Noah e Beli trascinano i Bulls, Nets a casa!

Il cuore di Noah e le giocate del nostro Belinelli spingono i Bulls alle semifinali della Eastern Conference, Brooklyn ha ceduto sul più bello.

 

 

Brooklyn Nets (4) – Chicago Bulls (5) 93-99
(25-29; 44-61; 75-82)
[W CHI 4-3]

Nets: Wallace 19, Evans 2 (13 rimb), Loopez 21, Johnson 6, Williams 24, Blatch 9, Brooks 4, Humphries 3, Watson 5, Bogans ne, Stackhouse ne, Taylor ne, teletovic ne
All. Carlesimo

Bulls: Butler 9, Boozer 17, Noah 24 (14 rimb), Belinelli 24, Robinson 12, Gibson 4, Teague 4, Mohammed 2, Cook 3, Hamilton ne, Radmanovic ne, Thomas ne
All. Thibodeau

Top Performance
Rimbalzi: Evans 13 (5 off, BKN) / Noah 14 (7 off, CHI)
Assist: Wallace 5 (BKN) / Robinson 4 (CHI)
Recuperi: Johnson 3 (BKN) / Robinson 2 (CHI)
Perse: Johnson 3 (BKN) / Boozer 2 (CHI)
Stoppate: Lopez 2 (BKN) / Noah 6 (CHI)

Italian Job: Belinelli (CHI) 24 punti (5/8, 3/6, 5/5), 6 rimbalzi, 2 assist, 1 recupero

MVP: Joakim Noah (CHI) 24 punti (12/17, 0/0, 0/0), 14 rimb (7 off), 2 ass, 1 rec, 1 persa, 6 stop

Cronaca

L’avvio è di Chicago, con un Marco Belinelli che si vuole prendere subito tiri importanti, Brooklyn risponde con contropiedi veloci e una tripla di Williams con metri di spazio, il punteggio a metà quarto è di 13-17 Bulls. La partita viaggia sul filo dell’equilibrio, sul finale di quarto trova canestri dentro l’area con i lunghi e sulla sirena Gibson segna il jumper del +4 Bulls; 25-29

L’inizio di secondo periodo conferma un grande Marco Belinelli il quale firma un mini parziale di 5-0 a favore dei Bulls, ma Williams risponde e tiene vivi i suoi. L’attacco Nets si arena completamente, merito soprattutto della difesa di tutto cuore imposta da coach Thibodeau, ne approfittano offensivamente i Bulls che spaccano in due la gara con un parziale terrificante di 19-6 nella seconda parte del quarto. La schiacciata di Boozer sulla sirena sancisce un secondo quarto da favola per i Bulls e da incubo per i Nets; il tabellone recita 44-67.

La ripresa vede Brooklyn con una faccia diversa e con più aggressività in attacco, soprattutto da parte di Gerald Wallace, che con la tripla chiude un parziale di 11-2 firmato dai Nets. A fermare l’emorragia per Chicago ci pensa Butler con una tripla. Wallace è deciso a cercare la rimonta e l’avrebbe anche trovata se dall’altra parte non ci fosse Noah che domina sia in attacco che in difesa e si carica la squadra sulle spalle. A 12′ dalla sirena finale il punteggio dice 75-82 Bulls.

Nell’ultimo periodo il primo canestro arriva dopo 3′ siglato da Boozer, i Nets faticano a trovare punti, per merito della straordinaria difesa messa in atto dai Bulls. Williams prova ad accendere il Barclays Center con una bomba, ma Belinelli con metri di spazio trova la contro-tripla del +10 (81-91 a 5′ dalla sirena finale). Ci riprova ancora Williams, l’ultimo a morire dei suoi e ridà il -5 con un canestro e fallo, ma oggi la scena è tutta per il nostro Marco che segna in penetrazione un canestro difficilissimo, e spezza le gambe agli avversari. Lopez dopo un tentativo fallito da tre punti di Wallace cattura il rimbalzo offensivo e segna il lay-up nel -5, ma successivamente Johnson fallisce l’ennesimo canestro della sua partita a 29” dalla sirena finale, e a Belinelli non gli resta altro che chiudere la partita dalla lunetta. Vince Chicago 93-99, trascinati letteralmente da Noah e Belinelli con 24 punti a testa, ma stasera c’è stata una squadra che ci ha messo tutto, il cuore e gli attributi, mentre l’altra Brooklyn, gli sono mancati proprio questi fattori quelli che servono per vincere gare di questo tipo.

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P