non penso che andrà a ricostruire una squadra come gli Hornets.

  • Quaqquo

    D’accordo con Procionide. Per come penso che sia caratterialmente Sloan potrebbe pensare di tornare ad allenare solo a Chicago dove da giocatore ha fatto legna su legna (non in senso negativo sia chiaro)