Miami troppo facile, Memphis piega Durant!

James & Co. vincono senza problemi ma Chicago e vedono il traguardo come Memphis, vincente dopo un supplementare contro i Thunder.

 

 

Eastern Conference

Chicago Bulls (#5) – Miami Heat (#1) 65-88 [MIA 3-1]
CHI: Butler 12, Boozer 14 (12 rimb), Gibson 10, Hamilton 11
MIA: James 27, Bosh 14

Italian Job: Belinelli 9 pt (3/3, 0/5, 3/3), 3 rimb, 2 perse

Stavolta il coraggio e la grinta non sono serviti ai Chicago Bulls, Miami ha preso ed è scappata via sin dalla palla a due conquistando agevolmente Gara4, ancora una volta con LeBron James da quasi tripla-doppia (27+7+8); Heat padroni dello United Center già all’intervallo sul +11 (33-44), negli ultimi 4′ del 3° periodo Chicago ha alzato bandiera bianca, da -14 (42-56) a -19 (41-61) senza mai trovare il canestro in un periodo molto povero sotto l’aspetto realizzativo (19-7). Miami ha concesso 19 rimbalzi offensivi ma solo 12 seconde opportunità, dall’altro parte Bulls tragici al tiro (19/74).
Da sottolineare come questa volta non ci siano stati falli tecnici o espulsioni.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=ftDx8gnSphA]

Western Conference

Memphis Grizzlies (#5) – Oklahoma City Thunder (#1) 103-97 OT [MEM 3-1]
MEM: Randolph 23 (12 ), Gasol 23 (11 rimb), Allen 10, Conley 24
OKC: Durant 27, Ibaka 17 (14 rimb), Jackson 15, Martin 18, Collison 10

Kevin Durant ci ha provato ma ha dovuto arrendersi dopo un tempo supplementare alle torri gemelle di Memphis che adesso è a 48′ da un altro upset; Thunder che a 4’26” dall’intervallo lungo erano avanti di 17 lunghezze (29-46) ma grazie ad un 19-10 finale Memphis è uscita dal baratro chiudendo sotto di 8 (48-56) il primo tempo. Match combattuto nel 2° tempo con finale in volata, a 10″ Marc Gasol fa 1/2 dalla lunetta per il +2 (94-92), risposta da campione di KD che segna in entrata il pareggio lasciando però6″ aio padroni di casa, palla a Z-Bo ma il suo classico fade-away non troverà gloria.
L’overtime è dominato da Memphis che concede un solo canestro dal campo (tripla di Fihser) agli ospiti, 9-3 il parziale dell’extra-time e 3-1 Grizzlies! OKC ha cominciato bene al tiro chiudendo il 1° tempo col 54% (50% da 3), poi nella ripresa è scesa al 37%.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=bBmUrdp2bXM]

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • alekine

    beh io le partite le ho viste tutte, e non mi pare che durant abbia giocato da leader.

    poi michele, che c’entra la tua risposta. io volevo solo sottolineare che durant ha cannato 3 finali su 4 di questa serie, e di brutto.

    perché è stanco, perché i grizz sono forti o perché padre pio non lo aiuta più. non lo so.

    trovo assurdo che non si possa ammettere nemmeno questo.

    nemmeno a me frega niente delle diatribe lebron Vs durant vs bryant.

    soltanto volevo sottolineare che andato via westbrook sta dimostrando, a mio parere, di non reggere così tanto la pressione, anzi. tutto qui.

    personalmente, come ho già detto spesso, non ho un debole per lui. non mi piace il suo modo di giocare e soprattutto non mi piace il fatto che cerca sempre prima il fischio e poi il canestro sbracciando di continuo.

    però forte è forte. magari non COSI’ forte come vogliono far passare alcuni (qui e altrove). almeno non ancora.

