Lin e il bipolarismo da parte dei fan

Il PG dei Rockets non ha brillato nella G2 contro i Thunder e nella lega si ha una doppia opinione sul suo valore, basata anche sul contratto.

Niente “Linsanity” quest’anno, niente mese spumeggiante sia in campo che fuori per Jeremy Lin (24 anni) nel suo ritorno a Houston, l’ex Knicks ha giocato una stagione nella norma (13.4 punti e 6.1 assist) con qualche fuoco d’artificio e nella gara1 dei Playoffs contro gli Oklahoma City Thunder non si è visto (1/7 dal campo) e nel mondo NBA si hanno diverse visioni del suo valore.

Se Houston vorrà impensierire OKC il contributo dell’ex Harvard è fondamentale anche per il contratto che ha firmato la scorsa estate, 3 anni per $25 milioni con $14 all’ultimo anno, proprio questo contratto ha comportato due opinioni su di lui: “C’è una percezione bipolare su di me; c’è quel filone che sostiene che faccio parte di quel gruppo di giocatori stra-pagati e sopravvalutati, e quell’altro gruppo di giocatori sotto-pagati e sottovalutati” aggiungendo: “La cosa mi fa ridere perché nessuna delle due rispecchia la realtà”.

Concludendo: “Non posso essere solo un giovane giocatore che deve mostrare quello che vale?”

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Stiv#6

    Si si, puoi esserlo..dai però..il momento è questo.

  • Marco Tennis

    io sto con jeremy, deve ancora mostrare quello che sa realmente fare. certo non è uno dei migliori 3, ma può tranquillamente stare tra i migliori. come play attualmente lo vedo sotto cp3, rr9 (intendo rubio), rr9 (intendo rondo), e chiaramente dr1 (ma dipende tutto da come e se torna a giocare). non ci metto westbrook perché non è un vero pg e lascio fuori nash e kidd per raggiunti (e nel caso di kidd ampiamente superati) limiti di età.
    chi vivrà vedrà.

  • Quaqquo

    Bhe oggi come oggi meglio di lui sicuramente Conley, Lawson (e TP9 che secondo me ti sei solo dimenticato) e Jennings, chi per un verso chi per un altro. E ne dimentico qualcuno sicuramente… tipo Calderon 😉

  • onic76

    e anche dietro a Miller di Denver

  • lilin

    beh allora anche holiday

  • Grindhouse88

    il buon Jeremy sta pagando oltre modo hype creato dai media americani nei sui confronti dopo l’exploit della scorsa stagione. Spesso ho letto, anche in questo forum, che in realtà fosse un bust, solo un fenomeno mediatico, e via discorrendo. Io la vedo diversamente, lui è un buon giocatore da quintetto, non è ne la prima, ne la seconda, e molto probabilmente neanche la terza pedina di una squadra da titolo, ma è un giocatore dall’elevato QI cestistico, con mani educate e buone percentuali sia dentro che fuori. per essere una star dovrebbe essere atleticamente un altro giocatore, è lento, salta poco sia in movimento che da fermo, d’altronde se fosse stato completo sotto ogni non sarebbe andato ad Harvard ma avrebbe scelto un programma di maggior caratura a livello cestistico. Secondo me il per lui il modello da seguire deve essere proprio Andre Miller, giocatore che nel corso degli anni in NBA ha raffinato enormemente il suo gioco arrivando ad essere un signor play.

  • salviamo trigari

    alla fine il suo discorso non fa una piega, era un signor nessuno, ha giocato da fenomeno un mese e all’improvviso è diventato (a suo malgrado) un personaggio globale, addirittura un idolo per milioni di asiatici.
    tutto questo senza un contratto lungo in essere, se sei considerato una specie di macchina fabbrica soldi a maggio ci sta che a luglio ti offrano bei soldoni, se avesse avuto un contratto di altri 2 anni volete scommettere che non prendeva nenache la metà? allora perchè tanti adesso si scandalizzano? perchè non è un fenomeno? non vedo colpe particolari in ciò.

    Lui è quello di sempre, se poi le persone cambiano idea dall’oggi al domani che colpa ne ha?

  • RR#9

    Fondamentalmente lui si è un buon giocarore, ma si certo non quello che era sembrato in quel mese lo scorso anno…
    Fenomeno mediatico?si, nel senso che, la sua storia è perfettamente riscontrabile nel classico “sogno americano”…una macchina da soldi?si, proprio per lo stesso motivo!
    Tutto questo, ha certamente accresciuto su di lui delle aspettative troppo elevate per il giocatore che è..e non ha giocato a suo favore….
    È giovane, e di strada ne ha e ne deve fare ancora molta…
    Per ora si è ridimensionato tutto il circo mediatico che gli era stato costruito attorno, e questo puó farlo lavorare meglio…

  • Heat Fan Since 07

    E deron williams? ve lo siete tutti dimenticati? mah. cmq Lin,per favore…le prende da chalmers,rendiamoci conto

  • Stevo164

    Comunque al massimo G1 la G2 la giocano stanotte…

  • mjrossit

    bè dai meglio di me lo è.