Boston e Houston non mollano, Pacers 3-2!

Boston non muore mai e riporta la serie a casa proprio con Houston con Oklahoma City, Indiana torna avanti su Atlanta senza problemi.

 

 

Eastern Conference

New York Knicks (#2) – Boston Celtics (#7) 86-92 [NYK 3-2]
NYK: Anthony 22, Shumpert 12, Chandler 8 (11 rimb), Felton 21, Smith 14
BOS: Bass 17, Green 18, Garnett 16 (18 rimb), Pierce 16, Terry 17

Doc Rivers decide di giocare con 7 giocatori e la scelta ha dato i suoi frutti, Boston espugna New York e riporta la serie al TD Garden sul 3-2 sempre per i Knicks, rei di aver bruciato il 2° match-point; la partita cambia a 3’25” dall’intervallo lungo, Felton realizza il layup del +3 (37-34) ma poi NY va in black-out e subisce un parziale di 11-2 col quale i Celtica vanno negli spogliatoi sul +6 (39-45).
Anthony tira male (8/24), J.R non riesce ad essere incisivo dalla panchina e il colpo di grazia è dietro l’angolo, break in apertura di 4° di 6-0 per il +15 (60-75), nel finale assalto dei padroni di casa ma il long-two di KG darà il +7 (83-90) a 48″. Tiro da 3 che stavolta ha girato le spalle a NY (5/22) mentra ha sorriso per i versi (11/22).

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=U0iqivRliuE]

Post-Partita
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=WhCOjPR6E5o&feature=player_embedded]

Indiana Pacers (#3) – Atlanta Hawks (#6) 106-83 [IND 3-2]
IND: Geprge 21 (10 rimb), West 24, Hibbert 18, Stephenson 8 (12 rimb), Hill 15 (10 ass), Augustin 11
ATL: Smith 14, Horford 14, Harris 13, Korver 10

I Pacers tornano a casa spazzano via gli Hawks con un’ottima prestazione di squadra, ritornando avanti nella serie; Atlanta sta bene in partita e comanda sul 28-31 a metà del 2° quarto, poi si scatena David West che segna 10 punti consecutivi nel parziale di 15-4 che ha spinto i suoi sul 43-35. Nel 3° quarto invece è stata la volta di Paul George reo di 9 dei 18 punti di break (18-5) che hanno mandato i titoli di coda.

Western Conference

Oklahoma City Thunder (#1) – Houston Rockets (#8) 100-107 [OKC 3-2]
OKC: Durant 36, Ibaka 14, Jackson 20
HOU: Garcia 18, Parsons 10, Asik 21 (11 rimb), Harden 31, Beverley 14, Brooks 10

James Harden non ci sta, segna 31 punti (10/16 dal campo con 7/9 da 3!!!) e riporta la serie a Houston vincendo Gara6 in quella che una volta era casa sua, vani i 36 (11/23 dal campo con 1/8 da 3) di Kevin Durant; Houston domina, tocca diverse volte il +16 e KD proverà sempre da solo a rimontare senza successo, il 3° quarto degli ospiti è favoloso (37-32) che li terrà sul +12 (75-87) ad inizio 4° periodo, i Thunder non rimonteranno più. OKC non ha avuto niente dal suo 6° uomo Kevin Martin, 3 punti 3 1/10 dal campo!

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=7FNAKMBw_CU]

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • verde colore delle mer..

    Ma che titolo in più meriterebbero?A sentire sto blog se ne parla come di una dinastia mentre sta banda di vecchi è già tanto se ne ha portato a casa uno di titolo…certo rimarranno la più grande squadra di mummie della storia, a confronto i Rolling Stones sono una boy band

  • Iceman

    Trigari
    Hai spiegato meglio quello che intendevo dire io! Esattamente non lo trovo credibile

    verde eccetera
    Mah,saranno anche vecchi,ma nn si può negare che abbiano giocato un gran basket in quei tre anni soprattutto,e che forse senza qualche infortunio potevano averne almeno uno in più(di anelli)

  • tom

    si cmq “se” gli spurs nel 2003 mandavano duncan alle hawaii a prendere il sole, tony parker a fare l’attore in desperate housewifes, ginobili a pascolare le mandrie di bisonti in patagonia e tankavano di brutto avrebbero preso al draft lebron james ed a quest’ora col cazzo che staremmo a parlare di un fantomatico three peat dei c’s col “se” kg non scivolava nella vasca cantando dirty di xtina aguilera ed il “ma” ray allen in gara 7 poteva fare 120 punti con 40/41 da 3 – una fategliela sbagliare, perdio!!!!!