    p.s. il fatto che ieri abbia mandato la partita all’overtime secondo me è paradossalmente un demerito. i grizz hanno difeso pensando che si sarebbe preso la responsabilità di tirare da 3 per provare a vincerla, e invece è schizzato in area a prendersi un lay up incontestato. in quelle condizioni sarebbe stato un gesto cazzuto prendere e sparare da tre e vincere la partita (come si fa di solito all’ultimo tiro fuori casa quando sei sotto di 2)

  • michele

    in cosa consisterebbe il culo dei grizzlies, di grazia? a parte l’infortunio di RW vedo solo i frutti di un duro lavoro di dirigenza, allenatore e giocatori.

  • Quaqquo

    il culo di Z-Bo ! ed è bravissimo ad usarlo !

  • Paul

    Come fate a criticare Durant? L’attaccante più forte del mondo. Sul discorso Westbrook, ovviamente Okc e’ peggiore senza di lui ma non ha sempre un impatto positivo, sarebbe stata comunque una serie combattuta.

  • tom

    oh poi su perk, senza quell’acquisto…

    C ibaka
    PF durant
    SF harden
    SG sefo
    PG west

    6° green
    7° un giocatore alla perkins, magari + giovane e – costoso

    si fa tanto per parlare eh sò che ci sono tanti cazzi dietro, tipo i $$$ però non mi sembra una squadra molto distante dalla filosofia miami anzi mi sembra decisamente meglio… però si sà, la genialata di prendersi perkins avvenne l’anno prima della decision e due anni prima del trend del quintetto piccolo… adesso che si punta al ritmo ed alla velocità sarebbe un suicidio pensare ad un blocco di cemento armato da mettere in mezzo al pitturato… presti fail?

  • tom

    dai michele, contro kd e westbrook a quest’ora non erano 3-1, converrai con me quindi un pochino di culo c’è via …bravi a sfruttarlo non è da tutti, talune squadre le buone occasioni le fanno cadere nel vuoto e questo grazie all’organizzazione 😉

  • Paul

    @tom
    Non vale parlare a posteriori. All’epoca fu uno scambio considerato da molti come buono che ha dato a Okc una dimensione in più sotto canestro. Stessa cosa vale per Marc Gasol: se dopo 6 anni e’ passato da essere un ciccione ad essere meglio del fratello non cambia che all’epoca fu una trade vergognosa.

  • Quaqquo

    Bhe vergognosa dipende da come la si guarda, semplicemente è stata una scelta di alleggerimento del cap, poi gli è andata bene con Marc ma probabilmente già all’epoca i loro osservatori (che immagino ne sappiano più di noi) avevano intravisto le potenzialità di Gasol Jr (anzi no, middle). Per dire, anche quest’anno i Grizzlies hanno dato via Gay e Speights per paccottaglia assortita solo per non pagare troppo di stipendi/luxury ma nessuno ha gridato allo scambio vergognoso.

  • Michael Philips

    Quaqquo

    Su Marc Gasol, ricordo che 1-2 anni prima di arrivare in NBA era scandaloso. Un armadio di 216cm, in sovrappeso non molto distante da un ostertag qualsiasi.

    Quando arrivò in nba era ancora molto grezzo, ma già nettamente migliorato rispetto a due anni prima.

    Dal secondo anno nba lui migliorò in modo esponenziale.

    Oggi continua a crescere, e tecnicamente fa paura. Ma all’epoca, non pensavo(come molti altri)fosse uno da NBA. Anzi si diceva che lo avevano scelto solo per via del cognome.

    Incredibile come lui abbia sempre migliorato i suoi numeri nei playoffs rispetto alla regular season. Pazzesco.

  • michele

    quaqquo

    forse perchè tra rudy gay e pau gasol ci passa un po’ di differenza eheheheheh

    gasol ai lakers ha cambiato gli equilibri di una conference per 4 anni

    gay ai raptors ha avuto l’effetto di una scorreggia del mio gatto.

