Coming-Out di Jason Collins: “Sono Gay!”

Il centro ex Boston ed Atlanta è entrato nella storia dello sport professionistico americano, è il primo atleta omosessuale.

Quel diavolaccio di Mark Cuban anche stavolta ci aveva visto lungo, qualche anno fa infatti aveva pronosticato che presto un giocatore NBA avrebbe fatto coming-out rivelando la sua omosessualità, nella giornata di ieri Jason Collins (34 anni) ora ai Washington Wizards lo ha fatto!

Una notizia che ha fatto entrare il centro ex Nets nella storia dello sport americano come primo atleta omosessuale a fare coming-out, Collins ha esordito così: “Sono un giocatore NBA di 34 anni, sono nero e sono gay!” aggiungendo: “Non ho deciso di essere il primo atleta apertamente gay a giocare in un grande sport di squadra americano. Ma dal momento che io sono, io sono felice di iniziare la conversazione” concludendo: “Vorrei non passare per il ragazzo in classe che alza la mano icendo: “Io sono diverso” ma visto che nessuno lo ha fatto, l’ho alzata io”.

Il centro ha spiegato anche i motivi che l’hanno spinto a questo coraggioso gesto: “Ho iniziato a pensarci durante il lockout del 2011, sono un tipo abitudinario che si prepara meticolosamente a fine stagione per l’anno successivo, ma quel braccio di ferro ha sconvolto le mie abitudini e mi ha costretto a confrontarmi con quello che sono realmente” aggiungendo: “Nessuno vuol vivere nella paura e io ho sempre avuto paura di dire la cosa sbagliata – conclude il giocatore dei Wizards -. Non dormo bene, non l’ho mai fatto, ma ora ogni volta che dico a qualcuno che sono gay mi sento più forte e e dormo più profondamente”.

Una decisione difficile ma molto coraggiosa per il veterano ex Atlanta che ha riscosso molti consensi in giro per la Lega da parte i ex compagni di squadra come Jason Kidd, star come Dwyane Wade, Kobe Bryant, Rudy Gay, Kevin Durant e leggende come Magic Johnson

La copertina di Sport Illustrated

sports-illustrated-the-gay-athlete-cover-1

 

 

 

 

 

 

 

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B