Miami e Memphis alle Finali…ma con brivido!

Miami batte Chicago col duo James-Wade ma tremando nei secondi finali, ad Oklahoma City passa Memphis con KD che sbaglia il tiro del pareggio!

 

 

 

Eastern Conference

Miami Heat (#1) – Chicago Bulls(#5) 94-91 [W MIA 4-1]
MIA: James 23, Haslem 10, Bosh 12, Wade 18
CHI: Butler 19, Boozer 26 (14 rimb), Robinson 21, Hamilton 15

Italian Job: Belinelli 3 pt (0/1, 2/2 da 3), 1 rimb, 1 persa

LeBron James e Dwyane Wade combinano per 41 punti e accedono alle Finali di Conference battendo i Bulls in una tirata Gara5; Chicago non alza bandiera bianca ma anzi, entra nel 4° periodo avanti 69-77, ma Miami reagisce. Shane Battier segna 8 punti nel break di 12-3 dei primi 6′ portando Miami avanti di 1 (82-81), Chicago accusa il colpo ma non crolla, Miami sbaglia per due volte in 40″ il colpo del K.O e si ritrova avanti di 3 (94-91) con 15″ da giocare e palla agli ospiti, ci proveranno prima Robinson e poi Butler ma le loro triple non andranno a segno!
Stavolta è stata la difesa di Spoelstra a fare la differenza concedendo solo 14 punti con 6/14 dal campo ai Bulls nel 4° periodo.

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=IBPdduq0r-k]

Western Conference

Oklahoma City Thunder (#1) – Memphis Grizzlies (#5) 84-88 [W MEM 4-1]
OKC: Durant 21, Ibaka 17, Jackson 16, Martin 10
MEM: Randolph 28 (14 rimb), Gasol 10, Allen 11, Conley 13 (11 ass)

Kevin Durant spara 5/21 dal campo e insieme ai suoi Oklahoma City Thunder saluta questi Playoffs, eliminati dai Memphis Grizzlies di Zach Randolph; Memphis domina il lungo e in largo ma negli ultimi minuti del 3° quarto, con un parziale di 16-4, i padroni di casa riaccendono l’arena porandosi sul -2 (62-64), l’inerzia sembra tutta per OKC ma la doccia gelata è dietro l’angolo: Memphis comincia il 4° periodo con un 10-2 (7 di Z-Bo!) che dal +2 la riporta sul +12 (64-76) a 6′ dal termine.
I Thunder hanno di nuovo la forza di rimontare e a 14″ Jackson spara la bomba del nuovo -2 (84-86), Randolph fa 0/2 dalla lunetta e Kevin Durant ha la palla del pareggio, ma stavolta niente miracolo per KD che sbaglierà il jumper.
La differenza stavolta non l’hanno fatta i rimbalzi ma bensì i punti su palla persa; Oklahoma City ha perso 14 palloni convertiti in 22 punti da parte degli ospiti, i quali a loro volta ne hanno perse 10 subendo però solo 9 punti!

Highlights
[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=AMgb6ezV6Jc]

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • 8gld

    @Gasp

    Partendo dal presupposto che a mio avviso già quest’anno con la rosa al completo i Bulls si sarebbero giocati la serie alla pari con Miami. Perché Rose-Hinrich-Deng-Boozer-Noah (Butler-Beli-Nate etc.) diretti da TT potevano avere tutte le carte in regola per giocarsela e buttarli fuori. Poi certo, sono solo supposizioni o pensieri i miei visto che la realtà dice altro.
    Non vedo perchè i Bulls dovranno attendere il termine degli Heat per poter ambire ad una finale NBA oltretutto, difficile(ma non impossibile) perchè il problema sono i contratti, se riusciranno a mettere le mani sul roster…..ma anche senza farlo, basterebbe averli sul parquet e non in infermeria.

    Poi gli infortuni decidono molto e in alcuni casi moltissimo. Pensa i Bulls al completo invece che falcidiati con gli Heat che alla 5° perdono Wade.
    Non mi piace parlare in questo modo e personalmente vorrei sempre vederli tutti in campo ma sono conti che si devono fare, più dei numeri.

    Per quest’anno hanno avuto ragione e la meglio gli Heat.

  • alert70

    Hanno vinto le più forti, il che è un ben per lo spettacolo. Senza Rose e Deng da una parte e Westbrook dall’altra non avremmo assistito a delle finali di conference entusiasmanti.

    Ad ovest probabile che ci sarà Spurs-Grizzlies da godersela dal primo monuto, dall’altra Heat-Pacers come da pronostico.

    Bulls
    Hanno un cuore assurdo, disciplinati, forgiati da Thibo, hanno giocato contro gli infortuni a catena andando a rompere le scatole agli Heat in gara 5 fino all’ultimo minuto. Hanno un futuro roseo con il ritorno di Rose. L’anno prossimo saranno la contender numero 1 degli Heat, sconquassi in estate permettendo che possano portare un’altra franchigia al livello Heat.

  • alekhine

    eccomi, ribadisco per l’ultima volta:

    ma durant non era quello che sotto pressione saliva di livello???

    se non l’avessero mandato in lunetta 15 volte la sua prestazione sarebbe stata numericamente clamorosa (in senso negativo), ma anche così ne esce completamente ridimensionato. un fantasma nel quarto quarto (alla lebron nel 2011), ha sbagliato il tiro del pareggio con metri di spazio, a volte scappava dall’azione.

    5/21 al tiro nella partita della vita.

    direi che le critiche ci stanno tutte.

  • alekhine

    “non voglio più arrivare secondo”. accontentato. è arrivato quinto a pari merito (scusate, però ci sta).

    sono d’accordo su chi dice che il fallimento di durant non è nei numeri, ma nel fatto che ha sbagliato quattro finali di partita di fila, il che per uno che dovrebbe essere il miglior attaccante della lega è una colpa non da poco.