Wade ribadisce: “Alfiere per vincere!”

Non c’è pace per l’ex Marquette, recentemente è stato criticato per il suo rendimento nella serie contro i Bulls, lui spiega il perché.

Stanotte allo United Center i Miami Heat cercheranno di vincere Gara4 che li porterebbe sul 3-1 col match-point in casa, il clima sarà rovente soprattutto dopo gli eventi di Gara3 con espulsioni, tecnici e multe come quella di Tom Thibodeau ($35 mila) per le critiche agli arbitri, a Miami sperano in un Dwyane Wade (30 anni) più attivo.

Nella vittoria in Gara3 “Flash” ha chiuso con 10 punti con 5/7 dal campo, appena 7 tiri per lui ma il #3 ha ribadito per l’ennesima volta il suo “nuovo” ruolo all’interno della franchigia: “Non puoi giocare a questo gioco per l’eternità e quando si lascerà che memorie vorresti avere? Questo è quello che mi sono chiesto, che ricordo che voglio avere? ” ha dichiarato ai microfoni del Miami Herald, aggiungendo: “E quei ricordi che voglio avere sono ricordi di successo come una squadra”.

Wade ammette che non è facile passare da superstar ad alfiere ma: “Se 5 anni fa mi avessero detto che avrei preso solo 7 tiri in una partita dei Playoffs sarei rimasto sbalordito, ma ti sembro deluso? Alla fin abbiamo vinto e ci siamo goduti la cena” a condizionare anche il suo gioco, c’è quel ginocchio che malgrado l’operazione in estate non gli da tregua: “Cosa posso farci? Ci convivo da molto tempo, a volte mi sento bene e a volte sento dolore”

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B