Coach K loda Thibodeau: “Che cultura vincente!”

Il coach pluri-campione NCAA ed Olimpico ha fatto pubblicamente i complimenti al collega dei Bulls per la mentalità che ha instaurato nei suoi giocatori.

Malgrado gli infortuni e le assenze di lusso i Chicago Bulls sono riusciti in 7 martorianti partite a buttare fuori i Brooklyn Nets al 1° turno, la superba difesa di coach Tom Thibodeau ha fatto la differenza come sempre ma il carattere mostrato da suoi è stato superlativo specie a fronte delle difficoltà citate prima.

Chi è rimasto impressionato da questo carattere è stato coach Mike Krzyzewski che in un’intervista ad ESPN Chicago ha lodato il lavoro del collega: “Tom Thibodeau è uno dei più grandi coach al mondo, ha evoluto la cultura del carattere duro/mai domo in ogni suo giocatore” aggiungendo: “Conosco Carlos (Boozer, ndr) e Luol (Deng, ndr), li ho allenati e conosco di che pasta sono fatti, sono una squadra di operai in una città di colletti blu, penso che sia una delle più grandi storie in questo momento nell’NBA, quello che i Bulls stanno facendo”.

Infine conclude parlando proprio della mentalità dei tori di Thibodeau: “Non si lamentano mai, non pensano agli infortuni che li hanno martoriati tutto l’anno, facendo così arrivano pronti al momento della verità perché sono abituati a non pensare ad altro”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • mjrossit

    Detto da coach k è un onore. Comunque è vero, una squadra che ha per titolari giocatori più scarsi di alcune panchine (vedi NY o CLIPPERS) sta andando avanti a testa altissima. Non sarebbe stata una vergogna uscire coi Nets ma li abbiamo battuti senza Rose e con Noah e Deng a metà servizio. Nonostante un ottimo Marc Gasol non smetterò mai di dire che il difensore dell’anno doveva andare a Joakim. Rappresenta perfettamente la mentalità dello zio Tom. Chapeau! Ora facciamo sudare gli Heat e andiamocene a casa tra gli applausi. Siamo soldati in missione, dayeeeeeeeee!!!

  • sti Bulls in effetti sono impressionanti davvero

  • E visto il risultato di stanotte direi che non hanno ancora smesso di stupire!!!
    Gara 1 vinta contro gli “invincibili” Heat di LBJ per di più in trasferta…