  • tom

    Michael

    verissimo marc gasol stà progredendo continuamente e pure dall’anno scorso a questo ha fatto un bel salto. pensare che ny c’aveva fatto un pensierino al posto di chandler….

  • Quaqquo

    Michael Philips

    ciccione si (non che adesso sia un modello) però se non sbaglio era già stato eletto MVP della Liga spagnola e forse anche in qualche ipotetico quintetto di giovani dell’ Eurolega. Ovvio che non fosse paragonabile al fratello ai tempi, ma non era proprio proprio una ciofeca.
    Poi magari è stato MVP solo DOPO quella trade, nel caso chiedo venia.

    michel

    bho il mio gatto a volte le lanciava mooolto potenti ahahah !

    Io intendevo la trade dal punto di vista dei Grizzlies, non penso proprio che la considerassero vergognosa, Pau a Memphis aveva un onorevole record ai PO di 0-12 se non sbaglio.. altro che T-mac !

    So che i lakers stanno sul cazzo a tutti quelli che non li tifano (anzi, anche ad alcuni tifosi gialloviola QUESTI lakers risultano irritanti) ma non è che OGNI SANTA trade è un affare per LA e una inculata per la controparte.

    Anche Minnesota non ha saputo far fruttare il pacchetto che i Celts hanno spedito sui monti per avere KG, ma non per questo si è gridato alla truffa (ok c’era Al Jeff che almeno un minimo aveva valore, ma è innegabile che vista oggi quella trade sia molto più sbilanciata di quella Gasol / Gasol)

  • JoH

    Beh ma nessuno ha detto che Durant è il migliore di sempre eh…A me, che non lo vedevo da un po’ prima di questi PO, mi è sembrato molto migliorato. Ora passa la palla, comunica in difesa e si sbatte (ieri ha marcato anche Gasol a tratti), coinvolge i compagni, mi è sembrato più leader, appunto. Però oh… ognuno ha le sue opinioni, per me un giocatore non può essere giudicato dai soli finali di partita (Duncan per dire sarebbe un giocatore non decisivo se la vediamo così).

    Discorso Perkins
    Perk si è dimostrato inutile proprio in una serie in cui avrebbe dovuto essere fondamentale. Il punto è che è davvero troppo limitato in attacco, l’anno scorso contro gli Spurs aveva fatto bene, oggi sembra quasi involuto…

  • skin

    OT:lebron in questi playoffs ha una media di 13.5 punti a partita nel solo 4/4, e dire che per anni si diceva che nel 4/4 se la faceva addosso…
    In totale in questi playoffs ha una media di 23.6 punti,7.4 assist e 7.6 rimbalzi (per chiunque sarebbero grandi numeri per LBJ sono playoffs sottotono)

  • michele

    “è innegabile che vista oggi quella trade sia molto più sbilanciata di quella Gasol / Gasol)”

    si vabbè, gasol jr è diventato un signor giocatore ma 5 anni e mezzo fa era un punto interrogativo enorme, non si sapeva che tipo di impatto avrebbe avuto nell’ NBA. considerando che i bulls avevano offerto deng e altri giocatori per pau si parlò di scandalo ( popovich in primis) per quello.

  • michele

    alekine

    ma guarda, si puo’ tranquillamente mettere in discussione durant, non mi entra o esce nulla in tasca. mi pare che stia davvero facendo il suo abbondantemente.

    tom

    infatti ho specificato che è stato un vantaggio per quello, però sai bene che gli infortuni fanno purtroppo parte del gioco e ogni anno ce ne sono.

  • Quaqquo

    michele

    appunto per quello ho scritto “VISTA OGGI”, poi è ovvio che stiamo blablablando col senno di poi, ma il fatto rimane. Non considerare il momento della trade ma quello che ha portato alle squadre interessate.. riassumendo :

    Lakers 2 titoli + 1 finale
    Celtics 1 titolo + una finale + 1 o 2 ECF
    Grizzlies hanno rifondato e ora potrebbero giocarsi le prime finali di conference della loro storia
    T’Wolves se la son presa “in busciacca”. Molto per colpe della loro dirigenza, ma il succo rimane.

