Karl non lascerà i Nuggets, parola di Kroenke!

Malgrado l’amara delusione per l’upset ricevuto da parte dei Warriors la proprietà rinnova la fiducia all’allenatore ex Bucks confermandolo.

Dopo una superlativa regular-season chiusa al 3° posto con 57 vittorie (38 in casa!) e 25 sconfitte i Denver Nuggets hanno salutato subito la post-season facendosi eliminare dai Golden State Warriors malgrado fossero la squadra più forte, un upset che ha fatto piovere diverse critiche sul coach George Karl, ma la proprietà lo difende.

Sarà un estate di riflessioni per Denver in merito al roster, Andre Iguodala (29 anni) ha già salutato i compagni in quanto sarà free-agent, Danilo Gallinari (24 anni) non ci sarà subito ma la posizione di Karl non è in dubbio: “Ha ancora un anno di contratto con noi e a questo punto non serve fare dei cambiamenti” ha dichiarato l’owner Josh Kroenke, aggiungendo: “Come ad ogni fine stagione ci ritroviamo tutti ed insieme al coach discutiamo sul cosa fare, vogio dire abbiamo vinto 57 partite in questa stagione, George dovrebbe essere eletto allenatore dell’anno!”.

Kroenke ha già evidenziato il problema di Denver: “Ci manca un secondo realizzatore e l’assenza di Danilo si è fatta sentire, valuteremo come agire sul mercato” invece l’ex coach dei Bucks non ha voluto parlare del suo futuro esprimendo molta delusione per il K.O.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • michele

    mi spiace molto per karl che reputo un allenatore straordinario, ogni volta che guardo una vecchia partita dei sonics anni 90 mi emoziono e anche i suoi nuggets quest’anno per me hanno giocato la migliore pallacanestro in assoluto in rs. però in questa serie il “giovane” jackson gli ha dato scacco matto. purtroppo ha avuto un po’ di sfortuna con l’infortunio di gallinari, mentre dall’altra parte, oltre all’esplosione verticale di curry, è risorto pure Bogut che quando sta bene fa la differenza.

    certo adesso a denver sono a un bel bivio. sopportare l’ennesima eliminazione al primo turno, battuti da una squadra che da 5 anni invece non disputava i playoff è una bella botta.

    penso che lawson e faried siano i giocatori da cui ripartire, pur sapendo che certi traguardi saranno sempre un miraggio.

  • graphicplayer

    cosa sarebbe denver con paul al posto di lawson?

  • Sono stato molto contento di aver trovato questo sito. Voglio dire grazie per il vostro tempo per questa lettura meravigliosa! Io sicuramente mi sto godendo ogni post e ho già salvato il sito tra i segnalibri per non perdermi nulla!

  • Grazie!