  • RR#9

    Ma perchè rispondete a certa gente?!
    ….hanno il QI talmente basso che a confronto Javalone è il campione mondiale di scacchi…
    Bravo verde ecc…bravo…dai su, prima o poi passerá…

  • salviamo trigari

    Iceman

    e si che per colpa della mia fretta* sono abbastanza illegibile… grazie comunque

    Verde il colore, Pride etc etc sono la versione Marimbiana della fazione opposta, alla fine proprio come Marimba appaiono, scrivono 2 cazzate e se ne vanno, a me fanno sorridere tutti, se poi perdete tempo a rispondere non fate altro che istigarli a continuare.

    *http://it.wikipedia.org/wiki/Dislessia

  • systemofadown

    finale grizzlies heat come la vedete??

  • RR#9

    Interessante…molto interessante….
    Heat 4-2….
    Ma…l’organizzazione difensiva, il modo inverso di giocare, i giocatori chiave in ruoli in cui miami soffre sempre…la fisicità che ci mettono, fanno di Memphis, ad ora, forse la rivale più ostica per gli Heat…

  • Iceman

    Si ma marimba fa ridere

    Cmq nn so perché ma mi sono innamorato di marc,quindi vorrei vedere lui e zibo in finale,con la marea di infortuni di questa stagione devono provare a giocarsi questa opportunità

  • Paul

    Boston meritava di vincere gara 7 del 2010, niente di più.

  • salviamo trigari

    Io spero sempre Spurs….in ogni modo da appasionato quale sono non riesco ad augurare niente di male a squadre come Memphis, se dovessero essere loro a sfidare gli Heat avrebbero un tifoso in più. Detto questo per raggiungere la finale dovrebbero vincerne almeno un’altra contro CP3 più altre 4 contro Durant e altre 4 ancora contro (e qui molto volgarmete mi sto toccando le palle) gli Spurs la strada è dura anche per loro. Marc è un idolo tanto quanto Zibo

  • gasp

    Se Memphis e San Antonio si incontrano finisce 4-3 per i Grizzlies

    Iceman e prescelto
    Se i Warriors e i Grizzlies si incontrassero in un eventuale WCF sarebbe lo scontro tra due filosofie di gioco agli antipodi

  • prima volevano sapere se miami riesce a fare tutti sweep,io dico di no ma non penso possano perdere più di 2 partite in una serie di 7 contro chiunque

  • michele

    rr9

    devi capirlo, c’è qualcuno (che non ha neanche il coraggio di esprimere i suoi alati pensieri senza ricorrere a un fake) che sperava di festeggiare uno sweep degli odiati verdi e invece……

  • michele

    comunque ragazzi, occhio a non portare sfiga ai grizz…..non hanno ancora superato il primo turno e c’è già chi parla di finali. sono capaci di tutto nel bene e nel male, di buttare fuori gli spurs da 8th seeded e di perdere una gara 7 in casa coi clips.

  • brazzz

    sarebbe bello vedere una squadra che gioca a basket in finale..voglio dire,dove il play fa il play, i lunghi non si arrotolano se usano il perno,non tirano da 3,non giocano a 150metri dal canestro,ma prendono,pensa te,i rimbalzi,e hanno,pensa te,qualche movimento, e il gioco non si riduce a un pallosissimo penetra e scarica…ma forse sto sognando…
    ibaka
    ora leggo che è sopravvalutato..blog divertente questo..l’anno scorso sembrava il nuovo Rodman..modestamente pensavo fosse un mezzo giocatore..è un mezzo giocatore,perchè accorgersene solo ora?

  • Iceman

    brazzz
    Anche a me piacerebbe vederli in finale,ma è dura

    Cmq forse un poco di inversione di tendenza c’è,o almeno un accenno. C’è qualche centro buono,ok nn siamo stile anni 90,ma monroe,cousins se mettesse la testa a posto,lopez,gasol….insomma,una speranza per i centri c’è

  • mad-mel

    Non guardo per una volta i Knicks perchè ero impegnato…e tranquillo della vittoria in casa…e invece come logico e stile knicks ci si va ad infognare aprendo una serie che era chiusa.
    Non ho visto la partita ma leggendo i giudizi ho capito come ha giocato melo.
    Tornerei sempre alle solite conclusioni e ai giudizi negativi che facevo ad inizio anno sul giocatore…
    Come dice Magic aspettiamo e vediamo come finiscono questi palyoffs…

