Gli Spurs dilagano in G1, Grizzlies asfaltati!

Grizzlies annichiliti dai padroni di casa che li spazzano via nel 1° tempo per poi gestire il vantaggio nella ripresa, Duncan cancella Randolph!

 

 

West-final

San Antonio Spurs (#2) – Memphis Grizzlies (#5) 105-83
(31-14; 51-37; 73-57)
[SAS 1-0]

Spurs: Leonard 18, Duncan 6 (10 rimb), Splitter 1, Green 16, Parker 20, Diaw 2, Ginobili 8, Neal 11, Blair 6, Bonner 12, McGrady, Mills 3
All.Popovich

Grizzlies: Prince 6, Randolph 2, Gasol 15, Allen 8, Conley 14, Bayless 8, Arthur 2, Pondexter 17, Dooling, Davis 4, Wroten, Daye 4, leuer 2
All.Hollins

Statistiche

Recap

San Antonio da il ben venuto ai Grizzlies con un sonoro 105-83 di puro silenziosissimo dominio tattico.
Niente di spettacolare per gli Spurs, a parte qualche incursione parkeriana, la macchina gira ben oleata sia in attacco, con grande beneficio delle seconde linee, che in difesa (1-8 per Randolph in 28 minuti di gioco). La risposta di Memphis non è mai arrivata, i ragazzi di Hollins si sono mossi poco e male sul campo e, a parte una sfuriata di Pondexter nel 3° quarto, i Grizzlies non hanno brillato mai.

I nero argento prendono immediatamente il largo nei primi minuti del primo quarto, e non lasceranno mai il controllo della gara, nessuna soluzione al pirata Tony Parker (20 punti e 9 assist) ne tantomeno all’extra pass che atterra sistematicamente nelle mani di Bonner (12 punti, 4-6 da 3pt), Z-Bo irritabile già dal secondo quarto non trova la posizione e non viene aiutato dai compagni.
Duncan parte bene, ma poi si accorge che i suoi non hanno un gran bisogno del suo apporto in attacco e gioca la sua partita solo per fare prevenzione difensiva sui lunghi avversari.

San Antonio tira 14-29 dalla linea dei 3 punti e quasi sempre smaracata, difficile che possano contare su questa produzione anche per il resto della serie, ma a loro non mancano le opzioni difensive.

A Memphis invece devono trovare immediatamente la quadra altrimenti il rush degli Spurs è ineluttabile, e si sa che Popovich intende chiudere la serie in fretta per dare ai suoi il tempo di prepararsi e rifiatare per la finale.
Si spera che la serie cominci da gara 2.

Adrien

Adrien

Il basket dei playground milanesi gli regala esclusivamente infortuni, relegandolo ad una vita di solo NBA League Pass e cibo del discount. Cuore giallo-viola con Bargnani sempre in cima ai suoi pensieri…ma non quelli nobili Nickname: Adrien