    Su Pop.. l’ho scritto già una volta, se si parla di tecnica o tattica o vino va bene, ma citarlo per i rapporti che ha col “sistema” NBA è controproducente… per chi lo cita 😉

    Ps lo sapevo che l’avremmo finita coi ricordi ahahah io volevo solo ricordare che IL MALE è Skeletor, Freezer o Crudelia Demon (si scriverà così) .. non i Lakers 😉

  • tom

    eccierto michele, un infortunio nell’agonismo è questo: fa perdere il lavoro di un’intera stagione, è un attimo, da contender a villeggiante… all’inverso un team con (esempio) 40% di passare, schizza ad un bel 70%.
    secondo voi, i thunders verranno rifondati, tenuto conto che sono una squadra formata da due elementi? necessitano di aggiustamenti, poco ma sicuro, con due mega contrattoni però non è così facile.

  • tom

    “OT:lebron in questi playoffs ha una media di 13.5 punti a partita nel solo 4/4, e dire che per anni si diceva che nel 4/4 se la faceva addosso…”

    era vero,contro i mavs dire che se la fece addosso nei 4/4 della serie è un modo eufemistico.

    “In totale in questi playoffs ha una media di 23.6 punti,7.4 assist e 7.6 rimbalzi (per chiunque sarebbero grandi numeri per LBJ sono playoffs sottotono)”

    giocando contro i fortissimi bucks da 38 vittorie e contro i formidabili bulls privi di rose e deng i suoi numeri fanno davvero spavento.
    sta facendo la storia contro squadre altrettanto storiche.
    ingenui noi nel non capire quanto sia irresistibile il numero 6 di miami.
    (forse forse un jordan contro queste squadre avrebbe raddoppiato quei 23,6 punti di media?)

  • michele

    oltretutto scusami ma gasol quando fu tradato aveva 27 anni, garnett 31. una bella differenza. trade sbilanciata per i celtics un paio di balle!

  • michele

    tom

    se iniziamo a parlare di quanti infortuni hanno mandato all’aria un sacco di contender solo negli ultimi 5 anni facciamo notte.

    quaqquo

    la dirigenza grizzlies ha azzeccato tutte le mosse in questi 5 anni ( randolph, tony allen, conley, etc etc)

    i wolves hanno sbagliato tutto, l’unico giocatore buono che avevano ( jefferson), l’hanno pure perso quando si ruppe il crociato.

  • jet

    esaltarsi per i 13,5 punti di media di lebron nei quarti quarti delle otto partite disputate in questo suo inizio di playoff lo trovo assurdo.
    aspettiamo prove più impegnative per king james.
    le critiche del passato ci stanno tutte perchè lebron è sempre quello che perse la sfida degli ultimi quarti delle finali 2011 contro nowitzki 62 a 18.
    e se la matematica non è un opinione 18 punti in sei partite equivale a 3 punti di media per ogni quarto di quelle finali.
    finals nba non gara di prestagione in chissà quale posto sconosciuto.

    lebron è uno dei talenti più incredibili di sempre ma proprio dopo quelle finali ho smesso di considerarlo un giocatore altrettanto incredibile.
    non sarà mai sul livello di jordan,magic o bird,perchè questi tre anche sforzandosi non avrebbero mai lasciato i compagni soli al proprio destino come fece lui.
    quando mai si è visto sparire un Jordan in una finale, soprattutto quando mai lo si è visto sparire a un quarto della fine?
    prendendo l’esempio del calcio l’unico a cui si può paragonare lebron è ibra. ibra con la strafottenza di cristiano ronaldo.
    e non citatemi il titolo dello scorso anno per smentirmi perchè non ho detto che lebron è un perdente,anche lo zingaro non lo è.
    hanno in comune quella frequente capacità di sparire nei grandi appuntamenti.
    ibra nei turni eliminatori di champions e lebron nelle finali nba(per ora ottima una e pessime le altre due).

