Chicago, Robinson e 3 OT di cuore, 3-1 Bulls!

Strepitosa partita vinta dai Bulls in rimonta dopo tre entusiasmanti overtime con KryptoNate e Mohammed decisivi, suicidio Nets nei regolamentari!

 

 

 

Chicago Bulls (5) – Brooklyn Nets (4) 142-134 3OT
(25-26; 58-55; 76-84; 111-111; 121-121, 127-127)
[CHI 3-1]

Bulls: Deng 15, Boozer 21, Noah 15 (13 rimb), Butler 16, Hinrich 18 (14 ass), Mohammed 9, Robinson 34, Gibson 10, Belinelli 4, Cook ne, Hamilton ne, Teague ne
All.Thibodeau

Nets: Wallace 17, Evans 15 (13 rimb), Lopez 26 (11 rimb), Johnson 22, Williams 32 (10 ass), Blatche 13, Watson 9, Humphries, Stackhouse, Brooks, Bogans ne, Teletovic ne.
All.Carlesimo

Top performance
Rimbalzi: Noah 13 (5 off, CHI) / Evans 13 (3 off, BKN)
Assist: Hinrich 14 (CHI) / Williams 10 (BKN)
Palle perse: Hinrich 4 (CHI) / Williams 7 (BKN)
Recuperi: Hinrich 3 (CHI) / Lopez 2 (BKN)
Stoppate: Noah 4 (CHI) / Lopez 4 (BKN)

Italian Job: Belinelli 4 pt (0/1 da 3, 4/4), 1 rimb, 1 ass

MVP: Nate Robinson (CHI) 34 punti (11/16, 3/7, 3/3), 1 rimb, 4 ass, 2 rec, 2 perse

Cronaca

L’avvio di gara è molto nervoso, le due squadre fanno fatica a segnare soprattutto per merito delle difese. Il massimo vantaggio nel quarto arriva a metà: 14-10 Bulls, subito dopo i Nets confezionano un parziale di 6-0 con il quale passano avanti. Per Chicago risponde Butler con la tripla del contro sorpasso e fino alla fine del periodo si tratta appunto di sorpassi e controsorpassi. Dopo i primi 12′ il punteggio dice 25-26 Nets.

Nel secondo quarto ci pensa Nate Robinson a ravvivare la gara, con una sua tripla i Bulls chiudono un parziale di 9-0, i Nets si aggrappano a Blatche e a Williams rimanendo vivi. A 3′ dal riposo lungo prima Hinrich con tripla in transizione, poi Butler in contropiede piazzano un parizare di 11-1 (57-46). Sul finale di quarto, però arriva in contro-parziale di 8-0 Nets, chiuso dalla bomba sulla sirena di Wallace; 58-55.

I Bulls si affidano a Boozer con la soluzione dalla media distanza, ma i Nets hanno la faccia giusta e prima Williams con la schiacciata e poi Wallace in contropiede col canestro e riporta i Nets in vantaggio nel punteggio; a metà periodo 68-70. L’attacco Bulls si arena e ne approfitta Williams che con la tripla in transizione allunga; 71-77. Sul finale di quarto, Chicago mette in atto qualche ottima difesa e sembra stare a contatto con i Nets, ma un attacco ormai andato male per Brooklyn, fa finire la palla nelle mani di Lopez che a 8 metri dal canestro manda a bersaglio la tripla sulla sirena del +8; 76-84 a 12′ dalla fine.

I Bulls sembrano più vivi in attacco con Robinson in regia, ma i Nets in attacco non stentano, e Wallace dalla lunga distanza con i piedi per terra regala il +9 ai suoi. Brooklyn continua a trovare il canestro, sia in contropiede che a difesa schierata, mentre l’ultima speranza Bulls si chiama Nate Robinson che con la bomba li tiene aggrappati al match. A 6′ dalla sirena finale dice 91-100. Prima Robinson e poi Boozer provano a tenere in partita Chicago, ma Williams e Lopez con un parziale di 5-0 ricacciano a -12 i Bulls. E quando tutto sembrava finito, con il punteggio sul 95-109 a 3:45 dalla sirena, Boozer inizia a fare falli su Evans e Wallace, dall’altra parte Robinson inizia a macinare punti, e in un attimo la partita si riapre; Robinson con l’aiuto di Noah confeziona un parziale di 16-2, nei minuti finale. Sulla sirena Williams manda sul ferro il jumper della vittoria e si va al supplementare!

Nel supplementare arriva subito un botta e risposta tra Johnson e Noah, poi un gran gioco da tre punti di Wallace, ma prima Noah e poi Robinson pareggiano i conti a quota 117. Subito dopo l’attacco dei Nets fallisce la conclusione e Boozer imbeccato da Noah segna il +2. Sull’attacco successivo, Johnson si prende la responsabilità e penetra a centro area alzando la parabola e segna il canestro della parità a 17” dalla sirena. Sull’azione successiva, un attacco costruito malissimo Robinson, ma esso si prende il tiro fuori equilibro dai 6 metri e trova il canestro del +2, a 1.7 dalla sirena finale, la partita sembra finita, ma Johnson manda tutti al secondo overtime con il jumper a centro area; 121 pari.

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=02LTR7Bwa8Y]

In apertura di secondo supplementare, Johnson è caldo e segna subito, risponde ancora Noah, ma ci pensa ancora Robinson a dare il vantaggio per i suoi. Gli attacchi si arenano complice la stanchezza, ma a quasi 1′ dalla fine, Noah allo scadere dei 24” inchioda la schiacciata del +4 (127-123). Ma di nuovo quando sembra finita,ci pensa Joe che piazza un gioco da tre punti, che tiene vivi i Nets. Sull’azione successiva Robinson commette il suo sesto fallo e chiude la sua partita anzi tempo. Lopez fa 1/2 in lunetta e pareggia i conti a quota 127. Nell’ultimo minuto sia Chicago che Brooklyn falliscono il canestro della vittoria e si va al terzo over time.

Il 3° OT si apre col jumper dall’angolo e col 6° fallo di Joakim Noah, ma l’assenza del lungo non inciderà sui suoi perché dalla sua uscita break di 4-1 Bulls per il +5 (133-128) a 3’19”, e sarà proprio quel parziale a decidere l’incontro visto che poi Brooklyn perderà Evans (Chicago anche Gibson) e a 32″ Nazr Mohammed (appena entrato) segna il gancio del +5 (139-134) e poi il tap-in con fallo dopo l’errore ai liberi di Boozer, +6 (140-134) a 18″!

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P