Boston-Pierce, il divorzio sembra inevitabile!

Non ci sono certezze ma le voci che danno la bandiera e i suoi Celtics divisi in estate si fanno sempre più insistenti, Rivers invece pare essere salvo.

Gara6 contro i New York Knicks è stata l’ultima partita di Paul Pierce (36 anni) al TD Garden di Boston con la maglia dei Celtics? Nulla è ufficiale ma negli ultimi giorni prende sempre più quota l’idea che “The Captain And The Truth” lascerà Boston in questa estate scatenando un effetto domino su un altro compagno veterano.

Greg Dickerson della CSNNE si è espresso recentemente su masslive.com: “Credo che molto difficilmente Boston tratterrà Paul, ha ancora $15 milioni di contratto che in caso di taglio diventerebbero $5 milioni” aggiungendo: “Posso dirvi con certezza che le persone intorno a Paul si sono più o meno rassegnate al fatto che ha giocato la sua ultima partita in maglia Boston, lui è un Celtics dentro e vuole chiudere la sua carriera con quella divisa, ma è molto difficile”.

Dickerson ha anche spiegato: “In un modo o nell’altro lui non resterà credo che andranno per il buyout, via Paul il tassello successivo a cadere sarà certamente Kevin Garnett che probabilmente potrebbe essere girato ai Clippers come a febbraio” e infine a chiuso sul futuro di Doc Rivers: “Dimenticate le voci di Brooklyn, dimenticate i Clippers o qualunque altra squadra che cerca un allenatore, Doc Rivers non sarà e ripeto, non sarà, allenatore altrove la prossima stagione a meno che non siano i Celtics a dargli il ben servito”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Anonimo

    NOOOOOOOO!=(

  • pride

    Lo attende un ingaggio faraonico come attrazione principale al Museo del Cairo.

  • pride (l’originale)

    Anche a Boston c’è l’imu sul pride?

  • graphicplayer

    @Michele
    scusa se te lo dico così, ma a Boston si sono fottuti la testa. Nessun rispetto per una bandiera. Sinceramente se fossi un tifoso Celtics in frangenti del genere mi vergognerei della mia dirigenza. Poi non so cosa pensi tu. Senza offesa eh. Ma è come se LA sfanculasse Kobe.

  • Bostonian

    beh aspetterei a vergognarmi della dirigenza… Ancora non è ufficiale (anche l’anno scorso doveva essere la fine dei big 3 ma se allen avesse accettato la proposta sarebbero stati ancora tutti li…) Ad ogni modo la franchigia deve fare uno step in avanti e non avendo spazio salariale c’e’ poco da fare. Anche io odio l’idea di non vedere lui e garnett fare un’altra run… ma non conosco tutte le logiche dietro alle scelte di Ainge quindi mi limito a giudicare il risultato… e quest’anno appena passato non è stato “un buon anno” (anche a causa degli infortuni sia chiaro) ma penso che per lottare seriamente ci serva di piu’.

  • michele

    non c’è ancora niente di ufficiale, comunque penso che il ciclo pierce garnett sia finito. il dilemma per ainge è tenerli ancora per questioni di “fedeltà” sapendo che comunque non si potrà più essere contender o accelerare la ricostruzione mandandoli via, è un dubbio amletico direi.