  • skin

    tom e jet
    chi si è esaltato?Io ho solo riportato quelle statistiche,poi se voi lo odiate cosi tanto che quando appena uno riporta delle statistiche su lebron vi incazzate affari vostri…

  • Michael Philips

    jet

    ..zzzzz…zzzzzz..zzzzz..lebron….zzzz…frequente capacità di sparire nei grandi appuntamenti….zzzz….zzzz…jordan non avrebbe mai….lebron come ibra….zzzz….

    Non ci sono più i flamer di una volta.

  • LeBrick

    commenti come quello di skin non fanno altro che confermare come lbj sia IL player più sopravvalutato nella storia di questo sport..qualcuno dice che se lavorasse per migliorare il gioco in post, la freddezza e cattiveria nei momenti decisivi delle partite cruciali, sarebbe tra i più grandi di tutti i tempi..si come no..è come dire, che se Ibra, avesse il senso del gol di Van basten, la cattiveria agonistica e la capacità di essere decisivo sempre del migliore Inzaghi e a ciò aggiungesse la classe di Maradona, sarebbe il più forte di tutti i tempi..MJ ha dominato individualmente la NBA solo di strapotere atletico, senza vincere nulla..quando è calato fisicamente, ma ha aggiunto jumper, triangolo e doti da closer, è diventato quello che è diventato..
    lbj fa affidamente solo sullo strapotere atletico e non si migliora..lo si capisce dai continui falli di passi che commette e che gli arbitri ignobilmente gli perdonano..
    se a tutto ciò aggiungiamo:
    1) essersi proclamato the chosen one
    2) esserselo fatto tatuare dietro la schiena a caratteri cubitali
    3)essersi autonominato the king
    4) non essersi complimentato con orlando dopo l’eliminazione dalla finale di conference di qualche anno fa
    5) l’essere rimasto negli spogliatoi alla presentazione della sua prima da ex a Cleaveland
    6)the decision
    7) not one, not two, not three…not eight…no, infact, eight points in game 4 delle finals 2011
    8) l’aver perso finali da fantasma, soprattutto nei quarti quarti
    9)la pagliacciata della tosse
    10)la dichiarazione nel post finals 2011: voi mi criticate, ma domani vi alzerete e contiunerete a fare le vostra mediocre vita, ed io continuerò afare la mia vita meravigliosa
    beh, può bastare per considerarlo già ora il più grande bluff della storia NBA..
    se poi nei prossimi anni imparerà a giocare in post, ad essere decisivo nei monenti topici, ad essere modesto, umile e sportivo, anche in caso di sconfitta e suulcis in fundo, iniziasse a vincere da dominatore contro squadre vere not one, not two,,,anelli..allora saremo qui tutti a scusarci….si e quando gli asini voleranno

  • skin

    adesso che ho riportato una semplice statistica che mi sembrava interessante sono un fan boy di lebron…mah

  • Paul

    @LeBrick
    Probabilmente ti sei perso l’ultimo anno di Nba. Ha fatto praticamente tutto quello che dici.

  • Michael Philips

    Certo che un 1vs1 tra due flamer/fake/hater mi mancava. Vinca il migliore.

    Ad ora vado con LeBrick, ma jet può ancora superarsi.

    Certo che se dietro questi due ci fosse la stessa persona, sarebbe davvero fantastico!

    Buon divertimento.

  • LeBrick

    michael philips fai il tifo per me?
    Grazie mon amour.

    Paul
    gioco in post neanche a discuterne,essere decisivo nei momenti topici(ultimi minuti di una partita importante) ancora lo devo vedere coi miei occhi,vincere da dominatore contro una squadra vera fatemi uno squillo quando la trovate.

