Ombre sull’addio di McLemore da Kansas

L’ex allenatore di Ben è stato pagato per far si che il suo pupillo lasciasse subito i Jayhawks dopo il 1° anno, tutto in cambio di benefici e ricompensa.

Secondo Eric Prisbell di “USA Today” un ex allenatore di Ben McLemore sarebbe stato pagato da alcuni agenti sportivi e consulenti finanziari di Los Angeles per fa ris che il ragazzo entrasse subito al Draft del 2013.

Darius Cobb, questo il nome dell’ allenatore, ha accettato due pagamenti da 5’000$ l’uno che per tre volte si è recato a los angeles con dei viaggi pagati per incontrare Rodney Blackstock, il fondatore di una organizazione che cura alcuni aspetti della vita di future superstars dello sport usa.

Sarebbe stato proprio Blackstock a far arrivare a Cobb il denaro per comprare le sue informazioni su McLemore e la sua storia. In due di questi viaggi Cobb è stato accompagnato da Richard Boyd, un cugino di McLemore che vive vicino St.Louis.

Il direttore atletico di Kansas Sheahon Zenger ha confermato che queste informazioni sono arrivate fino a loro e che per non compromettere una eventuale indagine l’università si può solo limitare a leggere ed esaminare le informazioni senza rilasciare ulteriori dichiarazioni. Quello che è successo va infatti contro le regole Ncaa che vietano ad agenti sportivi o persone che lavoro per loro di fornire denaro e/o fare regali a persone vicine ai giocatori come parenti e amici e allenatori.

Da ultimo è risultato che Balckstock è stato presente a 3 partite casalinge degli JayHawks grazie a degli ingresssi gratuiti come ospite proprio di Ben Mclemore

DRAFT 2013: ENTRY LIST!

S.Bei

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno! Nickname: Ste