    Okh: non vincevano il titolo anche se c’era westbrook secondo me..però l’assenza si sente eccome…
    Il signor Durant può gustarsi il suo massimo salariale e intanto non vincerà…
    Tra lui e Russell non pagavano le bollette se firmavano un contratto con un paio di milioni in meno per tenere il barba…
    Meglio zero titoli e un paio di milioni in più piuttosto che aprire una dinastia e passare alla storia…
    Sono ancora giovani…però…

  • gasp

    Brazzz
    ormai i ruoli classici sono destinati a scomparire:gente come KD o LBJ che sanno giocare spesso da play o guardia o ala grande sono il futuro.
    Non è detto che sia un male ma certamente dopo 120 anni e passa è strano vedere quei tipi di giocatori

    Michele
    Tanto poi mica sono loro tifoso eheheh…

  • in your wais

    Per avere del buon basket non serve avere necessariamente un play che fa il play, e lunghi alla Olajuwon…I Bulls anni ’90 ne sono la dimostrazione…Paxson, BJ, Cartwright, etc etc

    Basta avere 2-3 giocatori che giocano come Cristo comanda, e dei buoni role players (ok, oltre ad buon coach)

    Miami secondo me è stata molto bella da vedere quest’anno, i continui isolamenti dei primi 2 anni sono sempre più rari, a favore di un gioco corale. Boston con Rondo avrebbe giocato come Cristo comanda, anche questa versione è dura in difesa, ma in attacco fatica

    Gli Spurs giocano bene, si sa, anche G.State e Denver, pure se la difesa rimane un optional. Memphis ha la migliore coppa di lunghi NBA, e difende come nessuno ad Ovest…

    Di sicuro per tanti motivi preferisco Miami-Spurs come finale, inoltre, con Boston ed OKC menomate, sarebbe l’unica finale con la garanzia del buon gioco ed un minimo di equilibrio

    Memphis è proprio da cultori del basket, ma gioca un attacco un po’ troppo ripetitivo e lento per farmeli piacere più di tanto. Per le altre, tolta forse NY ad Est, le speranze di arrivare in fondo mi sembrano al momento “slim and none”, come dicono negli USA

  • Michael Philips

    Su Ibaka, ora a me non piace tantissimo, ma mezzo giocatore no eh. Tenendo conto che sarebbe uno specialista difensivo, non furbissimo, ma riesce a intimorire parecchio sotto canestro. In attacco fa 13pts con % eccellenti, e sta migliorando in modo esponenziale con i jumper da 5 metri(e pure da 3 non fa schifo, assurdo!). Considerando che fino a due anni fa era come howard, ovvero solo canestri da 2 metri, direi che sta facendo progressi. Tira bene i liberi e vorrei ricordare, ha solo 23 anni e ancora un margine di crescita impressionante.

    Io l’ho sempre considerato sopravvalutato come difensore, uno di quelli alla camby, che preferisce far passare l’attaccante per poi andarlo a stoppare. Filosofia diversa rispetto ad un garnett che pur stoppando molto meno, ha sempre preferito non far proprio passare l’attaccante.

    Fisicamente sta diventando sempre più una bestia, fortissimo, salta come un canguro e corre come pochi altri lunghi. No, io credo che possa davvero diventare forte in futuro.

  • lilin

    come diceva michele mi pare attenzione a dar per morti i clipps che cmq collegandomi al discorso su paul di qualche tempo fa se dovessero uscire sarebbero una grossa delusione e paul ne uscirebbe un tantino ridimesionato in termini di impatto su una squadra a grandi livelli.

    memphis secondo me piu di cosi non può dare e al contgrario i clipps stanno giocando davvero male e nonostante tutto sono ancora li per passare.

  • Iceman

    La panchina di memphis è abbastanza penosa,anche per
    Questo nn andranno fino in fondo

  • lilin

    mp

    io parlavo di ibaka sopravvalutato ora come ora e soprattutto in relazione all’impatto che ha un griffin che qui viene criticato da mezzo mondo.

    ibaka è sicuramente un buon giocatore e forte di prospettiva, ma adesso non è sicuramente una star ne credo lo diventerà a breve

  • michele
  • michele

    ibaka è un buon giocatore certamente.

    è anche vero che dubito farà ancora 11/11 al tiro come in gara 5 delle scorse WCF, certe cose capitano una volta nella vita.

  • Marrimba

    Marimba non fa ridere, ormai è passato di moda anche lui