  • docpretta

    Popcorn in mano. Aio

  • gasp

    docpretta
    idem

  • Paul

    @LeBrick
    Ripeto, hai visto i playoff dell’anno scorso? Ha salvato in due occasioni la sua squadra dominando(coi Pacers e nella storica gara 6 coi Celtics) e ha battutto 4 a 1 una squadra con Durant, Westbrook, Harden e Ibaka. Capisco dal tuo nickname che non ti sta molto simpatico ma cerca di non sparare sentenze a caso perchè fai brutta figura.

  • in your wais

    Ma perchè gli rispondete a questi idioti? Una cosa è uno che si presenta, con la sua opinione, condivisibile o meno, ed argomenta

    Ma uno che si firma LeBrick, quanto può essere credibile? Se io postassi col nickname “Kobe sacco di merda” o “KG pederasta”, quanto credito mi dareste? Ovvio che questi sono fanboy di qualcuno che odiano LeBron, e basta

  • bobo vieri

    sembra che lebrick non vuole rispondere.Zio porcone

  • brazzz

    e comunque..auguri a david byrne,che oggi compie gli anni…
    cambiato discorso xhe questa polemica è poco poco interessante..
    lebrone è un grandissimo giocatore,con la fortuna/sfortuna di dominare in un decennio mediocrissimo…ma mica è colpa sua…

  • in your wais

    Solo per il fatto di nn possedere una macchina, di girare sempre in bici, Byrne merita tutto il mio rispetto

  • foster

    Bryant è il giocatore più sopravvalutato del pianeta.Senza Shaq non avrebbe vinto nulla.
    Inoltre da buon Schettino che abbandona la nave quest’anno ha deciso di giocare in condizioni precarie, per potersi infortunare e saltare i playoff, che sarebbero stati un umiliazione devastante per l’ego, suo, e di quello dei suoi fanboy.

  • Mr Big Shot

    in effetti senza Shaq non ha vinto nulla, epic fail

  • bobo vieri

    viva la gnocca.Zio porcone

  • alert70

    Anch’io merito rispetto, non ho la macchina, venduta 4 anni fa…………..

    Tornando seri
    Quando mancano le persone ci si rende conto della loro importanza. Wesbrook toglieva parecchie castagne dal fuoco a Durant che poteva giovarsi di un compagno che come lui attirava parecchie attenzioni. Ora che è da solo fatica come un cane contro una difesa arcigna, di fatto la migliore della NBA. Per cui può steccare i finali ma diamine da solo non è facile. Non sta giocando contro una difesa allegra. Questo in un anno è passato da avere Harden come il Ginobili degli Spurs a Reggie Jackson…….. “Piccolo” salto all’indietro.

    Gay-michele
    L’effetto Gay è stato panchinare il mio protetto, che non ha più le attenzioni dei media canadesi, che ha perso lo sponsor della pasta subendo anche i boo dal pubblico amico. Altro che scorreggia del tuo gatto………hehehehehehe

    Bulls
    Dalle stelle alle stalle. Robinson a pezzi come i compagni. Non ne hanno, ci mettono cuore, voglia, fisico, tutte le energie che hanno ma gli avversari sono più forti e sani. Onore a loro per aver approfittato della prima gara.

  • michele
  • docpretta

    mamma mia.. ma come si vestono!

  • docpretta

    cmq volevo aggiungere una cosa: in stagione regolare westbrook o no, Miami ha dato una gran stirata a OKC. Magari con westbrook OKC sarebbe arrivata alle finali di conference o alle finals, ma dubito che avrebbe vinto contro miami, forse c’è da cambiare qualcosa per avere qualcosa in più. IMHO

  • in your wais

    Solo per come è vestito, spero che Wade si infortuni gravemente ad entrambe le ginocchia